Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 16 Luglio 2012

Onde Mediterranee Musica: gran finale con Max Gazzè, Rita Marcotulli e Roberto Gatto

Max Gazzè (foto Ufficio Stampa Onde Mediterranee)

Cervignano del Friuli (UD) - La stagione musicale di Onde Mediterranee Musica, dopo l’esplosivo programma monfalconese si conclude il 22 luglio a Cervignano (Parco Europa Unita, ore 21.30) con un progetto di grande fascino.
Max Gazzè si propone con due partner d’eccezione, estratti dal miglior panorama del jazz italiano: Rita Marcotulli al pianoforte e Roberto Gatto alla batteria.

È un esperimento affascinante, di grande qualità sia per le originalissime composizioni di Gazzè, sia per le sperimentazioni improvvisative delle due firme del jazz (Rita Marcotulli e Roberto Gatto) che lo affiancano in questo progetto. L’Over Tour nasce dalla curiosità reciproca di tre artisti di sperimentarsi in un concerto dove si abbattono i confini della musica, dove la contaminazione tra il pop e le sonorità jazz si fondono fino a trovare un terreno comune. I brani più famosi di Max Gazzè diventano un motivo e un pretesto su cui improvvisare, standard jazz che appartengono all’immaginario collettivo vengono reinterpretati dalla voce di Gazzè, dal pianismo libero di Rita Marcotulli e dall’energica batteria di Roberto Gatto. Brani strumentali composti dalla stessa Marcotulli e Roberto Gatto completano un programma inedito e accattivante dove il rock diluito nel jazz ancora una volta ci ricorda che la musica non esige barriere e può fluire libera senza confini.

Max Gazzè è una delle maggiori firme della canzone d’autore italiana: pubblica il suo primo disco con Virgin nel 1996 (Contro un’onda del mare), che presenta in versione acustica nel tour di Franco Battiato. La favola di Adamo ed Eva (ottobre 1998), con Niccolò Fabi lo consacra alla popolarità grazie anche alla partecipazione nel 1998 al Premio Tenco e, nel 1999, al Festival di Sanremo, dove presenta Una musica può fare nella sezione Giovani. Il terzo album è del 2000, e del 2001 è Ognuno fa quello che gli pare, cui collaborano anche Paola Turci, Carmen Consoli, Francesco Magnelli dei CSI, Stephan Eicher. Live l’impronta della sua attività tra il 2001 e il 2005: numerosissimi i concerti e live anche le uscite discografiche. Tra il 2006 e il 2007 lavora con Paola Turci e Marina Rei, fino all’esplosione di Il solito sesso, portato a Sanremo nel 2008 (confluito nell’album Tra l’aratro e la radio). Sold out gli ultimi tour e aggiudicazione del David di Donatello per la “miglior canzone originale” con il brano Mentre dormi, della colonna sonora di Basilicata Coast to Coast, che ha visto il debutto di Max nei panni dell’attore.

Rita Marcotulli ha un pianismo elegante ed esclusivo. Esordisce con il repertorio brasiliano, per poi appassionarsi al jazz: negli anni Ottanta ha la fortuna di suonare a fianco di Chet Baker, Steve Grossman, Peter Erskine, Joe Henderson, Joe Lovano, Charlie Mariano, Tony Oxley, Michel Portal, Richard Galliano, Enrico Rava, Michel Benita, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Bob Moses, Andy Sheppard ed è tra i più riconosciuti giovani talenti (per Musica jazz ‘87). In Italia collabora da anni con Maria Pia De Vito e Pino Daniele; tra i nomi più recenti del jazz internazionale anche con Metheney. Con Andy Sheppard incide On The Edge Of A Perfect Moment”) e oltre ai molti altri anche Us and them, Noi e Loro omaggio ai Pink Floyd con Raiz, Fausto Mesolella. Pluripremiata per la colonna sonora di Basilicata Coast to Coast, lo scorso gennaio è stata anche premiata come miglior artista 2011 da “Top Jazz”.

Roberto Gatto è un esploratore, un "ragazzo" di quarantasette anni che ha pensato di trasformare il suo strumento in una macchina in grado di muoversi nel tempo e nello spazio. La sua batteria e i lsuo talento sono a servizio della musica senza confini: partendo dal jazz ha scoperto la musica, tutta la musica, quella più raffinata e intransigente, quella più leggera e cantabile, non ha avuto timore di mescolare le sue bacchette e la sua testa pensante a quella di molti musicisti e molto diversi tra loro. L’elenco è lungo, ma vale la pena di rileggerlo tutto: Bob Berg, Steve Lacy, Johnny Griffin, George Coleman, Dave Liebman, Phil Woods, James Moody, Barney Wilen, Ronnie Cuber, Sal Nistico, Michael Brecker, Tony Scott, Paul Jeffrey, Bill Smith, Joe Lovano, Curtis Fuller, Kay Winding, Albert Mangelsdorff, Cedar Walton, Tommy Flanagan, Kenny Kirkland, Mal Waldron, Ben Sidran, Enrico Pieranunzi, Franco D'Andrea, John Scofield, John Abercrombie, Billy Cobham, Bobby Hutcherson, Didier Lockwood, Richard Galliano, Christian Escoudè, Joe Zawinul, Bireli Lagrene, Pat Metheny. Ma Gatto è grande per il suo modo di fare musica, non per le sue collaborazioni: è capacissimo come sideman e bandleader, sa insegnare e ascoltare, non confonde musica e “circo”, ma diverte e si diverte.


INFO/FONTE:
Associazione Culturale Onde Mediterranee
Infoline 0432 1744261
Fax 0432 1744262
press@ondemediterranee.it
www.ondemediterranee.it

Leggi le Ultime Notizie >>>