Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
Luigi Merola - Eterogeneo susseguirsi di cementonatura
Spazio Espositivo EContemporary
Trieste
Dal 21/06/19
al 07/09/19
particolare

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Notizie > Manifestazioni > 13 Giugno 2012

Bookmark and Share

Al via il ciclo di eventi collaterali alla mostra "Il tempo sospeso"

Il tempo sospeso. La storia del Monte di pietà di Gorizia (1831-1929)

Gorizia (GO) - Si apre venerdì 15 giugno il ciclo di eventi collaterali programmato in occasione della grande mostra "Il tempo sospeso. La storia del Monte di pietà di Gorizia (1831-1929). Tra beneficenza e credito", visitabile fino al 30 settembre 2012 negli splendidi spazi espositivi della sede della Fondazione Carigo, in via Carducci, 2 a Gorizia. La Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, che promuove e organizza l’iniziativa, ha predisposto un ventaglio di eventi che si integrano alla proposta espositiva e diventano piacevole valore aggiunto per i visitatori della mostra, che già hanno superato le tremila presenze.

Venerdì 15 giugno il primo appuntamento: l’anteprima della pièce “Ma cos’è questa crisi?”, spettacolo semiserio sull’attuale congiuntura economica, di scena nella sala espositiva che ospita la mostra Il tempo sospeso alle ore 18, con ingresso libero. La produzione, tratta dai testi di Lino Carpinteri e Mariano Faraguna riadattati da Giorgio Amodeo, è firmata dal Gruppo Teatrale per il Dialetto, diretto da Gianfranco Saletta. In scena il pubblico ritroverà attori familiari, quali Gianfranco Saletta appunto, affiancato da Mariella Terragni e Giorgio Amodeo, che reciteranno sulle musiche eseguite dal vivo dal pianista Livio Cecchelin.

Lo spettacolo prende le mosse dalla grave crisi economica che l’Europa intera sta vivendo, esaminandone le vicende e le cause, vere o presunte, e “suggerendo”, con tono ironico e scherzoso ma mai irriverente, fantasiosi espedienti per farvi fronte. Lo spettacolo fa riferimento ai contenuti della mostra, ricollegandosi al tema del pegno e del ricorso ai Monti di pietà in tempi di difficoltà economiche.

Il titolo riecheggia la popolare canzoncina portata al successo da Ettore Petrolini e in fondo porta a comprendere come la situazione di oggi non sia poi così lontana dalle difficoltà che, anni addietro, hanno vissuto i nostri genitori e i nostri nonni. Sfileranno anche le Serbidiole, ovvero le poesie del Noneto, e alcune esilaranti Maldobrie a tema tratte dal formidabile repertorio di Carpinteri & Faraguna. Il Gruppo Teatrale per il Dialetto, diretto da Gianfranco Saletta, si è da anni specializzato nel recupero e nella valorizzazione delle tradizioni culturali e dei testi degli autori dialettali. “Ma cos’è questa crisi” prosegue la fortunata serie di analoghi spettacoli a leggio: “Prosit in prosa” (2004), “Xe più giorni che luganighe” (2006) “Amor no xe brodo de fasoi” (2007), “La strada ferata” (2008), “Bordesando bordesando” (2009), “Se no i xe mati no li volemo” (2010) e “El carigo de cope” (2011

Il ciclo di eventi collaterali proseguirà, sempre negli spazi della sede della Fondazione Carigo, venerdì 22 giugno con la Lettura a leggio del racconto di Joseph Roth “Il mercante di coralli”, affidata all’interprete Gualtiero Giorgini. I successivi appuntamenti - concerti, conversazioni e conferenze sui temi della mostra - si svolgeranno durante l’intero periodo estivo e nel mese di settembre.

Il percorso espositivo "Il tempo sospeso" è promosso dalla Fondazione Carigo con il contributo della Cassa di Risparmio del FVG, con la mediapartnership del quotidiano Il Piccolo e in collaborazione con la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici e la Soprintendenza Archivistica per il Friuli Venezia Giulia, i Musei Provinciali di Gorizia, la Scuola dei Corsi Merletti e il Liceo Artistico “Max Fabiani” di Gorizia, e si avvale di un Comitato scientifico composto da Lucia Pillon, Luca Geroni, Paolo Iancis e Maddalena Malni Pascoletti. Orari: da martedì a venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 19 (chiuso lunedì). Visite guidate gratuite sabato e domenica alle ore 17.30.

Realizzata in stretta sinergia con la mostra "Il tempo sospeso", è inoltre visitabile fino al 2 settembre presFondazione Cassa di Risparmio di Gorizia - logoso le Scuderie di Palazzo Coronini a Gorizia la rassegna “Delle mie gioie ed oggetti d’oro…” Le mode e gli affetti nei gioielli dei conti Coronini Cronberg di Gorizia, promossa dalla Fondazione Palazzo Coronini Cronberg (sabato e domenica visite guidate gratuite alle ore 16).


INFO:
tel. 0481.537111
www.fondazionecarigo.it
info@fondazionecarigo.it

Leggi le Ultime Notizie >>>