Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 30 Novembre 2011

Bookmark and Share

Federica Manzon, finalista del Campiedllo 2011, ospite degli incontri a Casa Zanussi

Federica Manzon

Pordenone (PN) - La finalista del Premio Campiello 2011 Federica Manzon, editor per Mondadori e autrice del recentissimo romanzo Di fama e di sventura – premiato dall’entusiasmo dei lettori con la piazza d’onore al Campiello - sarà protagonista dell’incontro in programma venerdì 2 dicembre, alle 15.30 a Casa Zanussi – Pordenone, per il ciclo “Autori in casa. Vent’anni di scrittura di/su/a Pordenone”, sette dialoghi settimanali curati e condotti dal docente Piervincenzo Di Terlizzi.

Info: www.centroculturapordenone.it


Pordenonese, classe 1981, nel 2008 Federica Manzon pubblicava l’altrettanto fortunato Come si dice addio. «Di fama e di sventura – spiega l’autrice – è la storia di un eroe e dello sforzo che ogni uomo compie per trovare il proprio destino, la propria vocazione, il proprio sogno più puro. E insieme è anche la storia di un amore ritrovato».

A Casa Zanussi l’autrice si racconterà nella duplice dimensione di chi scrive e, in qualità di editor, ha un osservatorio privilegiato su come evolve la narrativa italiana. «Il lavoro dell’editor – ha affermato Federica Manzon - è fatto bene se rimane totalmente al servizio del libro: la figura dell’editor dovrebbe sfuggire del tutto la ribalta, e il rapporto d’amicizia che spesso nasce con lo scrittore è cosa da preservare nello spazio privato degli affetti».

Di fama e di sventura, l’ultima fatica di Federica Manzon, è un romanzo intenso e serrato: la storia di Tommaso, nato “sotto una cattiva stella” come dicono le comari e con qualcosa di speciale, come la capacità di capire l’animo degli uomini con uno sguardo, di leggere il futuro, ma su di sé attirerà disgrazie, successo e tragedie. Un’esistenza segnata dall’abbandono, dalla ricerca del padre, dall’ingiustizia dalla quale deve difendersi giorno dopo giorno; e difendersi deve dalla paura e dal denaro che inganna e tradisce, dall’amore.

Ma Tommaso è ambizioso e pieno di sentimenti di rivalsa, lascia Trieste, la sua città dove tutti sono un po’ matti e sognatori, per andare dall’altra parte dell’oceano, dalle stanze anguste del collegio ai templi dorati della finanza, da un padre desiderato a un figlio inascoltato, dalla passione bruciante all’amore in punta di piedi, in una spirale che lo inebria e lo divora. Attraversando, con una cronaca dura, l’economia di inizio millennio, tra speculazioni crudeli e dissennate e l’onda nera e travolgente della crisi, Di fama e di sventura è una saga dal respiro lungo e il ritmo incalzante, la storia senza tempo di un uomo che lotta contro le lusinghe del suo lato oscuro, storia eterna di trionfi, rimorsi e rimpianti.

Leggi le Ultime Notizie >>>