Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 10 Aprile 2007

Bookmark and Share

Prosegue la campagna abbonamenti per il “Salotto Cameristico” della Chamber Music

Trio Novalis

Trieste (TS) - Da martedì 10 aprile si apre la seconda fase della campagna abbonamenti per l’edizione 2007 della rassegna “Il Salotto Cameristico”, in programma dal 17 aprile all’11 maggio nella Sala Ridotto del Teatro Verdi di Trieste, su progetto artistico promosso dall’Associazione Chamber Music di Trieste e diretto da Fedra Florit, organizzato con l’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, con il Comune, la Provincia di Trieste e con l’apporto del Ministero per i Beni Culturali. Dal 10 aprile, oltre agli abbonamenti, anche i biglietti per il concerto inaugurale e per le altre proposte del Salotto Cameristico 2007 saranno disponibili presso Ticket Point Trieste. Per ulteriori informazioni contattare Chamber Music allo 040.3480598 (www.acmtrioditrieste.it).
A inaugurare la prestigiosa vetrina cameristica triestina, in attesa della 10ª edizione del Premio Trio di Trieste in programma dal 20 al 26 maggio, sarà il Trio Novalis, ovvero il pianista Pascal Jourdan, il violonista Florent Kowalski e il violoncellista Luc Dedreuil-Monet, impegnati su musiche di Beethoven (Trio op.1 n.3), Martinu (5 Pièces Brevès) e Mendelssohn (Trio op.49).
Nel 2004 il Trio Novalis si è affermato al Concorso internazionale “Vittorio Gui” di Firenze ed ha accolto ampi consensi al primo concorso di Musica da Camera di Lyon, suscitando l’entusiasmo di maestri della musica contemporanea quali Bruno Canino, Martin Lovett, Christopher Henckel e Vincent Coq. Nel 2005 il Trio si è affermato al Concorso “Premio Trio di Trieste”, dove ha ottenuto il secondo premio e notevoli consensi di pubblico. Sostenuta l’attività concertistica, in particolare a Lyon, Parigi, Bruges, Firenze, Bangkok, in Cina e presso numerosi festival, nonché per la radio e la televisione francese.
“Il Salotto Cameristico” 2007 ospiterà ancora, il 23 aprile, i magici archi del Quartetto della Scala, guest performer il pianista Davide Cabassi: «Un quartetto – ha sottolineato il Maestro Riccardo Muti - di rara eccellenza tecnica e musicale. La bellezza del suono e la preziosa cantabilità, propria di chi ha grande dimestichezza anche con il mondo dell'Opera, ne fanno un gruppo da ascoltare con particolare gioia ed emozione».
Evento di particolare suggestione sarà, il 30 aprile, il concerto d’onore organizzato per festeggiare la pianista australiana Maureen Jones – triestina d’adozione - e i suoi 60 anni di carriera, in una serata che vedrà protagonisti artisti come i violinisti Ivan Rabaglia e Valentino Dentesani, il violista Giorgio Selvaggio e il violoncellista Enrico Bronzi su musiche di Brahms (Quartetto op.25) e Dvorak (Quintetto op.81). A suggellare la rassegna saranno, il 7, 9 e 11, maggio, i violinisti Stefan Milenkovich, Fanny Clamagirand e Barnabas Kelemen, protagonisti tra parole e musica. Milenkovich traccerà una storia del violino, alternando il suo perfetto italiano alla musica, mentre la Clamagirand e Kelemen saranno protagonisti di una vera e propria “intervista musicale”. Nell’ambito delle tre serate saranno eseguiti tutti i Capricci di Paganini, da tre artisti anche molto diversi tra loro, aspetto che renderà particolarmente interessante l’ascolto.

Leggi le Ultime Notizie >>>