Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 04 Giugno 2011

Bookmark and Share

"Adriatic World": al centro del dibattito il progetto del Parco Navale di Trieste

Adriatic World - logo

Trieste (TS) - Si è parlato del progetto del Parco Navale oggi ad "Adriatic World" - manifestazione a ingresso libero ospitata alla Stazione Marittima del Molo IV che raccoglie i vari aspetti delle attività correlate al Mare.
Il progetto, illustrato da Roberto Bolelli, Alessandro Damico ed Edoardo Natelli di Trieste Sommersa Diving nel corso del convegno moderato dal giornalista Rai Marco Buzziolo, prevede la realizzazione di un Parco Navale subacqueo ecologico - visitabile sia da subacquei che non con l’ausilio di un sommergibile – che sorgerà in un’area di 55mila metri quadri a ridosso della zona wafer della Riserva Marina di Miramare. In particolare è previsto l’affondamento di un’iniziale unità dismessa della Marina Militare Italiana, previa bonifica, a una profondità di 19 metri. “Siamo in attesa di un incontro chiarificatore con il Ministero dell’Ambiente e con il Ministero al Turismo – ha detto Bolelli - per la risoluzione positiva dell’iter burocratico previsto e il conseguente avviamento dei lavori. Partito nove anni fa, il progetto intende proporsi con una fortissima valenza turistica, scientifica e ambientale per Trieste coniugando temi sociali e temi economici”.

Al messaggio di benvenuto alla Comunità subacquea presente da parte dell’Ammiraglio Antonio Basile, che ha sottolineato la recente promulgazione del nuovo Regolamento per la disciplina delle attività subacquee a scopo sportivo, ricreativo, didattico o a fini scientifici, è seguita una serie di relazioni di alto livello internazionale promosse da DAN Europe con la partecipazione dei maggiori esperti in campo europeo delle scienze fisiologiche applicate alle attività subacquee con autorespiratori e in apnea. Sono intervenuti tra gli altri il prof. Costantino Balestra fisiologo e docente della Libera Università di Bruxelles, il dottor Peter Germonpre’ dell'Ospedale Militare di Bruxelles e l’ingegner Salih Murat Egi da Istanbul.
Nel corso della mattinata, il V Nucleo Sommozzatori della Capitaneria di Porto di Trieste ha effettuato un'esercitazione dimostrativa di recupero in mare.

Sono intervenuti nel pomeriggio Saul Ciriaco dell’Area Marina Protetta di Miramare che ha relazionato su “Il visual census nell’attività subacquea” e la dottoressa Paola Del Negro dell'OGS di Trieste, Istituto che, supportato dalla Regione, da marzo di quest'anno svolge un monitoraggio della qualità delle acque al largo che si protrarrà durante tutto il periodo estivo - che ha parlato di “Immersione sicura in mare aperto”.
Per il miglioramento della sicurezza nelle immersioni, Massimo Pieri del DAN ha lanciato un invito alla ricerca partecipata rivolto a tutti i subacquei, affinché si rendano disponibili a condividere i dati fisiometrici delle proprie immersioni inserendoli in una raccolta di dati atta a sviluppare la sicurezza dell’intera comunità subacquea. E’ stato infine premiato Luciano Russo per i recuperi profondi operati in ambienti subacquei occlusi.

La manifestazione si chiuderà domani (domenica 5 giugno) con un convegno che avrà per moderatore il noto giornalista tematico Romano Barluzzi e sarà incentrato sull'apnea con interventi del dottor Danilo Cialoni di DAN Europe Research e Apnea Academy Research che tratterà gli aspetti fisiopatologici dell’apnea e la presenza di Gianluca Genoni e Patrick Musimu (recordmen di apnea profonda).
Alle ore 11.00, nel bacino antistante il Molo IV, avrà luogo una dimostrazione della Società Italiana Cani Salvataggio Sezione Friuli Venezia Giulia u.Ci.O. Onlus in collaborazione con i mezzi della Guardia Costiera che vedrà impiegata una decina di esemplari.
Seguirà la premiazione di Ruggero Loperfido, noto palombaro triestino la cui immagine è stata usata sul manifesto della manifestazione.

L'evento è organizzato da Adriatic Events in collaborazione con la Guardia Costiera (partner tecnici il Consorzio Promotrieste, l’Area protetta di Miramare, la Guardia Costiera Ausiliaria del FVG) e gode del patrocinio della Camera di Commercio IAA di Trieste e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Assessorato alle Attività Produttive con delega al Turismo.









Leggi le Ultime Notizie >>>