Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 23 Luglio 2011

Bookmark and Share

Sebastiano Burgio vince il Premio Luttazzi 2011. Grande attesa per la serata "Nel nome di Lelio"

di Claudio Bisiani

Premio Lelio Luttazzi 2011

Trieste (TS) - E' Sebastiano Burgio, classe 1989 di Siracusa, il vincitore della prima edizione del Premio Lelio Luttazzi, concorso nazionale per giovani pianisti jazz di età compresa fra 18 e 28 anni, promosso dall'omonima Fondazione nata nell'ottobre 2010 per volontà di Rossana Luttazzi, moglie del grande maestro triestino.
Secondo posto a Emanuele Pellegrini, di Casteltodino (Tr), mentre la "medaglia di bronzo" è andata al friulano Francesco De Luisa.

I nomi dei primi tre classificati sono stati annunciati oggi pomeriggio alla Casa della Musica di Trieste, promotrice dell'iniziativa assieme alla Fondazione Lelio Luttazzi e a Veneto Jazz. Il concorso - realizzato in collaborazione con la Regione FVG per valorizzare giovani pianisti jazz - offrirà al vincitore una borsa di studio per frequentare un semestre di perfezionamento alla New School for Jazz and Contemporary Music di New York.

Valutato da una giuria di esperti del settore e di artisti che hanno vissuto e lavorato a stretto contatto con il maestro Luttazzi - tra cui Rita Marcotulli, Adam Holtzam, Roberto Podio e Gabriele Centis, direttore della Casa della Musica di Trieste - Sebastiano Burgio è stato proclamato vincitore «non tanto per la tecnica - ha spiegato Adam Holtzam, leggendario tastierista di Miles Davis -, di ottimo livello come quella degli altri due finalisti, ma per una maggiore carica di freschezza, passione e originalità. E per l'estro straordinario della sua mano destra».

«Sono onorato - ha detto Sebastiano Burgio, visibilmente emozionato - di aver vinto un premio così importante, dedicato a un grande maestro della musica italiana di tutti i tempi. Ancora oggi un esempio e un modello per ogni giovane pianista».
«Il jazz per me è un gioco - ha aggiunto il vincitore del Premio Luttazzi 2011 -. Certamente è anche studio e sacrificio, ma è soprattutto divertimento».

Sebastiano Burgio si esibirtà domani - domenica 25 luglio alle ore 21 - alla Sala Tripcovich, nell'ambito della serata speciale "Nel nome di Lelio". All'evento, che celebra la finale della prima edizione del concorso, parteciperanno importanti nomi del mondo del jazz e dello swing nazionali. A cominciare da Rossana Casale, accompagnata per l'occasione da Luigi Bonafede al pianoforte e Roberto Regis al sax alto e soprano, che presenterà in anteprima il brano inedito di Lelio Luttazzi intitolato "Non lo so". Fra gli altri prestigiosi ospiti della serata, condotta dal giornalista Dario Salvatori, si esibiranno artisti del calibro di Dado Moroni, Rita Marcotulli, Lorenzo Hengeller, Freddy Colt e Le Voci di Corridoio.

Il Premio Luttazzi 2011 si inserisce nel cartellone della quinta edizione di TriesteLovesJazz, all'interno di "Serestate 2011", contenitore estivo promosso dal Comune di Trieste con la collaborazione organizzativa del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.
L'ingresso alla serata "Nel nome di Lelio" è libero e gratuito.

Leggi le Ultime Notizie >>>