Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 24 Maggio 2007

Bookmark and Share

Spettacoli itineranti e una suggestiva passeggiata lungo le vie dell’antica Tergeste

Castello di San Giusto

Trieste (TS) - L’Associazione Tredici Casade presenta un interessante percorso storico alla scoperta della Trieste medioevale. La manifestazione, denominata “Trieste sulle Tracce della Storia”, si articolerà in cinque fine settimana, dall’ultimo weekend di maggio al quarto weekend di giugno. L’evento si compone di due distinte sezioni: “Vivendo le Antiche Contrade”, un esclusivo spettacolo itinerante ricco di eventi e cena medievale in programma per cinque sabati, dal 26 maggio al 23 giugno e “Dentro le Antiche Mura”, un suggestivo percorso attraverso le vestigia romane e medievali tergestine in programma per cinque domeniche, dal 27 maggio al 24 giugno.
La manifestazione “Trieste sulle Tracce della Storia”, rivolta sia ai numerosi turisti, che sempre più sono attirati dalle bellezze di Trieste, che ai triestini che desiderassero riscoprire la propria città attraverso la scoperta di aspetti poco noti e dimenticati, si compone, come detto, di due distinte proposte.
“Vivendo le Antiche Contrade”, nel dettaglio, consiste in una spettacolare immersione nella storia e nell’immaginario medievale, con un cast eccezionale di oltre settanta artisti in costume d’epoca: circa cinque ore ricche di intense emozioni, cultura e divertimento attraverso gli angusti confini della storia e l’ampia liberalità delle tradizioni e leggende tergestine, che si svolgerà nei giorni di sabato 26 maggio e sabato 2, 9, 16 e 23 giugno, con inizio alle ore 19.00 dalla Piazzetta San Silvestro di Trieste.
Il tutto arricchito da momenti scenici e di spettacolo di grande impatto visivo aperti alla partecipazione del pubblico. Testi di Edda Vidiz con la collaborazione di Renzo Arcon. Direzione artistica e regia di Edda Vidiz. Ricerche storiche di Renzo Arcon. Interventi musicali dei Cantori delle XIII Casade diretti dal M.° Pino Botta e dei Menestrelli di Madonna Bora diretti dal M.° Leon Viola. Attori, ballerini e figuranti dell’Associazione XIII Casade. Armati: Compagnia de Tergeste. Tamburi medievali: “Cucurbitae Sonorae”. Coreografie e assistente alla regia Carolina Bagnati. Costumi di Annamaria Timaco.
In apertura dell’evento alle ore 18.00 presso la Chiesa di Santa Maria Maggiore sarà officiata una Santa Messa in latino arricchita da canti sacri medioevali interpretati dai Cantori delle XIII Casade diretti dal maestro Pino Botta.
Alle ore 19.00 i partecipanti, nel rispetto dell’ospitalità dovuta al forestiero, saranno accolti dai membri del Dominio comunale medievale nei “Sotterranei dei Gesuiti” dove riceveranno il “Cavallo di San Francesco” e da dove inizieranno il loro percorso non senza prima aver ammirato le armature e le insegne delle antiche Tredici Casade tergestine ed essere stati edotti delle torture cui andavano incontro i trasgressori delle leggi criminali emanate da Maria Teresa nel secolo XVIII. Quindi i novelli “pellegrini” saranno accompagnati dai Nobili delle Tredici Casade attraverso gli antichi rioni situati dentro l’antico tracciato delle mura. Avranno così modo di presenziare ad una cerimonia nuziale; assistere a un cambio di guardia alle “Porte”; intervenire all’arresto del traditor della patria, Marco Ranfo; interagire con donzelle, cavalieri, musici, e ballerini dell’Età di Mezzo e, ai piedi della mole del Castello di San Giusto, partecipare al “Bagordo” dei tergestini chiamati alla difesa delle mura in caso di attacco alla città.
Alla fine del loro “pellegrinare”, i partecipanti si raccoglieranno nella Chiesa di Santa Maria Maggiore per la suggestiva cerimonia della nomina di un Cavaliere paladino votato al servizio dei deboli, alla protezione degli oppressi e alla difesa della libertà dei “boni homines de Tergesto”.
Al termine della cerimonia d’investitura, i “pellegrini” saranno rifocillati dalle nobili dame della “Confraternita de Sancto Francesco” in un convivio nel “refettorio” della Chiesa di Santa Maria Maggiore. L’evento avrà termine con la “Caldera de l’Amistà” un brindisi augurale quale - possiamo immaginare “potevasi piacer di fare” fra pellegrini i quali, dopo aver affrontato un pezzo del loro percorso fisico e spirituale insieme, vedevano dividersi le loro strade.
Dovendo percorrere un acciottolato antico si raccomanda un abbigliamento sportivo. In caso di maltempo, gli spettacoli si svolgeranno al chiuso. Solo per la cena e la visita ai sotterranei la prenotazione è obbligatoria in quanto il numero di partecipanti è limitato ed è previsto un rimborso spese.
“Dentro le Antiche Mura” è invece un coinvolgente itinerario storico-turistico (con guida in italiano e in inglese) della durata di due ore e trenta attraverso le vestigia romane e medievali tergestine in programma nelle mattinate di domenica 27 maggio e domenica 3, 10, 17 e 24 giugno, con inizio alle 10.30 dalla Loggia del Comune di Trieste in Piazza dell’Unità d’Italia.
Il percorso, abitualmente usato dagli ufficiali del Comune tergestino del XIV secolo per le operazioni di censimento e di esazione di decime e ornatico, viene effettuato in compagnia di una guida qualificata e di un valente storico locale il quale, cammin facendo, illustra i valori artistici espressi dagli edifici e le principali vicende storiche e culturali riconducibili ai luoghi inseriti nell’itinerario.
Portato alla luce dalle recenti ricerche storiche, l’itinerario proposto svela i luoghi più reconditi degli antichi rioni cittadini, avvolti nel fascino di un’epoca sempre pronta alla difesa del territorio. Infatti tutto il tragitto si svolge lungo vie, vicoli, anfratti e piazze della città vecchia, un tempo circondata da possenti mura, abbattute nel XVIII secolo per ordine dell’Imperatrice d’Austria Maria Teresa. Arrivati al Colle di San Giusto, punto nevralgico dell’antica Tergeste da dove si gode uno spettacolare panorama della città e del golfo, si possono ammirare il Castello e la Cattedrale. Il tour prosegue lungo tutta la discesa del colle e termina allo stesso punto di partenza, in Piazza dell’Unità d’Italia.
Anche in questo caso, dovendo percorrere un acciottolato antico si raccomanda un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria in quanto il numero di partecipanti è limitato per questioni organizzative.
Ci saranno anche parecchie iniziative “collaterali” quali le visite ai misteriosi sotterranei di Santa Maria Maggiore (ex Gesuiti), una mostra sulle Tredici Casade, una mostra fotografica in tema (presso l’Associazione Euterpe e Clio, in via Riccardo 4) e, ognuno dei cinque sabati pomeriggio, alle ore 18 - semprCattedrale di San Giustoe a partire da sabato 26 – una Santa Messa in latino alla Chiesa di Santa Maria Maggiore, con i “Cantori delle XIII Casade” diretti dal maestro Pino Botta che eseguiranno un repertorio di canti religiosi antichi.
Per informazioni e prenotazioni contattare l’Associazione Tredici Casade allo 040/9896112 (e-mail: 13casade@gmail.com ; sito internet: www.13casade.com).

Leggi le Ultime Notizie >>>