Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
Luigi Merola - Eterogeneo susseguirsi di cementonatura
Spazio Espositivo EContemporary
Trieste
Dal 21/06/19
al 07/09/19
particolare

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Cultura > Musica > 13 Dicembre 2010

Bookmark and Share

“Mercoledì del Conservatorio”: riflettori puntati sul Jazz Ensemble del Tartini

Giovanni Maier

Trieste (TS) - Si accendono i riflettori del jazz al Conservatorio Tartini di Trieste, nella serata di mercoledì 15 dicembre, alle ore 20.30, per il cartellone dei “Mercoledì del Conservatorio” curati dal direttore Massimo Parovel con il prof. Roberto Turrin, di scena come sempre nella Sala Tartini, in via Ghega 12 (ingresso libero previa prenotazione - tel. 040.6724911, info www.conservatorio.trieste.it).

Di scena sarà infatti il Jazz Ensemble del Conservatorio Tartini, nato nell’ambito del corso di “musica d’insieme per formazioni jazz” tenuto da Giovanni Maier, composto da Alba Nacinovich e Carlotta Padovan voce, Flavio Davanzo tromba, Marko Cepak chitarra, Marco Germini pianoforte, Simone Serafini contrabbasso, Marco Trabucco basso elettrico, Igor Checchini, Carlo Badanai batteria.

L’ensemble si dedica ad approfondire le modalità di composizione, arrangiamento ed esecuzione all’interno di un gruppo di medio organico, dove ogni musicista deve contribuire con la propria personalità alla creazione del suono collettivo del gruppo. Il repertorio è composto quasi interamente da composizioni e arrangiamenti originali dell’insegnante e degli allievi. Si spazia in modo trasversale attraverso diversi linguaggi: il jazz, ovviamente, ma anche il pop, il rock, la musica etnica e quella contemporanea, sempre mantenendo inalterato l’atteggiamento creativo ed informale che sta alla base della tradizione afro-americana.

I vari brani sono collegati, senza soluzione di continuità, da episodi improvvisati di “colore” diverso, in modo da rendere più continuativo e omogeneo il “racconto” che si intende esporre al pubblico.

INFO: www.conservatorio.trieste.it

Leggi le Ultime Notizie >>>