Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 15 Novembre 2010

XXI Giornata dei Diritti dell’Infanzia: presentate le iniziative promosse dal Comune di Trieste

Un momento della conferenza stampa di presentazione (foto: Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - In occasione della ricorrenza del 20 novembre, la Giornata dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza - che ricorda la Convenzione Internazionale approvata nel 1989 dall’Assemblea delle Nazioni Unite a New York, poi ratificata in ben 193 Stati, tra i quali l’Italia nel 1991 (Legge 176) - l’Assessorato all’Educazione, Università e Ricerca ha presentato un ricco calendario d’iniziative, in collaborazione con l’Assessorato alla Promozione e Protezione Sociale. Saranno in tutto tre giornate di coinvolgimento, divertimento e riflessione aperte alla cittadinanza, ai bambini e ai giovani.

“La Convenzione ha introdotto per la prima volta l’idea che il bambino è soggetto di diritto e non solo oggetto di tutela e protezione – ha detto l’assessore all’Educazione Giorgio Rossi - , ma anche il rispetto della sua identità, privacy, dignità, libera espressione e partecipazione. Oggi è d’obbligo riflettere su questi concetti riferendosi ai rapidi cambiamenti della società e partecipare, come istituzioni, a tutte le occasioni di confronto soprattutto sul tema famiglia, creando una rete di formazione del personale educativo. Ma anche servizi specifici per i bambini che seguano da vicino i bambini monitorando le situazioni a scuola e a casa. Ecco l’importanza di ‘fare rete’ essere sempre pronti a risolvere le varie problematiche”.

L’assessore Carlo Grilli ha concordato con Rossi sul fatto che “la tutela dei diritti dell’infanzia deve partire dall’ambito famigliare perché mai come oggi si assiste ad una disorientamento generale che rende opportuno un dialogo costante fra tutti gli operatori che s’impegnano quotidianamente e i genitori, soprattutto nel caso di bambini con disabilità o per quelli di diversa nazionalità che frequentano la scuola. E, in tal senso, Trieste, città a pieno titolo ‘europea’, può svolgere un ruolo importante anche per la crescita dei nostri ragazzi”.

Gli eventi – tutti gratuiti - si svolgeranno dal 18 al 20 novembre in Piazza Cavana, presso la Casa della Musica, nella Sala di via Capitelli 8 e la Sala del MIB School of Management di Largo Caduti di Nasiriya 1.

---------------------

PROGRAMMA

- presso la sala conferenze del MIB School of Management
in L.go Caduti di Nasiriya 1

- giovedì 18 novembre dalle 14.30 alle 18.30
incontro a tema "Quali diritti e quali opportunità per l'infanzia e i giovani "O-25". Pluralità degli sguardi nella Trieste multiculturale"
La finalità dell'incontro è quella di cogliere “gli sguardi” del territorio sugli aspetti di convivenza nella pluralità, facendone emergere le opportunità, mantenendo vivo il dialogo tra istituzioni, servizi e cittadini per agevolare la realizzazione di reti capaci di sostenere le giovani generazioni nei processi epocali di cambiamento che caratterizzano la nostra società. Le testimonianze dei servizi, delle istituzioni e delle persone coinvolte avranno lo scopo di far emergere dallo sfondo normativo esistente i bisogni, gli strumenti, le pratiche, le criticità, le prospettive dei diversi soggetti coinvolti nei processi di accoglienza ed integrazione dei bambini e dei giovani provenienti da altri luoghi o di seconda generazione.
L’incontro, rivolto agli educatori, insegnanti ed operatori del Comune di Trieste, è aperto a tutta la cittadinanza.

