Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 02 Agosto 2011

Bookmark and Share

“Second life... L'altro lato della vita”: dal 5 agosto scatta l'8ª edizione di Lagunamovies

di Claudio Bisiani

Lagunamovies 2011 (logo festival)

Trieste (TS) - “Second life... l'altro lato della vita” è l'accattivante tema dell'ottava edizione di Lagunamovies, festival estivo di cinema, incontri e spettacolo in programma dal 5 al 13 agosto fra il centro storico di Grado e il cuore della laguna. Il cartellone della rassegna è stato illustrato stamattina al Caffè Tommaseo di Trieste dagli organizzatori della manifestazione – Sergio Naitza, Daniela Volpe e Paola Sain – alla presenza dell'assessore regionale alla cultura Elio De Anna e del sindaco di Grado Edoardo Maricchio.

Saranno sette gli appuntamenti di Lagunamovies 2011, due in più rispetto alla passata edizione, che andranno in scena al Parco delle Rose, alla Diga Nazario Sauro e all'Isola di Anfora per il gran finale della rassegna. Il festival «a carattere anfibio», come lo ha definito Sergio Naitza, presenterà una serie di eventi spettacolari e suggestivi, mantenendo quella tipica «vocazione cinematografica contaminata - ha aggiunto Daniela Volpe - che da sempre lo caratterizza».

Fra le chicche di quest'anno la sigla d'apertura delle serate, tratta da un backstage inedito di “Sentieri della Gloria” di Gloria De Antoni, produzione curata dalla Cineteca del Friuli in ricordo del viaggio nella Laguna di Grado e Marano del regista viareggino Mario Monicelli.

A inaugurare il festival, venerdì 5 agosto al Parco delle Rose di Grado (ore 21), sarà il concerto “Soundtrack. L'altra corda del cinema” dell'Orchestra Ventaglio d'Arpe di Udine, con un programma di colonne sonore di celebri film e musical (“Momenti di gloria”, “La Pantera rosa”, “Il Mago di Oz”) affiancato da un omaggio speciale al grande compositore italiano Nino Rota.

Domenica 7 agosto, alla Diga Nazario Sauro, spazio a “Un'altra vita sull'isola: l'utopia delle rose”, serata in ricordo della nascita e della fine del sogno utopico della nuova libera micronazione – sorta in acque internazionali su una piattaforma al largo delle coste riminesi – progettata nell'estate del 1968 dall'ingegnere bolognese Giorgio Rosa. Al termine dell'incontro verrà proiettato il documentario “La libertà fa paura” di Roberto Naccari.

Lunedì 8 agosto riflettori puntati sul volume “Un anno di scuola” di Giani Stuparich in un dialogo privato, appassionato e inedito, con i “Diari di Anita Pittoni”, riscoperti di recente dall'editore Simone Volpato. Protagonista della serata l'attrice Anita Kravos, che leggerà alcune pagine dei “Diari” accompagnata dal sottofondo musicale del cantautore Mirco Menna.

“Viaggi e miraggi: sognare, vivere e raccontare l'altrove” è il titolo dell'appuntamento di martedì 9 agosto, alla Diga Nazario Sauro. In compagnia dell'attrice e produttrice Carole André, dello scrittore Roberto Fioraso, del giornalista Piero Dorfles e dell'autrice Gloria De Antoni si salperà verso luoghi sconosciuti per un avventuroso omaggio al genio di Emilio Salgari. In chiusura di serata verrà proiettato il film “Il Corsaro Nero” (1976) di Sergio Sollima.

Giovedì 11 agosto – al Parco delle Rose – sarà la volta dello spettacolo di proiezioni, immagini e suoni curato da Merlino Multivisione, mentre venerdì 12 verrà celebrato il talento musicale, cinematografico e letterario di Lelio Luttazzi. Con Rossana Luttazzi, moglie dell'indimenticabile compositore triestino, sarà presente Rossana Casale per un omaggio canoro in coppia col pianista Luigi Bonafede.

Lagunamovies 2011 si chiuderà sabato 13 agosto, alle ore 21 sull'Isola di Anfora, con “La passione è il mio (altro) mestiere”, in compagnia di Davide Toffolo, leader del gruppo Tre Allegri Ragazzi Morti, e dello scrittore Mauro Covacich. Nel corso della serata verranno proiettate alcune straordinarie esibizioni del Coro Anni Dieci.

A “gelare” i presenti alla conferenza stampa di Lagunamovies 2011 ci ha pensato l'assessore De Anna che ha annunciato il blocco dei finanziamenti al festival, causato dalla «mancanza dei criteri necessari previsti per il conseguimento dei contributi», ribadendo che in futuro solo gli eventi culturali «geniali» – così li ha etichettati De Anna – potranno sperare di ottenere il sostegno economico dall'ente pubblico regionale.
Adesso sarà divertente capire quali saranno gli elementi ritenuti “geniali” di un evento rispetto a un altro e soprattutto quale collegio di esperti e probiviri sarà chiamato a esprimersi in merito. Confidando sempre che i soldi – che, è bene ricordarlo, non provengono dalle tasche degli assessori, della Giunta e del Consiglio della Regione FVG, ma dalle tasse pagate dai cittadini – vengano redistribuiti davvero equamente, seguendo il criterio meritocratico e non quello clientelare o campanilistico tra Friuli e Trieste. E sperando ancora che siano gli stessi rappresentanti dell'ente regionale, in questo periodo di crisi, a dare per primi il buon esempio decurtandosi, se non proprio gli stipendi, almeno qualche benefit troppo oneroso per le sempre più esangui casse pubbliche. Altrimenti il taglio dei contributi, improvviso e indiscriminato, potrebbe essere mal digerito non solo dal malconcio mondo della cultura, ma da tutta l'opinione pubblica.

Lagunamovies 2011 è promosso dal Comune di Grado e dall'Assessorato alla Cultura della Regione FVG, in collaborazione con la Fondazione Carigo e la Banca di Cividale. Partner dell'ottava edizione del festival è il “Consorzio Dolegna: il Collio a 7 stelle” che firma la degustazione di vini in programma sabato 13 agosto sull'Isola di Anfora.

Leggi le Ultime Notizie >>>