Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 23 Ottobre 2010

A “Distanze 2010" il trio Spanghero-Furlan-Scaramella: quando il jazz reinventa la classica

Giulio Scaramella

Gorizia (GO) - Domenica 31 ottobre alle ore 17.30, presso l’Auditorium della cultura friulana di via Roma a Gorizia, si conclude la stagione concertistica autunnale Agimus, che per il secondo anno si è andata dipanando attorno ad un “tema” conduttore, ampio e suggestivo al punto da poter raccordare diversi generi e stili musicali.

“Distanze” 2010 ha, infatti, ospitato ed ispirato appuntamenti con il musical, con il più tradizionale e “classico” recital pianistico, ma anche incontri tra la musica e la danza, la musica e la letteratura, per testimoniare quanto il tema della distanza, del distacco (ricercato o patito) abbiano prodotto nell’espressione artistica delle diverse epoche.

Per concludere la stagione è stato scelto un appuntamento, forse il più originale ed inusuale per un cartellone concertistico classico: “Distanze” si chiude, infatti, con “Il tema, la variazione: il jazz reinventa la classica”, speciale incontro con un giovane trio jazz (Spanghero, Furlan, Scaramella) che dimostrerà come sia possibile un dialogo tra classico e jazz, tra la cosiddetta musica “colta” e l’universo, a volte esclusivo, del jazz.

Sono due mondi distanti forse solo artificiosamente, ma due mondi che talvolta, se ascoltati, si parlano. Beethoven, Gershwin, Chopin, Dvorak, Ravel rivivranno negli arrangiamenti degli stessi esecutori, un intervento per nulla irriverente che ha illustri precedenti e maestri, uno per tutti il francese Jacques Loussier, notissimo per le sue originali riletture dell’opera di J. S. Bach, oltre che di Satie, Debussy, Ravel, Vivaldi…ma non mancano testimoni anche in ambito rigorosamente classico: degli insospettabili come Alexis Weissenberg o Friedrich Gulda hanno coltivato, per tutto il corso della vita, un vivo interesse non solo passivo, ma anche attivo, per la popular music ed il jazz.

Protagonisti di quest’ultimo concerto Agimus saranno tre giovani interpreti, Pietro SPANGHERO al contrabbasso, Daniele FURLAN alla batteria e Giulio SCARAMELLA al pianoforte, che vantano già nutriti ed importanti curriculum sia per la formazione maturata sia per le numerose e prestigiose esperienze artistiche.

Maggiori informazioni sullo spettacolo possono essere richieste a agimusgo@virgilio.it o consultando il sito http://digilander.libero.it/agimusgo.

Il costo dei biglietti d’ingresso ai concerti è stato contenuto ad un prezzo familiare di € 7,00. L'Agi.Mus. offre inoltre l’ingresso gratuito ai concerti per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Gorizia, purché accoPietro Spangherompagnati da un adulto.
La Stagione concertistica dell’Associazione Giovanile Musicale A.Gi.Mus. di Gorizia, denominata “Domenica a Concerto 2010” è resa possibile dal contributo del Comune e della Provincia di Gorizia e dal sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Costo biglietto: euro 7,00

INFO/FONTE: digilander.libero.it/agimusgo

Leggi le Ultime Notizie >>>