in piazza Cavana:
- venerdì 19 novembre dalle 10.00 alle 12.00
L’albero dei diritti
il Comitato Provinciale UNICEF di Trieste ripropone l’esperienza positiva dello scorso anno denominata “L’Albero dei Diritti”, rivolta alle scuole dell’infanzia e primarie della provincia, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza dei diritti inviolabili dei bambini sanciti dalla Convenzione.
La mattina di venerdì 19 novembre, dalle 10 alle 12, in piazza Cavana, bambini e ragazzi, con la collaborazione dei giovani organizzatori della Majenca (l’albero di maggio), appenderanno i loro cartelli, disegni, lavori originali sull’albero che si innalzerà al centro della piazza, dove non mancherà musica ed animazione. Saranno presenti gli studenti del Collegio del Mondo Unito che proporranno storie e giochi dei loro paesi.
Durante la mattinata verrà presentata la classe che ha realizzato il disegno vincitore del concorso, abbinato alla manifestazione, “L’albero dei diritti 2010”, con il quale è stato realizzato il manifesto celebrativo.
Per i bambini più grandi ci sarà la possibilità di cimentarsi nel divertente percorso di educazione alla sicurezza, denominato Pompieropoli, con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, ambasciatori UNICEF. Ai partecipanti verrà rilasciato il diploma di “Piccolo Pompiere”.

- venerdì 19 e sabato 20 novembre dalle 16.30 alle 18.00
Circusrycicle
Spettacolo per bambini, ragazzi e famiglie a cura degli Jashgawronsky Brothers, inventori del genere musicale più strano del mondo: la musica da riciclo! Usando strumenti creati con materiali di uso comune e abbandonati gli strumenti "normali", riescono ad ottenere suoni incredibili e fare musica con scope, imbuti, barattoli, cucchiai, piatti, bicchieri, tubi e cestini. Hanno inventato la Chitarrawater, una chitarra elettrica fatta con una tavoletta del W.C., la batteria stendino, lo spazzolone contrabbasso, il secchioukulele, il basso tubo, un basso tuba fatto con il tubo elettrico il ferro da stiro macchina del fumo e molto altro. Giocano con naturalezza con la musica Pop, Rock, Metal, tradizionale, il blues, il jazz, inventandosi stranezze dall'effetto comico immediato! Nello spettacolo Circusrycicle adatto a qualsiasi età, i fratelli armeni daranno vita ad uno show dove la musica e il circo si incontrano per un’ora e mezza di comicità moderna, giocoleria, acrobazie, ritmo ed un tocco di “follia” che lascerà senza fiato lo spettatore. Insomma: lavatevi bene le orecchie e godetevi lo spettacolo più unico del mondo!
Hanno suonato in Brasile, Messico, sono reduci da tre tour trionfali in Giappone e sono stati accolti con entusiasmo nei più importanti festival di tutta Europa riscuotendo ovunque valanghe di applausi
Gli Jashgawronsky Brothers è stato il gruppo più acclamato alla Fira de Tarrega 2010 in Spagna con cinque giorni di sold out e al Festival “Mercanzia” di Certaldo con la maggior affluenza di pubblico. Hanno vinto inoltre il FORDERPREIS all’ INTERNATIONALES COMEDY ART FESTIVAL di MOERS 2002 e il primo premio “Miglior spettacolo” al Festival Mirabilia di Fossano.
In caso di maltempo le sedi alternative saranno: venerdì 19 novembre: il Polo di Aggregazione Giovanile “Enrico Toti” di via del Castello 2. Sabato 20 novembre: la Sala Oceania della Stazione Marittima.

- presso la Casa della Musica/Scuola di Musica 55
spettacoli per i nidi e le scuole dell’infanzia

- giovedì 18 novembre con orario 9.30-11.30
Storie… di acqua e sale
di e con Naya Dedemailan e Michele Ciarla
musiche e canzoni di Michele Ciarla
scenografia di Naya Dedemailan
produzione: Controluce Teatro
“Al centro di un giardino c’era una vasca larga e molto bella: era piastrellata in turchese e attraverso un piccolo canale di pietra, vi penetrava di continuo acqua...acqua...sempre fresca”.
Si apre così lo spettacolo... una finestra fantastica sul mondo sommerso. Un’attrice e un musicista attraverso canzoni, musiche suonate dal vivo, teatro d’attore e clownerie, ricreano in scena le ambientazioni fantastiche di tre storie sull’acqua, che vedono come protagonisti un pesciolino rosso, un granchio volante e un ranocchio.
In questi brevi racconti vengono affrontati (in maniera giocosa) i grandi temi del diritto alla libertà, al gioco, alla espressione artistica e al rispetto delle diversità.

