Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
Luigi Merola - Eterogeneo susseguirsi di cementonatura
Spazio Espositivo EContemporary
Trieste
Dal 21/06/19
al 07/09/19
particolare

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Notizie > Manifestazioni > 26 Ottobre 2011

Bookmark and Share

Continua al Miela il 26° Festival del Cinema Latino Americano

Jaime Humberto Hermosillo

Trieste (TS) - Continua a Trieste il 26° Festival del Cinema Latino Americano, con oltre 160 opere cinematografiche, video e televisive sul continente latino. Giovedì 27 ottobre, al Teatro Miela (in Piazza Duca degli Abruzzi, 3), la programmazione, dalle 9 del mattino a mezzanotte, sarà dominata dai film in concorso e della sezione “Contemporanea”. Continuano inoltre la retrospettiva sul regista messicano Jaime Humberto Hermosillo e l'Omaggio al regista cileno Raúl Ruiz. Completano il programma l'Evento speciale “La pérdida”, documentario di Enrique Gabriel e Javier Angulo sull'esilio di due milioni di argentini per la dittatura militare, i cortometraggi di “Salón España” e delle Scuole di Cinema, e i titoli della distribuzione alternativa cilena della Gitano Films.

Le proiezioni al Teatro Miela inizieranno alle ore 9.00, nella Sala Birri. Aprirà il documentario italo-brasiliano “Attraverso l’Opera”, di Enrico Basaldella, sull'attività negli asili dell'Opera Educativa Padre Giussani, fondata a Belo Horizonte dalla suora laica Rosa Brambilla. Seguiranno altre produzioni fuori concorso e delle Scuole di Cinema messicane.

I film in concorso nella Sala Cinema inizieranno invece alle ore 11, con il drammatico guatemalteco “Cápsulas”, primo lungometraggio di Verónica Riedl e già vincitore di più premi e selezionato in vari Festival dell'America Latina e Stati Uniti. Protagonista un bambino con una vita apparentemente privilegiata, che vede il suo mondo crollare in poche ore. Il Guatemala è infatti uno dei maggiori corridoi del narcotraffico, e la vita e i valori della comunità locale ne risente pesantemente. Il film sarà replicato alle ore 22. Seguirà alle 13 il cortometraggio d'animazione cileno “Paraíso terrenal” di Tomás Welss.

Le opere in concorso riprenderanno alle ore 15.30, con il cileno “Ocaso”, primo lungometraggio di Théo Court, giovane autore già presente e premiato in vari Festival per le sue opere precedenti. La vicenda vede un anziano maggiordomo di una casa in decadenza trovare un senso nella vita restando ancorato ai ricordi del passato. Privato infine del proprio luogo e di quella storia, dovrà partire verso quello che gli rimane da vivere, in un mondo esterno per lui nebuloso.

Seguirà alle 16.50 l'Evento Speciale “La pérdida”, pluripremiato documentario di Enrique Gabriel e Javier Angulo. La coproduzione spagnola-argentina del 2009 indaga sulle pesanti conseguenze dell'esilio di più di due milioni di argentini dal paese, a causa dalle dittature e violenze politiche degli anni 60-70, che hanno impoverito L'Argentina dal punto di vista sociale e culturale, rendendone più difficile la ripresa.

Alle 18.30, in concorso per la sezione “Contemporanea”, la coproduzione paraguayana-argentina “Tren Paraguay”, di Mauricio Rial Banti: un viaggio lungo i binari e i ricordi dei fasti passati di una vecchia ferrovia.

Alle ore 20, per la retrospettiva sul regista messicano Jaime Humberto Hermosillo, è in programma
“Juventud, desengaños y anhelos de Hernán Cortés Delgado”, del 2010. Hermosillo, in un grande opera filmica ed attoriale, ripercorre gli anni della propria adolescenza nella città natale, Aguascalientes, orchestrando un film emotivo che fa della nostalgia, della cinefilia e della memoria i suoi punti di forza.
Alle 22 la replica del film in concorso del mattino, “Cápsulas”, di Verónica Riedl.

Tra le opere nella Sala Birri, tutto il pomeriggio varie opere fuori concorso per le sezioni “Contemporanea”, “Salón España”, e della distribuzione alternativa cilena Gitano Films. Alle ore 20.30, per l'Omaggio al regista cileno Raúl Ruiz: quarte e ultima parte del film documentaristico “Cofralandes: parte 4: Evocaciones y valses”, del 2002, un'ampia opera creativa e poetica che illustra il Cile da punti di vista diversi e particolari. Seguirà alle 22 per la sezione “Contemporanea” a concorso il documentario brasiliano “São Miguel do Gostoso” di Eugenio Puppo: la descrizione di un tranquillo villaggio di pescatori che custodisce antiche storie sulla scoperta del Brasile, ora un paradiso scoperto dai turisti e dai promotori finanziari, e una realtà sul punto di scomparire. Seguirà il cortometraggio brasiliano in concorso “Marcovaldo”, di Cíntia Langie e Rafael Andreazza, che racconta 24 ore della vita di un brasiliano comune.

Altre informazioni sul Festival del Cinema Latino Americano di Trieste sul sito web www.cinelatinotrieste.org, alla pagina Facebook www.facebook.com/cinelatinotrieste (dove sono visibili vari articoli, e trailer dei film in programma), e alla cassa del Teatro Miela, al tel. 040.3477672.



Leggi le Ultime Notizie >>>