Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 21 Marzo 2011

Bookmark and Share

"Libera" celebra la Giornata della Memoria per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie

Trieste (TS) - In occasione della Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie il Coordinamento provinciale di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, promuove un incontro che si svolgerà lunedì 21 marzo alle 17.30 in Piazza della Borsa a Trieste.

“Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” è impegnata nel sensibilizzare i cittadini, in particolare modo i giovani, sulla necessità di combattere le mafie, affermare la legalità, perseguire la giustizia sociale.

Dal 1995 ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. Il 21 marzo, primo giorno di primavera, è il simbolo della speranza che si rinnova ed è anche occasione di incontro con i familiari delle vittime che hanno trovato la forza di risorgere dal loro dramma, elaborando il lutto per una ricerca di giustizia vera e profonda, trasformando il dolore in uno strumento concreto di impegno e di azione di pace.

La XVI Giornata della Memoria e dell'Impegno, si svolgerà, quest’anno a Potenza il 19 marzo: da qualche anno, infatti, l'appuntamento si celebra il sabato più vicino al 21 marzo per favorire l'arrivo delle scolaresche, dei gruppi e delle associazioni che provengono da ogni regione d'Italia.

Tuttavia il 21 marzo, in tutte le maggiori città italiane, Libera organizzerà, invitando le istituzioni locali, una sobria ma significativa cerimonia: la lettura pubblica dei nomi conosciuti delle vittime innocenti delle mafie. Un modo semplice e profondo per ricordare quanti tra magistrati, forze dell’ordine, giornalisti, sindacalisti, politici, sacerdoti, ma anche molti semplici cittadini –donne, uomini, bambini- hanno perso la vita per mano della violenza mafiosa. Tra i tanti nomi ci saranno anche quelli di due triestini: il primo è Eddie Cosina, agente della scorta di Paolo Borsellino, morto nella strage di via D’Amelio il 19 luglio 1992, la cui famiglia sarà presente all’iniziativa; il secondo è Miran Hrovatin, cineoperatore triestino morto a Mogadiscio il 20 marzo 1994 insieme alla giornalista Ilaria Alpi.



Leggi le Ultime Notizie >>>