Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 30 Aprile 2012

Bookmark and Share

Concorso "piano|fvg" 2012: due settimane di eventi a Sacile dedicati al pianoforte

piano|fvg_concerto_kozlova2011

Sacile (PN) - Sarà un gruppo di diciannove giovani pianisti provenienti da tutto il mondo ad animare l’edizione 2012 del Concorso pianistico internazionale del Friuli Venezia Giulia, in calendario a Sacile dal 7 al 12 maggio a cura dell’Istituto di Musica della Pedemontana di Aviano, che lo promuove in sinergia con una lunga e prestigiosa lista di Istituzioni, aziende e sodalizi culturali della regione, a vario titolo coinvolti nella manifestazione.

Insieme alla Città del Livenza, che ospita l’evento nel quadro del progetto “Sacile Città della Musica”, sono impegnate infatti la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Pordenone, la Fondazione CRUP, la BCC Pordenonese, i Comuni di Pordenone, Aviano, Spilimbergo, Sesto al Reghena e San Vito al Tagliamento, mentre diverse Associazioni e firme private si sono aggiunte a sostegno dell’evento, accanto ai suoi principali partner artistici: l’Orchestra regionale FVG Mitteleuropa Orchestra, la sanvitese Accademia d’Archi Arrigoni e Fazioli Pianoforti, da diversi anni sponsor tecnico e musicale del Concorso, già nella sua precedente collocazione pordenonese come Premio Luciano Gante.

Italia, Corea, Giappone, Germania, Russia, Stati Uniti e Australia sono i Paesi di origine dei talentuosi musicisti che si cimenteranno al Teatro Zancanaro nell’impegnativo percorso previsto dal Concorso. Quattro sono infatti le prove che porteranno, dopo le prime tre esibizioni solistiche, alla finale con orchestra, in calendario venerdì 11 maggio con l’intervento della FVG Mitteleuropa Orchestra, chiamata ad accompagnare i tre migliori pianisti nella prova decisiva e poi nuovamente ad esibirsi nel concerto-gala di tutti i premiati, che seguirà ancora sullo stesso palcoscenico sabato 12 maggio, sempre sotto l’autorevole bacchetta del Maestro Tiziano Severini. In palio un Montepremi importante, dato il livello internazionale della Competizione: 10.000 euro al vincitore, offerti dalla Città di Sacile, 5.000 euro al secondo classificato, 2.000 euro per il terzo premio, offerto dal Comune di Pordenone.

Diversi anche i Premi speciali, legati alle migliori esecuzioni dei brani d’obbligo o ad alcune categorie di pianisti, secondo quando previsto dai diversi “donors” coinvolti: oltre ad alcuni privati, il Lions Club Sacile, il Rotary Club Sacile Centenario, la FIDAPA di Pordenone e l’ADO – Associazione Donatori Organi FVG sede di Pordenone, che metterà a disposizione un premio extra la cui destinazione, ad uno dei tre finalisti, sarà decisa per la prima volta da una nuova Giuria Ragazzi, formata dagli studenti delle Scuole Medie dei Comuni partecipanti e dagli allievi di alcune Accademie Musicali del territorio. Tra queste, oltre all’Accademia Arrigoni e allo stesso Istituto di Musica di Aviano, anche l’Istituto Filarmonico Città di Sacile, tra i sodalizi cittadini coinvolti attivamente nel progetto insieme all’Associazione Barocco Europeo, l’Ute di Sacile e dell’AltoLivenza, gli Amici della Musica “A. Romagnoli”, oltre al Circolo culturale “Lya De Barberiis” di Roma.

Di altissimo profilo poi i nomi che compongono la Giuria del Concorso: presidente sarà ancora la pianista Lya De Barberiis, vera testimone della cultura artistica del Novecento, concertista e didatta instancabile, specie nei confronti dei giovani talenti della musica, che le dedicheranno, grazie alla collaborazione dell’Accademia d’Archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento, un festoso concerto di apertura con “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi domenica 6 maggio all’Auditorium Concordia di Pordenone. Insieme a lei i membri italiani dell’assise sono Andrea Bambace, concertista e Maestro di fama mondiale, per molti anni membro del Direttivo del Concorso pianistico “Busoni” di Bolzano, e Riccardo Risaliti, notissimo critico e studioso del pianoforte, oltre che importante punto di riferimento della scuola pianistica italiana, come docente al Conservatorio di Milano e all’Accademia internazionale di Imola.

I membri stranieri annoverano: Yasuko Matsuda, pianista giapponese attiva fin da giovanissima, con studi in Germania – dove oggi insegna al Conservatorio di Monaco di Baviera - e strepitoso curriculum sia dal vivo sia in sala d’incisione; Muza Rubackyté, ovvero quella che molti critici chiamano “the magnificent Muza”, musicista nata in Lituania e per lungo tempo lontana dai palcoscenici internazionali a causa di un severo controllo politico, che oggi vive stabilmente in Francia, paese che l’ha insignita del titolo riservato a “Les Grands Maitres Francais”. Ed ancora Vovka Ashkenazy, figlio del grande pianista Vladimir e lui stesso concertista di fama mondiale oltre che docente al Conservatorio della Svizzera italiana in Ticino, e Jeffrey Swann, concertista statunitense formatosi alla Juilliard School di New York ed esecutore di un immenso repertorio pianistico, comprendente anche moltissime partiture contemporanee.

Completano il programma le attività “educational” riservate agli studenti delle Scuole Medie, che saranno in visita a Sacile nella settimana del Concorso per assistere alle prove in Teatro e approfondire la storia e la costruzione del pianoforte grazie alla sinergia con la ditta Fazioli, che li accoglierà con specifiche visite guidate in azienda e nella mostra storico-didattica aperta al pubblico dal 28 aprile al 13 maggio all’ex-chiesa di San Gregorio, come omaggio al trentennale di una firma che è ormai diventata, nel mondo, sinonimo di musica e arte.

Le prove solistiche del Concorso sono aperte al pubblico ad ingresso libero, mentre per i concerti dei vincitori e la serata-dedica a Lya De Barberiis (tutti con inizio alle ore 21) è previsto un biglietto d’ingresso.

Tutte le informazioni sulla manifestazione sono pubblicate nel sito web: www.pianofvg.eu.

Leggi le Ultime Notizie >>>