Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 17 Ottobre 2010

Dal 23 ottobre riprende il ciclo autunnale dei concerti di "Gorizia Classica"

Ensemble barocco "I Fiori Musicali"

Gorizia (GO) - Riprende l’attività concertistica dell’Associazione “Musica Aperta con la presentazione del ciclo concertistico “Autunno 2010”, tradizionale appuntamento con la musica da camera che comprende otto appuntamenti da ottobre a dicembre. La rassegna inaugura la tredicesima edizione della stagione concertistica "Gorizia Classica", organizzata con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Assessorato ai Giovani, Cultura, Sport, Associazionismo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. L’iniziativa è altresì realizzata con il sostegno e il patrocinio della Provincia e dei Musei Provinciali di Gorizia, del Comune di Gorizia e del Gruppo Carso Gorizia.

Tutti i concerti di questo nuovo ciclo si terranno nella Sala Convegni dei Musei Provinciali di Gorizia - in Borgo Castello, 13 (ingresso libero e gratuito) - e analogamente alle precedenti stagioni è stata mantenuta la tradizionale collocazione pomeridiana del sabato, che si rifà a consuetudini cittadine dei decenni scorsi e che è stata molto apprezzata dagli spettatori, che hanno decretato sempre il “tutto esaurito”.

Il ciclo autunnale 2010 si svolgerà con cadenza settimanale, dal 23 ottobre al 18 dicembre 2010, tutti i sabati salvo il 13 novembre. Il cartellone è stato preparato come di consueto dal professor Giorgio Samar, presidente dell’Associazione «Musica Aperta», ideatore e curatore delle precedenti edizioni della stagione.

Grazie alla preziosa collaborazione degli Enti patrocinatori e sovvenzionatori, anche quest’anno l’ingresso sarà libero e gratuito per il pubblico, con accesso dalle ore 16.45 e inizio dei concerti alle 17.00 precise. Nei prossimi giorni sarà disponibile il libretto completo della stagione, inviato gratuitamente a chi ne farà richiesta all’indirizzo di posta elettronica "musica.aperta@alice.it" e in distribuzione presso gli uffici regionali dell’Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia, la sede dei Musei Provinciali di Gorizia in Borgo Castello.

Proseguendo la linea iniziata da diversi anni, il cartellone sarà dedicato alla musica da camera classica, partendo dal Barocco per giungere ai repertori dei nostri giorni, con ampio spazio per il periodo Classico e Romantico. Saranno eseguite solo composizioni originali per le formazioni impegnate, privilegiano il valore della musica e non quello dello spettacolo.

Il 2010 è un anno particolarmente ricco di anniversari, che offrono l’occasione di celebrare compositori aventi un posto di rilievo nella storia della musica. Il secondo ciclo della stagione precedente, intitolato “Il trionfo del pianoforte” ed articolato in dieci concerti svolti da gennaio a marzo, ha già reso un articolato omaggio a Robert Schumann e Fryderyk Chopin, celebrati in tutto il mondo per ricordare il bicentenario della loro nascita. La loro musica sarà presente in altri cinque concerti, però non solo in programmi monografici, ma affiancata ad altri grandi autori del periodo Classico e Romantico.

Il via alla rassegna lo darà sabato 23 ottobre il pianista e compositore friulano Alessio De Franzoni, il quale presenterà quindici brani tratti dai suoi tre CD pubblicati fra il 2009 e 2010, dove lo stile pianistico classico si fonde a quello più moderno. Stilisticamente il genere proposto, può essere classificato come un “classic-pop”, dove si fondono appunto elementi classici a quelli moderni, sia dal punto di vista melodico che armonico, mantenendo sempre una cantabilità espressiva e di facile, ma non banale ascolto.

Sabato 30 ottobre torna a Gorizia il Quartetto “Anthos”, proponendo composizioni di Beethoven, Schumann e il Quartetto con pianoforte di Gustav Mahler, l’unica composizione cameristica scritta dal maestro boemo-austriaco, di cui nel 2010 si celebra il 150° anniversario della nascita.

I due concerti successivi saranno dei recital solistici: il primo sabato 6 novembre sostenuto dal chitarrista Vincenzo Sandro Brancaccio, campano d’origine ed ora residente a Gorizia, il quale presenterà importanti pagine del repertorio internazionale: Seguirà sabato 20 novembre il pianista pugliese Marco Grieco, con una scelta d’autori che spazia da Scarlatti a Liszt, anticipando le esecuzioni che saranno dedicate nei primi mesi del 2011 al celebre maestro ungherese.

La rassegna proseguirà sabato 27 novembre con l’ensemble barocco “I fiori musicali” che proporrà “La musica a Venezia e Versailles nel Settecento”, mentre il Trio di Cremona, sabato 4 dicembre eseguirà musiche romantiche per mezzosoprano, clarinetto e pianoforte.

Il cartellone si concluderà con due concerti pianistici, il primo a quattro mani sabato 11 dicembre con il duo triestino Cristina Santin – Rinaldo Zhok, quello di chiusura con l’ultimo omaggio a Fryderyk Chopin, quando Ferdinando Mussutto sabato 18 dicembre alternerà brani solistici con il celebre Concerto n. 2 op. 21, nella versione per pianoforte e quintetto d’Vincenzo Sandro Brancaccioarchi.

Un cartellone ben articolato e molto interessante, destinato a proporre alcuni aspetti degli affascinanti repertori che offre il vastissimo campo della musica da camera classica e moderna, che permetterà agli affezionati spettatori e a chi vorrà essere presente di conoscere nuovi repertori e giovani e validi musicisti.

INFO: musica.aperta@alice.it

Leggi le Ultime Notizie >>>