Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 06 Novembre 2010

Bookmark and Share

Ai nastri di partenza la 10ª edizione di “Science+Fiction”, festival della fantascienza di Trieste

di Claudio Bisiani

“Science+Fiction” - locandina 2010

Trieste (TS) - «Dieci anni di “Science+Fiction” sono un traguardo importante. Non soltanto per noi organizzatori e per il nostro pubblico; non soltanto per Trieste, ma soprattutto per quel cinema di fantascienza che costituisce l’oggetto di indagine del festival». Con queste parole Daniele Terzoli, presidente della Cappella Underground, ha aperto la conferenza stampa di presentazione della decima edizione di “Science+Fiction”, il Festival Internazionale della Fantascienza di Trieste, in programma dall’11 al 14 novembre al Multiplex Cinecity del centro commerciale Torri d’Europa.

«Nel corso degli anni - ha proseguito Terzoli - la manifestazione si è evoluta e trasformata dal punto di vista del linguaggio, ridefinendo grazie alle nuove tecnologie i metodi della narrazione e le tecniche della rappresentazione cinematografica».

A fronte di un budget in preoccupante diminuzione – che ha comportato la forzata rinuncia agli ospiti stranieri e la riduzione delle giornate del festival – il cartellone di “Science+Fiction” 2010 è riuscito comunque a mantenere un livello alto e di ottima qualità, con un’articolata proposta multimediale: dal cinema al fumetto, dalla letteratura alla televisione. Al centro della kermesse, ovviamente, la settima arte, fra esclusive anteprime di genere fantasy, horror e science fiction, con i tradizionali concorsi internazionali per l’assegnazione del Premio Asteroide per il miglior film di fantascienza (12 titoli in gara), con le nomination al Meliès d’Oro per il miglior cortometraggio (13 opere in lizza) e al Meliès d’Argento per il miglior lungometraggio. E ancora il Premio Nocturno Nuove Visioni, in collaborazione con la rivista “Nocturno Cinema”, e il Premio del pubblico.

Presidente della giuria internazionale sarà quest’anno il regista Lamberto Bava, uno dei maestri del genere fantastico italiano, autore di pellicole culto quali “Macabro” (1980) e “Demoni” (1985), che presenterà a Trieste in anteprima nazionale l’episodio “Presagi” della nuovissima serie “Sei passi nel giallo” trasmessa da Mediaset.
E sempre alla televisione la 10ª edizione di “Science+Fiction” dedicherà un approfondimento, proiettando tre puntate di due serie Tv Sci Fi di grande successo sul piccolo schermo: “Haven” e “The Walking Dead”, tratta dall’omonima serie a fumetti di Robert Kirkman.

Tornando al cinema, invece, particolare attenzione verrà riservata alle produzioni del Vecchio Continente. Fra i principali titoli europei in cartellone la space-opera svizzera “Cargo”, il lungometraggio tedesco “Transfer”, il fanta-horror francese “Djinns” e il primo film serbo di animazione in CGI “Technotise”. E ancora pellicole teutoniche, norvegesi, finlandesi e naturalmente italiane (“Quam” di Mario D’Anna e “Krokodyle” di Stefano Bessoni), che si affiancheranno a importanti coproduzioni internazionali: da “Mr. Nobody” con Jared Leto e Diane Kruger a “Cold Souls” con Paul Giamatti, dai mondi surreali di “Symbol” del comico giapponese Hitoshi Matsumoto al thriller orientale “Les Nuits Rouges Du Bourreau De Jade (Red Nights)” dei francesi Carbon & Courtiard con la starlet hongkonghese Carrie Ng.

Fra gli appuntamenti speciali, da segnalare la retrospettiva dedicata al regista Antonio Margheriti, di cui verranno riproposte alcune space-opera degli anni Sessanta: “Space Man”, “I diafanoidi vengono da Marte” e “I criminali della Galassia”. In programma anche una tavola rotonda a cui parteciperanno il figlio Edoardo, pure lui regista, e Ruggero Deodato, che lavorò con Margheriti nel ciclo di film spaziali denominato “Quartetto Gamma Uno”.

Il dossier di Nocturno Cinema vedrà protagonista la fantascienza “made in Italy”, riproponendo due capolavori del genere come “La morte viene dallo spazio” di Paolo Heusch e “Terrore nello spazio” di Lamberto Bava, mentre domenica 14 novembre – tra gli eventi collaterali del festival –verrà proiettato il video “Masterclass: Cattivissimo Me”, incontro con il triestino Mitja Rabar, senior character animator alla MacGuff di Parigi.

Al Continentale Hotel (in via San Nicolò, 25) si terranno invece due incontri, curati da Giuseppe Lippi, che anticiperanno le prossime uscite della rivista Mondatori Urania: “Shi Kong-China Futures”, prima antologia della fantascienza cinese tradotta dalla lingua originale, e il romanzo vincitore del Premio Urania 2009, “Lazarus” di Alberto Cola.

In occasione della Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile dell’Unesco, incentrata sul tema della mobilità, e nell’ambito degli approfondimenti sul rapporto fra cinema e scienza, verranno presentati tre documentari: “No Impact Man”, “Who Killed the Electric Car?” e “Auto*Mat”. I filmati saranno introdotti dal giornalista Roberto Rizzo, che presenterà proprio a Trieste la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Guida all’auto ecologica”.

Il Festival “Science+Fiction” 2010 è organizzato dal Centro ricerche cinematografiche La Cappella Underground, con la collaborazione e il sostegno di: Ministero per i Beni e le Attività culturali, Regione FVG, Provincia e Comune di Trieste, Camera di Commercio di Trieste, Fondazione CRTrieste e Università degli “Mr. Nobody” - locandina filmStudi di Trieste.

Il costo del biglietto per ogni singola proiezione è di 4 euro. L’accredito al festival – per tutte le proiezioni e gli incontri, comprensivo di catalogo e borsa – è di 20 euro (studenti 15 euro).

Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito web “www.scienceplusfiction.org”.


Leggi le Ultime Notizie >>>