Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 07 Giugno 2011

Sabato al Cafè Rossetti è l’ora dell’Aperitivo New Classic con i Funkimage

Funkimage

Trieste (TS) - Il sabato dalle 19 alle 22 al Cafè Rossetti è l'ora dell'Aperitivo New Classic d'ispirazione radiofonica: rivisitazioni di grandi classici di ieri e di oggi in versione bossa eseguiti dal vivo dai Funkimage.

Costituita da musicisti di ottimo livello professionale, la band Funkimage propone cover (e non solo) di grandi artisti come James Brown, Prince, Lenny Kravitz, Mother Earth, Jamiroquai , Maceo Parker e altri ancora.
La calda voce di Juan Pablo Grando, una compatta sezione ritmica e l'immancabile presenza di una "sezione fiati" ricercano un groove che, oltre al semplice ascolto, si presti a riscaldare gli animi ed a far muovere il corpo.
Dall'ACID JAZZ al SOUL, dal BLUES al RAP, dal JAZZ al R'n'B. Generi che vengono interpretati mixando ritmica e fiati in una comune matrice: quella del FUNKY.

Grazie a un versatile frontman e alla presenza dei fiati, la band ha già avuto risposte entusiastiche e positivi giudizi di critica nelle performance sinora sostenute, esibendosi nel Nord Est italiano. Sembra essere notevole soprattutto l'impatto live con il pubblico: se poi ci aggiungete le percussioni e due o tre coriste... il mix diventa "esplosivo"!


Massimo Perucchini alla chitarra elettrica ritmica e solista. Genova, 8/1/'67. Dall'ascolto dei suoi primi idoli, i Beatles, nasce la passione per la chitarra rock e blues; ha modo di partecipare a importanti manifestazioni musicali nell'ambito cittadino prima di dedicarsi allo studio del jazz, un passo quasi obbligato nell'evoluzione dello strumento. Dal suono pulito delle chitarre di E. Clapton e R.Cray, presta ora grande attenzione ai suoni e alle ritmiche proposte dall'acid jazz di Oltre Manica e dal vecchio funky anni '70.

Jean F. Mammas alla batteria e percussioni. Atene, 2/8/'66. Da sempre appassionato delle percussioni in genere, inizia lo studio dello strumento con Gabriele Centis, indirizzandosi verso la musica rock e blues (fin dall'inizio quindi a fianco di Perucchini); ben presto sviluppa lo studio delle percussioni e della musica latina che lo vede partecipare a numerosi concerti accanto al brasiliano Alberto Cicayban (assieme al flautista Leo Curri e al sassofonista Nevio Zaninotto (Lubiana 1995).
Alla fine lo studio del jazz e del funk lo porta a pensare di costituire una propria band con il chitarrista Perucchini e il chitarrista Andrea Massaria.

Juan Pablo Grando alla voce, Technics sl 1200 mk2 ed effetti. Buenos Aires, 7/12/'69. Dopo il college inglese, si dedica allo studio del sax, sua prima passione; in Italia ha modo di sperimentare un sound tra preziosismi strumentali e musica techno e drum'n'bass, presso alcune discoteche della città. Ben presto però decide di seguire quella che scopre essere una sua dote naturale: quella di cantante e showman. Versatile in tutti i generi musicali, matura la passione per il soul e il funky e si unisce al duo Perucchini-Mammas costituendo il nucleo dei Funkimage.

Mario Cogno al basso. Trieste, 27/11/'56. Dopo il diploma al conservatorio "Tartini" di Trieste (1985, rivolge l'attenzione alla musica leggera e jazz; numerose le sue collaborazioni con importanti band e artisti come Tom Kirk Quartet, Jazz Forms, Fairfield, Ocho Rios, Bruno Cesselli, il batterista B. Biriaco e la cantante Lilian Terry. E' stato quindi ospite di rassegne internazionali, trasmissioni radiofoniche e televisive. Lo studio estremamente approfondito gli permette di dedicarsi anche all'insegnamento e tra una lezione e l'altra accompagna musicisti jazz americani come Henry Sweet Edison (Count Basie Orchestra), Ralph Sutton, Tommy Campbell.
Ma la sua vera anima è quella del funk che gli impone di unirsi alla band Funkimage completando quel "groove" che contraddistingue lo stile della band.

Maurizio Cepparo al trombone. Udine, 16/6/'61. Inizia la sua carriera musicale all'età di 10 anni presso una formazione bandistica locale. Dopo il diploma al conservatorio "Tomadini" di Udine, la passione per il jazz lo spinge a seguire numerosi seminari di grande livello (Siena jazz, Kenny Wheeler e quello prestigioso tenuto dalla Manhattan School of Music di New York). Si dedica anche al latin jazz collaborando con gli "Ocho Rios" e ha modo di suonare con molti jazzisti a livello regionale.

Cristiano Ongaro alla tromba e flicorno. Trieste,19/9/'70. Quella degli Ongaro è una famiglia di musicisti (contrabbassista il fratello, batterista il padre). Diplomato al conservatorio "Tartini" di Trieste si dedica inizialmente alla musica da camera e fa parte per lungo tempo dell'orchestra sinfonica del Tartini; nell'85 lavora per la produzione di commedie musicali del teatro "La Contrada" e partecipa a numerose registrazioni radiofoniche per la RAI. E' solo nel 2002 che si lascia coinvolgere nel pogetto Funkimage Cafè Rossetti - logo dando il tocco finale a un sound caldo e coinvolgente portando il funk e l'acid jazz a diventare una musica elegante e d'atmosfera.

INFO: www.geocities.com/funkimage

Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina facebook del Cafè Rossetti.

Per informazioni:
Cafè Rossetti
Largo Giorgio Gaber, 2
tel. 0405700566

Leggi le Ultime Notizie >>>