Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 27 Ottobre 2010

Bookmark and Share

Sabato 30 ottobre alla LEG si presenta il volume "Fiume. L'ultima impresa di D'Annunzio"

"FIUME. L'ultima impresa di d'Annunzio" di Mimmo Franzinelli e Paolo Cavassini

Gorizia (GO) - Gli storici Mimmo Franzinelli e Paolo Cavassini saranno ospiti sabato 30 ottobre 2010, alle 17.30, della Libreria Editrice Goriziana (corso Verdi 67, Gorizia). I due studiosi presenteranno il loro libro "Fiume. L'ultima impresa di D'Annunzio" (Mondadori, 2009) nel quale rievocano le tappe essenziali dell'impresa fiumana. La presentazione del libro si colloca in occasione dell'uscita del catalogo intitolato "Biblioteca dannunziana", realizzato dalla LEG con un'ampia raccolta di testi dannunziani originali e una ricca sezione di libri sul "vate".

Attraverso un prezioso volume fotografico con una selezione di circa trecento immagini, una dettagliata bibliografia e un corposo saggio introduttivo (che attinge a fonti in gran parte inedite), il libro "Fiume" si connota come un racconto per immagini, storicamente rigoroso e suggestivo, dell'avventura politica che, prima ancora dell'avvento del fascismo, segnò la crisi dello Stato liberale italiano.

All'alba del 12 settembre 1919 un migliaio di granatieri, fanti ed arditi marciano alla conquista di Fiume, crocevia di culture ed etnie, unico sbocco al mare del dissolto regno d'Ungheria. A guidare i «ribelli» c'è il poeta-soldato Gabriele D'Annunzio, deciso a rivendicare alla madrepatria la città, abitata in maggioranza da italiani. La temeraria avventura militare aumenterà la notorietà internazionale del "vate" e gli conferirà uno straordinario credito politico presso le masse di futuristi, reduci e arditi che, di lì a poco, confluiranno nel nascente e vittorioso fascismo mussoliniano.

L'immaginifica creatività di D'Annunzio dà vita a un insolito esperimento insieme politico ed esistenziale. Incurante dell'ostilità del governo italiano e degli alleati, il Comandante recluta un esercito di legionari, tiene a battesimo quotidiani e riviste, celebra adunate patriottiche e militari (con tanto d'inno ufficiale), tenta di organizzare nuove forme di socialità e perfino un nuovo stato, la Reggenza del Carnaro. Senza dimenticare la conreta solidarietà - dimostrata con una visita ufficiale a Fiume - di personalità celebri come Arturo Toscanini e Guglielmo Marconi.

Ma il "sogno" durerà poco. Nel dicembre 1920, il presidente del Consiglio Giovanni Giolitti ordina lo sgombero della città e con l'uso della forza - dopo cinque giorni di scontri sanguinosi - decreta la fine dell'impresa fiumana. Osannato dalla folla, D'Annunzio abbandona a malincuore la città per ritirarsi nella gabbia dorata del Vittoriale, ma l'avventura appena conclusa finirà per imprimersi come evento-simbolo nella tormentata ridefinizione dell'Europa postbellica.

L'ingresso all'incontro è gratuito e aperto a tutti.

INFO:
Libreria Editrice Goriziana
corso Giuseppe Verdi, 67
34170 Gorizia - Italia
tel: +39.0481.33776
fax: +39.0481.538370
eventi@leg.it
www.leg.it

Leggi le Ultime Notizie >>>