Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 23 Maggio 2011

Bookmark and Share

La Contrada si racconta a Palazzo Gopcevich in occasione della mostra sui 35 anni della sua storia

La Contrada. 35 anni di teatro in mostra

Trieste (TS) - In occasione dell’esposizione “La Contrada. 35 anni di teatro in mostra” alla Sala Attilio Selva di Palazzo Gopcevich a Trieste (Via Rossini 4), saranno proposti al pubblico alcuni incontri di approfondimento con i protagonisti della storia della Contrada e con la lettura a leggìo di brani tratti dagli spettacoli più celebri messi in scena negli anni dalla compagnia triestina.

Organizzata dalla Contrada e dall’Area Cultura e Sport del Comune di Trieste / Civici Musei di Storia ed Arte / Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, la mostra propone un percorso attraverso le tappe più significative della storia di questa piccola compagnia che, dalla fondazione nel 1976 è diventata nel corso degli anni uno dei principali enti produttivi del Friuli Venezia Giulia, conosciuto a livello nazionale per i suoi spettacoli.

Nelle tre sale della mostra, attraverso una ricca documentazione composta da locandine, foto di scena, documenti storici, depliant, oggetti di scena, costumi e bozzetti, vengono illustrati i tre principali filoni di attività della Contrada: il teatro per ragazzi, le produzioni nazionali e dialettali, i progetti speciali.
A dare ulteriore corpo all’esposizione si aggiungono nell’attigua Sala Bobi Bazlen quattro “Conversazioni e incontri” per approfondire la storia dello Stabile privato triestino.

Il primo di questi appuntamenti, “La Contrada racconta…”, sarà presentato lunedì 23 maggio alle 17.30. Moderato da Paolo Quazzolo, curatore della mostra e responsabile delle relazioni culturali della Contrada, l’incontro vedrà protagonisti Ariella Reggio, Francesco Macedonio, Livia Amabilino, Ivaldo Vernelli, Sergio D’Osmo, Guido Batteri e il giornalista Roberto Canziani. Al di là di un semplice “incontro con il pubblico”, la serata vuole soprattutto presentare un excursus sui 35 anni della Contrada, attraverso aneddoti, ricordi e curiosità, testimoniati da chi li ha vissuti in prima persona.

Il secondo appuntamento con le “Conversazioni e incontri” avrà luogo giovedì 26 maggio, sempre alla Sala Bazlen, con la prima di due serate intitolate “La Contrada a Leggìo”, dove verranno proposti diversi brani tratti dai più celebri spettacoli della Contrada e recitati dagli attori della compagnia. In questa prima serata sarà interpretata a leggìo una selezione di brani di spettacoli allestiti fra il 1976 e il 1997 (nella seconda serata “La Contrada a Leggìo”, lunedì 6 giugno, verranno invece recitati spezzoni di commedie prodotte dal ’97 ai giorni nostri).
Tutti gli incontri avranno inizio alle 17.30 e saranno moderati da Paolo Quazzolo.

L’ingresso alla mostra in Sala Selva (aperta al pubblico fino a domenica 12 giugno ogni giorno – festivi compresi – dalle 9.00 alle 19.00) e agli incontri alla Sala Bazlen è libero.

Informazioni:
tel. 040 6758114 - www.triestecultura.it
tel. 040 948472 - contrada@contrada.it

Leggi le Ultime Notizie >>>