Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 26 Marzo 2012

Bookmark and Share

Bruce LaBruce e Morgan Fisher ospiti al FilmForum Festival di Gorizia

Morgan Fisher

Gorizia (GO) - Protagonista della giornata di lunedì 26 marzo a FilmForum Festival 2012 sarà il regista statunitense Morgan Fisher, uno dei primi cineasti della corrente strutturalista, autore di una narrativa cinematografica capace di concentrarsi spesso su dettagli altrimenti invisibili allo spettatore. Ma Fisher è anche maestro di lavori su carta e dipinti, e ha realizzato nel tempo opere che rompono il fluire di tempo e spazio: famose le sue “cornici”, che non sono poi tanto dissimili dalle cesure di un fotogramma.

A Morgan Fisher sarà dedicata la prima parte della serata di proiezioni in programma dalle 21 al al Kinemax: le sue creazioni, proiettate alla presenza dell’autore, sono un’esplorazione dell’apparato filmico e del suo materiale fisico, così come dei metodi di produzione cinematografica: dal formato standard della pellicola fino all’uso delle immagini backstage, al ruolo narrativo degli inserti ed all’importanza invisibile dell’operatore.

La seconda parte, in un contesto capace di coniugare riflessione accademica e atmosfera festivaliera, proporrà invece proiezioni “cult” del trasgressivo film maker, scrittore e fotografo canadese Bruce LaBruce, ch martedì 27 marzo (ore 11.30, Palazzo della Torre – Gorizia) terrà anche un talk aperto al pubblico. Domani sera, di LaBruce sarà presentato The Raspberry Reich (2004), una sorta di meditazione sarcastica sul radicalismo omosessuale e sulle interazioni tra sesso, vita privata e azione politica.

Autore controverso e provocatorio, LaBruce nasce all’interno della scena punk omosessuale degli anni Ottanta e viene oggi assimilato alla complessa e variegata sfera degli artisti e performer che utilizzano il linguaggio più esplicito come mezzo di espressione creativa e/o politica. Il suo ultimo film, L.A. Zombie, è stato presentato in anteprima al Festival del Cinema di Locarno nel 2010. Alla proiezione di Gorizia sarà presente anche attrici “feticcio” di LaBruce, Susanne Sachsse, che incontrerà il pubblico in una conversazione condotta da Marc Siegel, docente dell’Università di Francoforte. L’incontro offrirà l’occasione per un’anticipazione esclusiva intorno al prossimo lavoro di LaBruce, di cui l’artista ha confidato il titolo, “Santo, the Obscene”.

Più che provocatorio, un film “politico”, probabilmente. E a Gorizia si parlerà anche di “Bruce(x)ploitation”, la prima monografia italiana dedicata a Bruce LaBruce, edita da Queer Frame (pp. 152, € 39,90) e curata da Cosimo Santoro e Giuseppe Savoca. Bruce LaBruce ha iniziato la sua carriera producendo fanzine homo punk (J.D.s con G.B. Jones, Dumb Bitch Deserves To Die, con Candy Parker) e film in super 8 (Boy/Girl, I Know What It's Like To Be Dead, Bruce and Pepper Wayne Gacy's Home Movies, Slam!), primi esempi di quell'immaginario a metà tra pornografia ed ironia camp, cultura pop e fotografia d'avanguardia, che finirà per assumere l'etichetta di queercore.

FilmForuBruce LaBrucem Festival si svolge nell’ambito della X MAGIS – International Film Studies Spring School, in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Fondazione CARIGO, la Fondazione CRUP, il Ministero per i Beni Culturali – Direzione Generale per il Cinema e il Comune e la Provincia di Udine, il Comune e la Provincia di Gorizia.


INFO: www.filmforumfestival.it

Leggi le Ultime Notizie >>>