Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 20 Ottobre 2010

Bookmark and Share

Incontro a Villa Manin dalla Community regionale dei Manager e degli Imprenditori

Alberto Felice De Toni, preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Udine

Codroipo (UD) - “Abbiamo voluto riscoprire la centralità dell’uomo nei processi imprenditoriali ed economici. L’imprenditore ha un sogno e deve tradurlo in una visione che coinvolga un gruppo di persone. Per fare ciò, è necessario costruire una squadra attorno a valori condivisi, perché, come afferma Roberto Siagri, ‘L’imprenditore ha scelto un percorso che non può fare da solo’”.

E’ quanto affermato da Alberto Felice De Toni, Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Udine e Presidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale, autore del libro “Visione evolutiva. Un viaggio tra uomini e organizzazioni, management strategico e complessità” (Ed. Etas) e da Andrea Barbaro, Responsabile Analisi e Pianificazione Strategica della Eurotech e coautore del volume, nel corso nell’incontro organizzato dalla Community Regionale dei Manager e degli Imprenditori del Friuli Venezia Giulia presso Villa Manin di Passariano (Ud) martedì 19 ottobre.

“Quello dell’imprenditore - hanno riferito De Toni e Barbaro - è un mestiere che ha come base il cambiamento, ma, operando in un contesto complesso, è difficile prevedere quale sarà la conseguenza di un’azione o quali saranno le caratteristiche future del contesto competititvo. E se il cambiamento è necessario, perseguirlo non è affatto semplice, non esistendo un percorso calcolabile e non essendo possibile un approccio razionale o meccanicistico. Ecco che allora subentrano altre componenti: l’istinto, l’intuito e il coraggio dell’imprenditore. Perché in un contesto complesso, le azioni dei singoli possono modificarlo a proprio vantaggio”.

“Il processo di sviluppo delle organizzazioni si può riassumere come la ricerca di traiettorie possibili tra continuità e discontinuità, in un disequilibrio controllato sull’orlo del caos”. Per non venirne risucchiati, De Toni e Barbaro hanno definito un modello di management strategico detto Modello dell’Orlo del Caos, dove per non cadere dal precipizio risulta fondamentale per l’impresa “bilanciare dinamicamente capacità creative, fonte di discontinuità, e capacità relazionali, fonte di continuità”.

Per illustrare la loro tesi, De Toni e Barbaro hanno preso spunto dalle esperienze e dal pensiero dei grandi imprenditori intervistati, prendendone ad esempio alcune frasi significative: Livio Gialdini, Amerigo e Rossella Po (Angelo Po), Ruben e Marco Palazzetti (Palazzetti), Pierluigi Zamò (Ilcam SpA), Luigi Rossi Luciani (Carel), Andrea Pittini (Ferriere Nord), Roberto Siagri (Eurotech) e Ilario e Alberto Vuan (Vda).

Non esiste infatti un manuale da seguire, ma, ricordano gli autori, “Se l’uomo ha una visione e una passione, può perseguire il suo sogno” perché “Il futuro appartiene a chi sa immaginarlo”.

“Per un imprenditore che ha un sogno e per poterlo realizzare deve trasformarlo in una visione che coinvolga un gruppo di persone, è necessario costruire una squadra attorno a dei valori condivisi. Perché se il sogno è la forza che muove il singolo, la visione d’impresa (che rappresenta il sogno condiviso a livello di organizzazione) è il motore del cambiamento. E l’immagine del futuro che vogliamo creare ci indica la direzione” hanno affermato gli autori.

Al centro di tutto rimane sempre e comunque l’uomo. (“L’imprenditore è uno che vive il domani prima degli altri” - A. Pittini) e le Aziende possiedono al loro interno la forza per superare ogni avversità. Lo si può evincere da alcune frasi degli intervistati.

“Per essere imprenditori bisogna essere un conoscitore di uomini: bisogna essere capaci di mettere in piedi una squadra”. L. Rossi Luciani

“Non è più tempo di imprenditori solisti solitari. E’ la squadra che fa vincere le aziende”. P. Zamò

“Trovo che un collaboratore sia pronto quando capisce che non do mai ordini, ma suggerimenti”. L. Rossi Luciani

“La passione per il proprio lavoro si trasmette attraverso la convinzione con cui lo si fa”. R. Palazzetti

“S’impara dai rapporti. Il confronto sia a livello individuale che di team fa spesso emergere le idee più brillanti per condurre l’azienda”. P. Zamò

“Ritengo che non vi siano grosse problematiche produttive: il vero problema è far sì che i dipendenti lavorino tutti quanti insieme, che si muovano nella stessa direzione”. L. Rossi Luciani

Barbaro ha sottolineato la particolare importanza delle relazioni. “E’ importante tessere delle relazioni con tutto il tessuto circostante: non solo economico, ma anche culturale, sociale e politico”. Ed è anche l’obiettivo che muove la Community Regionale dei Manager e degli Imprenditori del Friuli Venezia Giulia: “fare sistema”. Più che una semplice opportunità, una necessità, che può rivelarsi di vitale importanza soprattutto per le aziende medio-piccole, che costituiscono la maggioranza di quelle presenti in regione.

Erano presenti all’incontro Andrea Beltrami, Presidente di FormTeam (consulente e formatore in percorsi di definizione della Cultura organizzativa aziendale), Maurizio Bressani, Presidente di Federmanager FVG, l’organizzazione dei dirigenti delle aziende industriali, Guerrino Saina, Presidente dell’Unione Regionale CIDA FVG, Andrea Quargnali, Coordinatore regionale dei Giovani Dirigenti di Federmanager FVG e Mauro De Bona, Partner di Campus S.r.l. e moderatore dell’incontro.

E’ seguito un buffet, occasione per intrattenere relazioni e sviluppare conoscenze e marketing relazionale one-to-one tra i partecipanti alla Community, perché - ricorda P. Zamò - “I migliori affari si fanno in vigna. L’ambiente serve a stemperare le tensioni, a creare in un clima più disteso, rapporti corretti e duraturi, come i valori che ci vengono dalla campagna”.

Per ulteriori informazioni:

Federmanager – Via C. Beccaria, 7 – 34133 TRIESTE – Tel. 040371090 – e-mail: adaifvg@tin.it

FormTeam S.r.l. Via Don Minzoni, 1/a - Gradisca d’Isonzo (GO) - Tel. 335 6980581 - www.formteam.it

Leggi le Ultime Notizie >>>