- venerdì 19 novembre con orario 9.30-11.30
Che storia l’opera: Cenerentola ossia La bontà in trionfo
dramma giocoso in due atti di Gioachino Rossini
libretto di Jacopo Ferretti da Perrault
produzione: Casa della Musica / Scuola di Musica 55
con: Elisabetta Buffulini (pianoforte), Ornella Serafini (voce recitante), Clara Giangaspero e Alberico Spiazzi (cantanti)
La storia è quella della celebre favola del Perrault, con qualche variante nei personaggi (come sopra indicato) ma con lo stesso esito: la bontà trionfa sulla malizia e sull’invidia. Dell’opera originale di Rossini vengono estratti alcuni brevi brani delle arie, scelte tra le più celebri e le più facilmente accessibili alla comprensione dei più piccoli; la narrazione viene condotta da un’attrice che tesse le fila del racconto, introduce i personaggi e spiega i testi che vengono cantati. Un modo semplice e spontaneo perché il canto lirico sia compreso e gradito anche dai più piccoli, e non solo: i giovanissimi spettatori possono essere aiutati proprio dalla musica e dalle parole nell’identificare i personaggi e seguire più comodamente la storia. Sul “palcoscenico immaginario” un’attrice, due cantanti - un uomo e una donna, che interpretano rispettivamente i personaggi maschili e femminili - un pianoforte, alcuni semplici travestimenti e accessori per ricostruire la scena.

- presso la Sala di via Capitelli 8
Diritti in mostra
aperta dal 18 al 20 novembre
negli orari degli spettacoli o su appuntamento
Rassegna sulle passate edizioni della manifestazione relativa all’anniversario della firma della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, esposizione di elaborati relativi al concorso Unicef “L’albero dei diritti - 2010” e proiezione di alcune presentazioni realizzate sul tema dai Servizi educativi dell’Area Educazione, Università e Ricerca.
a cura dell’ufficio Progetti Speciali dell’Area Educazione, Università e Ricerca in collaborazione con il Comitato Unicef di Trieste.

Info e prenotazioni: ufficio Progetti Speciali tel. 040-6754148 e sul sito www.comune.trieste.it.


Altre iniziative:
- presso la Stazione Rogers
sabato 20 novembre dalle 10.00 alle 11.30
Pezzettino - lettura animata e laboratorio per bambini 4–8 anni
Pezzettino è il protagonista di un lavoro di Leo Lionni (da cui l’attività ha tratto liberamente ispirazione). Pezzettino è così piccolo che è convinto di essere il pezzo di qualcun altro. Ma di chi? Una storia essenziale e al contempo profonda che invita a riflettere sulla straordinaria unicità di ognuno.
Lo spettacolo, tutto realizzato con scatole di cartone e carta, permette ai piccoli spettatori di conoscere le vicende del protagonista e di entrare progressivamente nella successiva dimensione operativa. La prima fase è quindi un momento di conoscenza del testo, del tema e un incontro con l’animatrice, ma è anche un momento di piacevole rilassamento.
a cura di Susan Petri – Oplàrt/progetti per crescere ad arte;

- presso la Libreria Giunti al Punto di via Imbriani 7
sabato 20 novembre dalle 16.00 alle 18.00
Il teatrino del cerchio magico - lettura animata e laboratorio per bambini 6-10 anni
tratto dal libro Il cerchio magico di Susanna Tamaro, illustrazioni di Adriano Gon, settembre 2010, Giunti Editore
Storia di una battaglia coraggiosa in difesa della natura, della fantasia, della libertà… e di una grande amicizia. Assieme a Rick, bambino-lupo salvato dal cassonetto dalla lupa Guendy, i bambini si immergeranno nelle ecologiche ed ambientaliste avventure del Cerchio Magico, liberando la Terra dalla terribile minaccia dello Spetocchio Cosmico ed aiutando i Due Zampe a ritornare alla natura.
Così tutti i bambini del mondo liberati dall’ipnosi televisiva, ritorneranno allegri, pieni di fantasia e gioia.
Alla fine della lettura verrà costruito un piccolo teatro da tavolo con tutti i personaggi.

Info e prenotazioni:
ufficio Progetti Speciali tel. 040-6754339 / 8265 e sul sito www.comune.trieste.it

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>