Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 04 Dicembre 2011

Bookmark and Share

Bagno di folla per la chiusura del Premio “Pecar” e del concorso pianistico “Città di Gorizia”

Premiati, giuria, autorità e organizzatori Premio Pecar 2011

Gorizia (GO) - Grande entusiasmo da parte del pubblico ha accolto all’Auditorium di via Roma i vincitori dell’undicesimo Premio internazionale di interpretazione pianistica “Giuliano Pecar” e dell’undicesima edizione del Concorso pianistico internazionale “Città di Gorizia”, promossi e organizzati dall’Associazione Florestan di Gorizia, presieduta da Elisabetta Pecar.

Il presidente della giuria internazionale, Boris Petrushansky, ha avuto parole di elogio per le due competizioni musicali e, rivolto al pubblico, agli amministratori e agli sponsor, ha dichiarato: “Continuate a sostenere questo concorso, è importante per Gorizia. Come ricorda il mio amico Tonino Guerra, poeta e artista, ‘il petrolio dell’Italia è la bellezza’. Va conservata, custodita, alimentata. Non si può tralasciare la bellezza e, con essa, la musica”.

Sull’esito della settimana musicale, Petrushansky ha aggiunto: “La giuria ha ascoltato pianisti dai 5 anni agli oltre 30, un arco di tempo che copre una generazione. Per noi è stato interessante e molto utile. Siamo stati molto esigenti, perché, quando c’è di mezzo la grande musica, non ci sono piccoli o grandi concorsi: c’è la competizione di ogni concorrente con se stesso, con le sue ansie, le sue incertezze e i suoi punti di forza Questi giovani devono forgiare un volontà ferrea per affrontare il repertorio e proporlo a una giuria”.

L’assessore al Parco culturale del Comune di Gorizia, Antonio Devetag, ha detto: “Il Premio Pecar è una delle eccellenze di Gorizia, un patrimonio che la città non può permettersi di perdere”. L’assessore alla Cultura della provincia di Gorizia, Federico Portelli, ha posto l’accento sulla qualità e il successo internazionale della manifestazione che riserva grande attenzione ai giovani. In rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, è intervenuto il consigliere di indirizzo Gianluigi Chiozza: “Le manifestazioni dell’Associazione Florestan portano Gorizia nel mondo e portano il mondo a Gorizia, vista la provenienza dei partecipanti”, ha detto, prima di ricordare l’amico Giuliano Pecar e le sue tre passioni: la famiglia, la natura e la musica.

Nel corso della serata finale, presentata da Tjasa Dornik, sono stati assegnati i premi, decisi dalla giuria presieduta da Petrushansky e composta da Vincenzo Balzani (Italia), Filippo Gamba (Italia), Erwin Kropfitsch (Austria) e Siavush Gadjiev (Russia-Italia), il noto pianista e didatta, goriziano d’adozione, che del concorso è il direttore artistico e l’ideatore fin dalla prima edizione. Il concerto dei vincitori si è aperto con i premiati delle categorie per fasce d’età del Concorso “Città di Gorizia”: i tre giovanissimi che hanno trionfato nella categoria A (under 9), la macedone Ivana Maznejkova, il serbo Andrej Milosavljevic (Serbia) e il giapponese Nari Yamaguchi.

Poi, il vincitore della categoria D (under 18) lo sloveno Tim Jancar, interprete della Ballata in sol minore op. 23 di Chopin. Le esecuzioni musicali legate al Premio Pecar si sono aperte con la Rapsodia ungherese n.11 di Liszt, nell’esecuzione del croato Aljoša Jurinic, vincitore del premio speciale “Carlo e Rodolfo Furcht” per la migliore esecuzione di un brano di Liszt. Il terzo classificato al Premio Pecar, il russo Alexander Yakovlev, è stato ottimo interprete del secondo libro delle Variazioni su un tema di Paganini di Johannes Brahms.

A chiudere la serata, i due pianisti che ex aequo si sono piazzati al secondo posto al Premio Pecar 2011: l’ucraino Roman Lopatynsky, eccellente in Sarcasms op.17 di Prokofiev, e il pianista triestino Lorenzo Cossi, in una splendida esecuzione de “La Valse” di Maurice Ravel che ha scatenato lunghi applausi dal pubblico.

Il Premio internazionale di interpretazione pianistica “Giuliano Pecar” e il Concorso pianistico internazionale “Città di Gorizia” sono realizzati con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della PrAntonio Devetag premia Nari Yamaguchovincia di Gorizia – Assessorato alla Cultura, del Comune di Gorizia – Assessorato al Parco culturale, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, e di numerosi sponsor privati. La manifestazione musicale si svolge con la collaborazione del Centro sloveno di educazione musicale “Emil Komel” di Gorizia.


INFO/FONTE: Ufficio stampa Premio Giuliano Pecar 2011

Leggi le Ultime Notizie >>>