Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 22 Marzo 2007

Interlinea Zero: tre incontri sull’arte della scrittura

interlinea zero logo

Gorizia (GO) - «Valorizzare e approfondire le espressioni artistiche, in rapporto al territorio e nel contesto di un dialogo aperto con la città e con il pubblico: raccontare “l’arte della scrittura”, inquadrata dall’obiettivo narrativo di un affermato autore centro-europeo, attraverso l’esperienza di autorevoli testimonials della vita sociale, culturale e politica del confine orientale italiano, o ancora nel segno di una personalità eminente della critica e della scrittura cinematografica nazionale, il goriziano Ugo Casiraghi». Da queste premesse, nelle parole della sovrintendente dei Musei Provinciali di Gorizia Raffaella Sgubin, nasce “interlinea zero”, il nuovo percorso culturale ospite dei Musei Provinciali Gorizia, curato con Equilibri Libreria di Gorizia, in cartellone da venerdì 23 marzo a venerdì 6 aprile, nella Sala dei Musei Provinciali di Borgo Castello a Gorizia (ogni venerdì, dalle ore 18, con ingresso libero). Veit Heinichen, ovvero la scrittura come narrazione, Donne di frontiera ovvero la scrittura come testimonianza e Ugo Casiraghi, la scrittura come sguardo, sono i tre appuntamenti che compongono l’edizione 2007 di “interlinea zero”, al via venerdì 23 marzo alle ore 18 con l’incontro che punterà i riflettori sullo scrittore tedesco “Veit Heinichen: Uno scrittore, il territorio, una storia, un tempo, la narrazione, il commissario Proteo Laurenti”. Sarà una preziosa occasione di incontro con l’autore de ‘I morti del Carso’, ‘Morte in lista d’attesa’, ‘A ciascuno la sua morte’, condotta per il pubblico goriziano dal giornalista Roberto Covaz, responsabile della redazione goriziana del quotidiano Il Piccolo. Heinichen, che ha da poco dato alle stampe il giallo “Le lunghe ombre della morte” sulla scia del successo registrato dall’omonimo lungometraggio prodotto da Videoest e diretto da Gianpaolo Penco, vive da una decina d’anni a Trieste, ed è acuto conoscitore e cantore di quest’area di frontiera al crocevia fra Italia, Slovenia ed Austria. Con particolare attenzione annotava ed elogiava, nel giallo “A ciascuno la sua morte”, il palmares di percorsi espositivi organizzati proprio a Gorizia e proprio nelle sedi dei Musei Provinciali, in omaggio a protagonisti dell’arte e della moda.
“interlinea zero” proseguirà venerdì 30 marzo, sempre alle 18 nella Sala di Borgo Castello, con l’incontro dedicato a “Donne di frontiera. Un libro”, il recentissimo testo a cura di Gabriella Musetti, Silvana Lampariello Rosei, Marina Rossi e Dunja Nanut, edito da Il Ramo d’Oro Editore di Trieste, dedicato a moltissime protagoniste della vita sociale, culturale, e della lotta politica del confine orientale italiano. Testimonianze biografiche delle donne di una zona di confine, battaglie private e pubbliche, conflitti personali, contraddittorietà fra sentimento e ragione, la ricerca di un’identità storico sociale e della propria identità femminile riecheggeranno nel racconto di Nell Amter Cattonar, Anna Anzellotti, Marta Ascoli, Dolores Bolaffio Fazzini, Maria Campitelli, Etta Carignani, Fulvia Costantinides, Maria Luisa De Banfield, Margherita Hack, Anna Illy, Anna Maria Mori, Alma Morpurgo, Ariella Reggio, Giovanna Stuparich Criscione, Berta e Jole Stuparich, Gigetta Tamaro, e molte altre ancora. L’iniziativa è realizzata con l’Assessorato alle Pari Opportunità della Provincia di Gorizia e l’Associazione SOS Telefono Rosa di Gorizia.
Infine, venerdì 6 aprile, riflettori su “Ugo Casiraghi. Un omaggio”, incontro dedicato ad uno dei più grandi critici cinematografici che l’Italia abbia mai avuto, il goriziano Casiraghi, appunto. A un anno dalla sua scomparsa, un doveroso omaggio al suo lavoro, alla sua missione di lettura della società tramite l’analisi dei lavori cinematografici. Previsto l’intervento di Sandro Scandolara, giornalista e critico cinematografico, collaboratore e amico di Ugo Casiraghi, e di Nereo Battello, presidente dell’Associazione di cultura cinematografica Sergio Amidei. In programma, inoltre, la proiezione della video intervista a Ugo Casiraghi a cura del critico cinematografico Tatti Sanguineti.
Per maggiori informazioni sull’evento contattare: Palazzo Attems-Petzenstein allo 0481-547541/547499; Borgo Castello allo 0481-533926/530382 (e-mail: musei@provincia.gorizia.it).

Leggi le Ultime Notizie >>>