Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 14 Marzo 2011

Bookmark and Share

Comune di Trieste: arte e cinema per festeggiare i 150 anni dell'Unità d'Italia

di Claudio Bisiani

Un momento della conferenza stampa (foto: Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Presentato nel Salotto Azzurro del Municipio il programma delle iniziative culturali promosse dal Comune di Trieste per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Gli appuntamenti, illustrati stamattina alla stampa dal sindaco Roberto Dipiazza, dall'assessore alla Cultura Massimo Greco e dal direttore dell'Area Cultura Adriano Dugulin, prenderanno il via mercoledì 16 marzo nell'ambito della "Notte Bianca" di Trieste, che farà da apripista ai festeggiamenti del giorno seguente.
«Siamo patrioti e non nazionalisti - ha detto il primo cittadino del capoluogo giuliano - e per questo festeggiamo una ricorrenza importante per il nostro Paese e per la nostra città. Sono convinto che Trieste saprà distinguersi anche in questa storica occasione, che mette in risalto i valori, la cultura, i patrimoni e tutto il popolo italiano».

Primo evento in cartellone la riapertura del Civico Museo del Risorgimento, arricchito di un nuovo apparato didascalico e di moderni supporti didattici che guideranno il visitatore in un percorso che abbraccia oltre un secolo di storia cittadina, dal 1848 al 1954, anno del secondo ritorno di Trieste all'Italia. Il 16 marzo, in collaborazione con la Lega Nazionale, il museo resterà aperto dalle 9 alle 24, mentre giovedì 17 dalle 9 alle 19. Sulla sua facciata, in entrambe le giornate, sarà proiettato un tricolore di luce, mentre farà da sottofondo una colonna sonora di canti patriottici e risorgimentali a cura della Casa della Musica/Scuola di Musica 55. A disposizione del visitatore sarà attivo anche un servizio didattico informativo. L'assessore Greco ha infine anticipato un'ulteriore rassegna espositiva futura sulla figura di Mario Besso, patriota di religione ebraica e manager delle Generali.

Una seconda iniziativa straordinaria riguarderà il Museo Revoltella, nei cui spazi mercoledì 16 marzo – con apertura straordinaria dalle 19 alle 24 – sarà inaugurata la mostra “Arte e Nazione. Dagli Induno a Fattori nelle collezioni del Museo Revoltella”. L'esposizione raccoglie «degli autentici capolavori dalla fine dell'Ottocento in poi – ha detto la direttrice Maria Masau Dan –, che ci sono stati richiesti per varie altre rassegne in tutta Italia. Opere di grande rilievo per la rappresentazione delle guerre risorgimentali e, più in generale, per il valore documentario rispetto alla cultura artistica italiana rapportata a quella triestina della seconda metà del XIX secolo».
Masau Dan ha sottolineato inoltre l'importanza dei contenuti dei dipinti della mostra, in cui emerge la visione di un futuro orientato al progresso, alla libertà, all'unità culturale e di patria. Una pittura che attraverso i temi del Risorgimento «ha svolto una funzione fondamentale nella diffusione di una cultura nazionale e ha fatto emergere grandi artisti e talenti del nostro Ottocento come i fratelli Induno, Cesare dell'Acqua, Lorenzo Butti, Antonio Lonza e Giovanni Fattori». La collettiva sarà visitabile fino al 5 giugno prossimo, ogni giorno (tranne il martedì) con orario continuato dalle 10 alle 18.

E sempre al Museo Revoltella, nell'auditorium di via Diaz, avrà luogo una rassegna cinematografica curata da La Cappella Underground dedicata al rapporto fra arte e cinema nel Risorgimento. In cartellone sei film firmati Rossellini, Visconti, Blasetti, Nelli, Taviani e Soldati che «trattano temi risorgimentali – ha detto Daniele Terzoli, presidente di Cappella Underground – e richiamano l'iconografia dei pittori presenti nella mostra».

Fra gli altri appuntamenti in programma giovedì 17 marzo una seduta straordinaria del Consiglio Comunale, con l’intervento del prof. Giuseppe Parlato, e la cerimonia dell'alzabandiera in piazza Unità d'Italia davanti al palazzo municipale illuminato dalle luci del Tricolore.

Leggi le Ultime Notizie >>>