Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 15 Dicembre 2010

Bookmark and Share

Venerdì 17 dicembre concerto di Stefano Franco & Flampet Hornes al CafèRossetti

Stefano Franco

Trieste (TS) - Terzo appuntamento, venerdì 17 dicembre dalle ore 22.00, dedicato al jazz al nuovo Music club del venerdì denominato “jazz@lipsticks” e allestito presso il Cafè ristorante Rossetti.

Dopo il successo dell’esordio, con la Shipyard Town Jazz Orchestra e il The Dukes of Rhythm Duo composto da James Thompson (sassofonista di Zucchero e Paolo Conte) e Stefano Franco e l’applaudita esibizione di venerdì scorso della Trieste Ragtime Jazz Band, nello spazio settimanale del venerdì denominato "jazz@lipsticks" con la direzione artistica di Stefano Franco, a esibirsi venerdì 17 dicembre, dalle ore 22.00, presso il cafè Rossetti (Largo Gaber, 2 a Trieste) saranno “Stefano Franco & Flampet Hornes”.

Stefano Franco, noto pianista jazz e Honky Tonk Piano, autore dell’omonimo Metodo edito da Carisch, si esibirà accompagnato da un’eccellente sezione fiati costituita da tre solisti regionali di livello assoluto quali Flavio Davanzo, Giuliano Tull e Maurizio Cepparo.

Una sezione fiati in senso classico formata (rispettivamente) da tromba, sax contralto e trombone culisse (altrimenti detto “a tiro”), vale a dire le tre voci della più classica delle sezioni fiati: una formazione versatile e per questo utilizzata da formazioni funky, swing boogie woogie e rock’n’roll.

Il programma verterà su alcuni standard del mainstream jazz: classici senza tempo e di estrema godibilità anche per un pubblico composto non solo da jazzofili (proprio quella categoria trasversale che con un programma di grande qualità, ma adatto appunto a tutti i palati il direttore artistico, Stefano Franco intende richiamare al music club) firmati (tra gli altri) da Duke Ellington, Count Basie, Chuck Berry.

“Il titolo della serata “Il rock’n’roll prima di Elvis Presley" promette divertimento e allegria allo stato puro e intende dimostrare che il rock’n’roll – come spiega il direttore artistico - è un genere antecedente a Elvis, perché Count Basie lo praticava buoni trent'anni prima che fosse conosciuto nel mondo occidentale”.

Quella al cafè si preannuncia quindi anche venerdì prossimo come una serata di puro divertimento e di grandi emozioni, come quelle che il direttore artistico del Muggia Jazz Festival seppe creare a Trieste negli anni ‘90 e intende far rivivere al jazz club del venerdì.

Il programma del Music club è in fase di definizione, ma promette concerti di livello, sound di grande impatto con scintillanti ottoni, calde atmosfere da Cotton club e qualche sorpresa. Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina facebook del Cafè Rossetti.

Per informazioni:
Associazione culturale musicale B.B.C.
tel. (+39) 3384845188 - fax (+39) 040577426

Leggi le Ultime Notizie >>>