Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 06 Aprile 2012

Bookmark and Share

"FilMakers": il 12 aprile Andrea Segre ospite al Teatro Miela

Teatro Miela

Trieste (TS) - Giovedì 12 aprile il regista Andrea Segre sarà protagonista al Teatro Miela di Trieste di una serata a lui dedicata, all'interno della rassegna FilMakers: alle ore 19 la proiezione di “Io sono Li”, alle ore 21 “Mare Chiuso”. A seguire, alle ore 22, Segre incontrerà il pubblico. La serata è organizzata da Bonawentura in collaborazione con FilMakers (un'iniziativa dell’AGIS – Sezione Territoriale di Trieste), La Cappella Underground, spaesati e la Consulta degli emigrati residenti del Comune di Trieste.

Andrea Segre è un regista di film e documentari per cinema e televisione, ma anche dottore di ricerca in Sociologia della Comunicazione. Da oltre dieci anni presta particolare attenzione al tema delle migrazioni ed è fondatore dell’associazione ZaLab con cui sviluppa progetti sia di produzione che di laboratori di video-partecipativo. Ha diretto numerosi documentari: Marghera Canale Nord (2003, 60° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica; menzione speciale al RomaDocFestival); Dio era un musicista (2004, 62° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica); PIP49 (2006, episodio per “Checosamanca”, Eskimosa-Gruppo Feltrinelli e RaiCinema); A Sud di Lampedusa (2006, premio MedFest al 10° MediterraneoVideoFestival; finalista al 13° Premio Ilaria Alpi). Con Jolefilm ha realizzato La mal’ombra (2007, 25° Torino Film Festival; 26° Uruguay Film Festival). Tra i suoi ultimi lavori: Come un uomo sulla terra (2008), già vincitore di numerosi premi (2.SalinaDocFest; menzione speciale al Premio Vittorio De Seta e Gran Prix TeleFrance CMCA), presentato a molti festival in Italia e all’estero (Milano Film Festival; Visioni Italiane, Bologna; CinemAfrica, Stoccolma; Sao Paulo Film Festival) e candidato al David di Donatello, per la sezione Documentari; Magari le cose cambiano (2009) premio “Avanti!” al 27° Torino Film Festival; Il Sangue Verde (2010), premio CinemaDoc alle Giornate degli Autori -67° Mostra del Cinema di Venezia.


----------------------


Programma di giovedì 12 aprile 2012

Bonawentura in collaborazione con FilMakers - La Cappella Underground – spaesati

FilMakers Andrea Segre

- ore 19.00
IO SONO LI
di Andrea Segre
con Zhao Tao, Rade Serbedzija, Marco Paolini, Roberto Citran, Giuseppe Battiston
Italia/Francia, 2011, col., 96’
Shun Li lavora in un laboratorio tessile della periferia romana per ottenere i documenti e riuscire a far venire in Italia suo figlio di otto anni. All’improvviso viene trasferita a Chioggia, una piccola città isola della laguna veneta per fare la barista in un’osteria. Bepi, pescatore di origini slave, soprannominato dagli amici “il Poeta”, da anni frequenta quel piccolo locale. L’amicizia tra Shun Li e Bepi turba le due comunità, quella cinese e quella chioggiotta, che ostacolano questo nuovo viaggio, di cui forse hanno semplicemente troppa paura. «Ricordo ancora il mio incontro con una donna che potrebbe essere Shun Li. Era in una tipica osteria veneta, frequentata dai pescatori del luogo da generazioni. Il ricordo di questo volto di donna così estraneo e straniero a questi luoghi ricoperti dalla patina del tempo e dell’abitudine, non mi ha più lasciato». (Andrea Segre)

- ore 21.00
MARE CHIUSO
di Stefano Liberti, Andrea Segre
Italia, 2011, col., 60'
Tra maggio 2009 e settembre 2010 oltre duemila migranti africani vennero intercettati nelle acque del Mediterraneo e respinti in Libia dalla marina e dalla polizia italiana; in seguito agli accordi tra Gheddafi e Berlusconi, infatti, le barche dei migranti venivano sistematicamente ricondotte in territorio libico, dove non esisteva alcun diritto di protezione e la polizia esercitava indisturbata varie forme di abusi e di violenze. Nel marzo 2011 con lo scoppio della guerra in Libia, tutto è cambiato. Migliaia di migranti africani sono scappati e tra questi anche rifugiati etiopi, eritrei e somali che erano stati precedentemente vittime dei respingimenti italiani e che si sono rifugiati nel campo UNHCR di Shousha in Tunisia. Nel documentario sono loro a raccontare in prima persona cosa vuol dire essere respinti; sono racconti di grande dolore e dignità, ricostruiti con precisione e consapevolezza.

A seguire incontro con il regista Andrea Segre.

Ingresso unico Euro 4


INFO/FONTE:
La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi n.3
34132 - Trieste (Italy)
tel +39 040 3220551
fax +39 040 3225220
e-mail: info@lacappellaunderground.org
web: www.lacappellaunderground.org

Leggi le Ultime Notizie >>>