Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 20 Gennaio 2012

Bookmark and Share

Trieste Film Festival 2012: nella terza giornata la programmazione si estende al Cinema Ariston

Scena dal film "IZLET" di Nejc Gazvoda

Trieste (TS) - Alla terza giornata di festival, sabato 21 gennaio, la programmazione della rassegna si estende anche al Cinema Ariston.

Prosegue intanto al Teatro Miela, alle ore 11, l'"OMAGGIO ALLA SCUOLA DI WAJDA: verranno proiettati 4 lavori di fiction realizzati da studenti della scuola polacca intorno a figure femminili

Alle 14 per il concorso documentari "33 ANIMALS OF SANTA CLAUS" della regista lettone Laila Pakalnina.
Ritratto di una donna che si chiama santa claus, e condivide il proprio appartamento con 33 animali: 7 cani, 6 gatti, 2 conigli, una cornacchia, un piccione, un cincillà, 10 degu e 5 pesci. Un lavoro a tempo pieno. A seguire "STEBUKLU LAUKAS (IL CAMPO MAGICO)" di Mindaugas Survila (Lituania-Russia), ospite del festival. La vita quotidiana di una comunità che vive da 20 anni nella foresta di Buda, ai margini della discarica dismessa di Kariotiske, a 40 km. da Vilnius.
Alle 16 per il concorso lungometraggi "ADIKOS KOSMOS" di Filippos Tsitos, con il regista e l'attore Antonios Kafetzopoulos presenti in sala. Sotiris è un poliziostto: nel tentativo di salvare un innocente uccide un uomo. Dora è la sola testimone dell'accaduto: la donna sembra non avere compassione, ma Sotiris sente che lei è la sua unica alleata.
Alle 18 COMPILATION 1 DI CORTOMETRAGGI.

Alle 20.30 al Miela verrà assegnato il CEI AWARD a Milcho Manchevski.

A seguire per il concorso lungometraggi il film "IZLET" di Nejc Gazvoda, alla presenza del regista. Film d'esordio che racconta la storia di 3 amici che partono per un viaggio n auto, come facevano quando andavano a scuola insieme. Gregor sta per partire per una missione in Afghanistan, Ziva va a studiare all'estero e Andrej si prende gioco di tutti. Ci sono però dei segreti non detti: riuscirà la loro amicizia a sopravvivere?

Dalle 22.30 si scatena la TFF DIRTY NIGHT: due film uniti dalla mitica figura del “peggior regista del mobndo” /(immortalato anche in un film di Tim Burton con Johnny Depp) Ed Wood. Il primo è "DAD MADE DIRTY MOVIES (PAPA' FACEVA FILM SPORCHI)" di Jordan Todorov. E' la cronaca della vita e dei film di A.C.STephen di origine bulgara, uno dei più famosi registi e produttori di cinema erotico degli Stati Uniti. Alcuni proponevano la stravagante teoria che lui e il famigerato Ed Wood fossero in realtà la stessa persona. A seguire "ORGY OF THE DEAD (L'ORGIA DEI MORTI)", di A.C. Stephen, re del genere sexploitation e scritto da Ed Wood. Bob e Shirley hanno un incidente d'auto e cercano aiuto in un cimitero vicino. Lì assistono a una curiosa orgia dei morti dominata dall'Imperatore della Notte e dalla sua splendida Imperatrice. Che destino li attende?

Sempre al Miela in SALA VIDEO alle ore 11 per EASTWEEK vengono presentati vari film delle Scuole di Bratislava e Belgrado. Alle 14.30 sempre per Eastweek la masterclass di MILCHO MANCHEVSKI, che parlerà con studenti e pubblico raccontando la sua esperienza professionale nel mondo del cinema e dell'arte in generale.

Alle 21 concorso cortometraggi, una COMPILATION di corti in concorso.

INCONTRI CON GLI AUTORI: alle ore 10.30 al Caffè Tommaseo LUCA PASTORE E ROBERTO FREAK ANTONI, regista e attore di FREAKBEAT; a seguire IGOR STOIMENOV, regista di BIJELO DUGME; alle 11 CATALIN MITULESCU e ADA CONDEESCU (regista e attrice di LOVERBOY). A seguire alle 11.30 la presentazione del libro “GRZEGORZ KRÓLIKIEWICZ UN MAESTRO DEL CINEMA POLACCO”, a cura di Federico Rossin (Edizioni BEIT, Trieste).

Al cinema Ariston alle 15 per l'OMAGGIO A OTAKAR VÁVRA, un corto dal titolo "VIVIAMO A PRAGA (24 ore nel cuore pulsante di Praga)", e a seguire "NEMÁ BARIKÁDA (LA BARRICATA SILENZIOSA)". La guerra si avvia alla conclusione: i cittadini di Praga abbattono bandiere e simboli tedeschi, ma la guerra non è ancora finita...

Alle 17.15 tra titoli di ZONE DI CINEMA alla presenza degli autori: il primo lavoro è "MOTOVUN MON AMOUR", di Lothar Just e Arnold Trampe. A Motovun, in Istria, locali e stranieri discutono del passato e del futuro della città.
A seguire "TRIESTE RACCONTA BASAGLIA" di Erika Rossi. Tra il 1971 e il 1978 Trieste è teatro di una rivoluzione scientifica e culturale senza precedenti; protagonista carismatico e indiscusso lo psichiatra veneziano Franco Basaglia. Un film sulla difficoltà di cambiare la mentalità delle persone.
Poi, "UP/DOWN", di Marco Rossitti. Un piccolo incidente di parcheggio costringe max ad entrare in un appartamento in centro città. Il suo stupore è grande quando capisce che ad abitarvi sono 4 giovani con sindrome di down. Si apre ai suoi occhi un mondo inaspettato di relazioni, di conquiste, di affetti sconosciuto alla gente comune.

Alle 19.15 presentazione del progetto "SET APERTO: LEE" di Davide Del Degan, di 7 minuti. Una mattina un uomo si sveglia e la prima cosa che fa è...piangere. Quell'uomo si infila un passamontagna e prende una pistola...a seguire il backstage del corto, realizzato da Bloopers Lab.

Alle 20 OMAGGIO ALLA SCUOLA DI WAJDA, con il film "IL BATTESIMO" di Marcin Wrona (2010). Michal spera di cambiare il suo destino fuggendo dal suo passato. Quando viene braccato da una gang di criminali tenta disperatamente di salvare la sua famiglia.
Alle 21.45 GRZEGORZ KRÓLIKIEWICZ: IL CAOS COME VISIONE DEL MONDO. Il film "Lo sparviero danzante" (1977) racconta di Michal Trieste Film FestivalToporny, che viene da una povera famiglia contadina. Dopo aver abbandonato moglie e figlio nel secondo dopo guerra per rientrare nei ranghi del Partito e far così carriera, inizia una scalata sociale che vorrebbe senza limiti.

Maggiori informazioni sul sito del festival www. triestefilmfestival.it.


INFO/FONTE:
Ufficio Stampa Trieste Film Festival

Leggi le Ultime Notizie >>>