Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 20 Marzo 2012

Bookmark and Share

FilmForum 2012: in prima nazionale il restauro di "Dura lex" di Lev Kulesov

"Dura lex", di Lev Vladimirovic Kulesov

Udine (UD) - Conto alla rovescia per la prima nazionale del restauro del film "Dura lex", capolavoro del regista Lev Vladimirovic Kulesov (Po zakonu, 1926, 114’), un western del 1926 che FilmForum Festival proietterà domani, mercoledì 21 marzo, al Cinema Visionario dalle 21: si tratta di una grande rarità, nel segno dei silent movies, girata el regista sovietico e teorico pioniere della scuola sovietica del montaggio Lev Kulesov, del quale fu allievo, alla scuola VGIK - Vserossijskij Gosudarstvennìj Institut Kinematografii di Mosca, il futuro regista Sergej Ejzenstejn.

Il film fu uno dei maggiori successi del regista sovietico e documenta un episodio insieme storico ed epico, della storia del West: la corsa all’oro. Il restauro è stato realizzato dall'Osterreichisches Filmmuseum di Vienna che ha portato al ripristino della ratio originale del film (le dimensioni originali del quadro dell’immagine) e degli originali intertitoli/didascalie in russo.

E’ dedicata al cinema, e nasce in collegamento con FilmForum Festival 2012 – che domani, mercoledì 21 marzo, alle 18 al Cinema Visionario presenterà i primi due volumi - la nuova collana “Cinergie” delle Edizioni Mimesis, diretta dal docente e critico Roy Menarini. “Cinergie”, che raccoglie il testimone dell’omonima rivista curata dall’Università di Udine e ora disponibile in versione digitale, debutterà raccontando la critica cinematografica ai tempi del web, attraverso il primo volume su “Le nuove forme della cultura cinematografica. critica e cinefilia nell’epoca del web”, a cura di Roy Menarini, con intervento di Gianni Canova e diversi saggi.

La seconda pubblicazione, “Il cinema della convergenza. industria, racconto, pubblico”, è invece a cura di Federico Zecca e racconterà com’e’ cambiato il cinema holywoodiano con la svolta epocal-digitale. FilmForum Festival premierà di seguito, domani, i vincitori del Limina Award, l’annuale premio sulle scritture intorno al cinema. Va al libro del critico cinematografico Ugo Casiraghi, "Vivement Truffaut! Cinema, libri, donne, amici, bambini", edizioni Lindau a cura di Lorenzo Pellizzari, il premio Limina MYmovies 2012, assegnato direttamente dai lettori del sito cinematografico web MYmovies che hanno votato e scelto il miglior libro italiano sul cinema 2011.

Casiraghi ha prevalso in una prestigiosa rosa di finalisti che includeva anche Goffredo Fofi, Giuseppe Bertolucci, Giuseppe Tornatore, Guido Chiesa, e la pubblicazione di Carmelo Bene curata da Emiliano Morreale. Il libro "Vivement Truffaut! Cinema, libri, donne, amici", bambini è un’esaustiva monografia su Truffaut, con le schede dell’opera omnia della filmografia del regista: un atto d'amore scandito dall’analisi dei ventitre film che Francois Truffaut ci ha lasciato, contrappuntata dalle recensioni d'epoca dello stesso Casiraghi, scomparso nel 2006.

Le altre sezioni dei Limina Awards 2012, come sempre assegnati dalla dalla Cuc, la Consulta Universitaria del Cinema, nell’ambito di FilmForum Festival, hanno premiato lo studioso Antonio Somaini nella sezione Limina nazionale, per il volume "Ejzenstejn. Il cinema, le arti, il montaggio" (Einaudi, Torino 2011). Per la migliore traduzione ha vinto il volume di Noël Carroll La filosofia del cinema (Dino Audino, Roma 2011), con traduzione di Jusi Loreti. Infine, il Premio Limina internazionale va all'esperta Miriam Hansen per Cinema and Experience. Siegfried Kracauer, Walter Benjamin and Theodor W. Adorno (University of California 2011). L’autrice è scomparsa nel corso del 2011.

Tutte le informazioni su www.filmforumfestival.it e su www.mymovies.it/premiolimina/

Infine da segnalare che FilmForum Festival si sposterà a Gorizia dal 23 marzo, ma già nella serata di giovedì 22 avrà un’importante anticipazione per il percorso dedicato al cinema italiano contemporaneo di ricerca: una fascia preserale di appuntamenti aperti alla città, dalle 16 alle 18 al Palazzo del Cinema / Kinemax. Curato dal docente e critico Roy Menarini, questo percorso del festival, dal 23 al 28 marzo, vedrà protagonisti i cineasti rivelazione dell’attuale stagione cinematografica, ovvero i fratelli Gianluca e Massimiliano de Serio, autori del film "Sette opere di misericordia", acclamato come «il miglior esordio italiano degli ultimi anni. Non a caso i due registi sono finalisti al premio Mario Verdone, promosso dal regista Carlo e dalla famiglia Verdone per individuare i talenti più meritevoli del nuovo cinema italiano.

«Sette opere di misericordia», con Roberto Herlitzka nel ruolo protagonista, ha fatto incetta di premi a livello internazionale (Locarno, Annecy, Marrakech, Villerupt...) e a Gorizia sarà proiettato giovedì 22 marzo, alle 21 al Palazzo del Cinema di Gorizia – presenti gli autori - mentre i giorni successivi – venerdì 23 e sabato 24 marzo - i due cineasti terranno un workshop aperto al pubblico (ore 16-18) con proiezioni di altri loro lavori.

FilmForum Festival è promosso dall’Università degli Studi di Udine per la direzione docente e studioso Leonardo Quaresima, con la direzione artistica dell’esperto Sergio Fant, ed è articolato in una prima parte a Udine (XIX Convegno Internazionale di Studi sul Cinema, 20, 22 marzo) e in una seconda parte a Gorizia (X MAGIS – International Film Studies Spring School, 23-29 marzo).

Leggi le Ultime Notizie >>>