Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 02 Marzo 2011

Bookmark and Share

Concerto del pianista triestino Rinaldo Zhok a "Gorizia Classica 2010/2011"

Rinaldo Zhok

Gorizia (GO) - Proseguono e si avviano alla conclusione i riuscitissimi concerti invernali lisztiani promossi dall’Associazione “Musica Aperta” di Gorizia e inseriti nella tredicesima edizione della stagione "Gorizia Classica". Dopo il particolare e raro concerto dedicato all’ultima produzione di Franz Liszt, che ha avuto come protagonista il pianista Luca Ferrini, la stagione continua con un altro recital pianistico interamente lisztiani.

L’iniziativa è organizzata con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Assessorato ai Giovani, Cultura, Sport, Associazionismo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e realizzata con il sostegno e il patrocinio della Provincia e dei Musei Provinciali di Gorizia, del Comune di Gorizia e del Gruppo Carso Gorizia.

I concerti sono ospitati nella Sala Convegni dei Musei Provinciali di Gorizia, in Borgo Castello n. 13 e, analogamente alle precedenti stagioni, grazie alla preziosa collaborazione degli Enti patrocinatori e sovvenzionatori, anche quest’anno l’ingresso è libero e gratuito per il pubblico. L’accesso alla sala è consentito dalle ore 16.30 e fino all’esaurimento dei posti disponibili: i concerti iniziano alle ore 17.00 precise. Si ricorda che da fine gennaio è chiuso per lavori di riqualificazione Viale D’Annunzio, quindi è necessario, per chi utilizza le automobili, seguire la viabilità alternativa, salendo per Via del Colle, dove è posto un semaforo che regola un senso unico alternato.

Il cartellone, comprendente nove concerti in programma con cadenza settimanale, tutti i sabati fino al 12 marzo 2011, è stato curato dal professor Giorgio Samar, presidente dell’Associazione «Musica Aperta», ideatore e promotore della rassegna dalla prima edizione del 1998.

Il ciclo è stato intitolato «Inverno 2011 - Liszt e la musica romantica per pianoforte» e sottotitolato “Omaggio a Franz (Ferenc) Liszt nel 200° anniversario della nascita”, desiderando celebrare quest’importante ricorrenza musicale, offrendo agli spettatori goriziani e regionali l’opportunità di ascoltare repertori concertistici sicuramente non abituali. Franz Liszt, forse un po’ sottovalutato e apprezzato solo per le sue arditezze tecniche di grande impegno e di facile presa, è invece stato non solo il più grande pianista mai esistito, ma anche di uno dei compositori più geniali, avanzati e autenticamente visionari della storia.

L’’ottavo concerto è in programma per sabato 5 marzo, quando suonerà il pianista triestino Rinaldo Zhok, applaudito ospite dell’ultimo appuntamento realizzato nella stagione autunnale 2010 assieme a Cristina Santin.

Rinaldo Zhok, nato a Trieste nel 1980, riceve le prime lezioni di pianoforte all’età di sette anni dalla madre. Studia poi per cinque anni con Clara Lenuzza, cui deve molto della sua formazione, e si diploma a diciotto anni con il massimo dei voti sotto la sua guida presso il Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste. Fin da giovanissimo, parallelamente alla carriera solistica, ha sempre affiancato un’intensa attività cameristica. Tuttavia solo la formazione di duo pianistico riesce ad appassionarlo a tal punto da spingerlo a formarsi, in duo con Cristina Santin, presso l’Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera, sotto la guida del celebre duo Yaara Tal e Andreas Groethuysen, sostenuto da una borsa di studio della Fondazione Filantropica Ananian.

Continua la sua formazione pianistica ed è ammesso alla Folkwang Universität di Essen, dove consegue il Konzertdiplom sotto la guida di Boris Bloch, uno dei più importanti eredi della scuola pianistica russa di Dmitri Bashkirov. Altrettanto significativi sono stati anche gli incontri con maestri quali Lazar Berman, Riccardo Zadra, Dario De Rosa e Pier Narciso Masi. Attualmente è allievo del maestro Sergio Perticaroli presso l’Accademia di Santa Cecilia di Roma.
Ha tenuto concerti in Italia, Austria, Francia, Germania, Polonia, Slovenia e Ungheria come solista, in formazioni cameristiche e con orchestra riscuotendo consensi da parte del pubblico e della critica. Ha collaborato inoltre con il sassofonista irlandese Gerard McChrystal e con Massimiliano Miani, primo clarinetto solista della Slovenian Philarmonic Orchestra.

Ha vinto alcuni premi sia in competizioni solistiche (“Felix Mendelssohn” International Competition for young pianists 2003, First European Piano Competition Poznan 2008, “Città di Cesenatico” National Competition 2006) che cameristiche (“Giulio Viozzi” International Competition Trieste 2001, “Camillo Togni” International Competition for piano duet and chamber music, “Roma 2005” International Competition for piano duet, “Lilian Caraian 2010” Trieste).

Ha registrato, per “Rainbow Classics”, due Cd con musiche per pianoforte dei compositori italiani Mario Zafred e Antonio Bibalo.
Il programma sarà interamente dedicato a Liszt, e comprenderà le due sonate, ovvero la Sonata in si minore op. 56 e, da “Années de pèlerinage. Deuxième année, Italie”, la settima composizione Après une lecture de Dante, sottotitolata Fantasia quasi Sonata. Fra le due Sonate, che hanno una struttura sicuramente diversa da quella in precedenza utilizzata, essendo entrambe in un unico movimento d’ampia stesura, la Polonaise n. 2 in Mi Maggiore.

La rassegna terminerà sabato 12 marzo con il recital del pianista udinese, Ferdinando Mussutto, presente nel cartellone autunnale 2010 ma impossibilitato a suonare a causa dell’annullamento del concerto causa neve. Non sarà riproposto il repertorio programmato per dicembre (Chopin, poi variato con Beethoven), bensì il confronto fra Liszt e Brahms. Nella prima parte saranno eseguiti i Klavierstücke, op.76 e le due Rhapsodies op. 79 di Johannes Brahms, mentre nella seconda parte di Liszt, Les cloches de Genève, da “Années de pèlerinage Première année, Suisse”, la Rhapsodie espagnole. Folies d’Espagne et Jota aragonesa ed a concludere, dalle “Ungarische Rhapsodien”, la n. 12 in do diesis minore.

INFO: musica.aperta@alice.it

Leggi le Ultime Notizie >>>