Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Cronaca > 14 Ottobre 2010

Sabato 16 ottobre è la Giornata mondiale dell'alimentazione, per evitare malnutrizione e sprechi

Altan - Giornate Europee contro lo Spreco

Bologna (--) - Alla vigilia della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che ogni anno la FAO celebra – si fa per dire – il 16 ottobre, ci troviamo schiacciati dal peso degli affamati. Il censimento annuale ci dirà che quest’anno siamo tornati sotto il miliardo fra sottonutriti e denutriti, sparsi ormai nei quattro continenti: e non soltanto nei paesi in via di sviluppo, come credevamo un tempo. Gli affamanti sono ovunque, anzi in crescita costante proprio nei paesi sviluppati, segnale che crisi e povertà hanno colpito forte.

L’obiettivo del Millennio – dimezzare la fame entro il 2015 – rimane dunque un miraggio. In effetti il denominatore comune a livello mondiale si chiama malnutrizione: c’è chi mangia troppo poco e chi invece mangia troppo: comunque tutti male. E ciò riguarda i due terzi della popolazione mondiale, due miliardi di persone.

Tante quante, e questo è il paradosso nel paradosso, potrebbero essere nutrite se si recuperassero gli sprechi che corrono lungo la (più o meno lunga) filiera agroalimentare, dal campo alla tavola. Segnale che anche il sistema agroalimentare globale non funziona. Negli Stati Uniti il 25% di alimenti perfettamente consumabili viene incenerito. Su una spesa campione di 42 dollari, 14 ne vengono spesi per l’acquisto di prodotti non necessari.

In Italia lo spreco annuo di prodotti alimentari ancora perfettamente consumabili ammonta a 20 milioni di tonnellate, pari a un valore di mercato di 37 miliardi di euro, ben il 3% del nostro PIL: potrebbero mangiare 44 milioni di persone. Finiscono ogni giorno in discarica o nell’inceneritore il 19% del pane il 4% della pasta che gli italiani acquistano quotidianamente, il 39 dei prodotti freschi (latte, uova, carne, preparati, mozzarella, stracchino, yogurt, ecc) e il 17% della verdura e della frutta. Ogni nucleo familiare in Italia getta via ogni anno 515 euro di prodotti alimentari su una spesa mensile di 450 euro, circa l’10%.

Non alimentiamo lo spreco, non ce lo possiamo più permettere. Bisogna intervenire: ed è proprio questo l’obiettivo della campagna “Un anno contro lo spreco 2010” (www.unannocontrolospreco.org), promossa da Last Minute Market e dalle Facoltà di Agraria italiane con il Parlamento Europeo (Commissione Agricoltura) per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi legati allo spreco e alle modalità per ridurlo con una serie di azioni concrete che – dopo una serie di tappe (Torino, Ferrara, Bruxelles) - si chiuderanno il 30 ottobre a Bologna con un grande pranzo contro lo spreco cioè cucinato con prodotti che altrimenti sarebbero stati gettati via. Un pranzo per tutti noi consumatori poco attenti e ancor meno consapevoli di quanto sta succedendo attorno a noi: perché lo spreco c’è ma non si vede.

---------------------

GIORNATE EUROPEE CONTRO LO SPRECO 2010
Per iniziativa di Last Minute Market, spin off dell’Università di Bologna - Facoltà di Agraria, su idea dell’economista Andrea Segrè e con il patrocinio del Parlamento Europeo – Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo è nato nei mesi scorsi “Un anno contro lo spreco 2010”, il primo progetto organico in Europa per indagare e spiegare lo spreco, ma soprattutto per imparare a ridurlo: un percorso di incontri, spettacolo ed eventi ‘interattivi’ che culminerà il 28 ottobre a Bruxelles e il 30 ottobre a Bologna, con la prima edizione delle Giornate Europee contro lo Spreco, promosse in sinergia con la Conferenza dei Presidi delle Facoltà italiane di Agraria, con il patrocinio del Comune di Bologna e con la partnership di Eni e Telecom Italia, con il contributo inoltre di Camst e Mielizia Alce Nero.

Una mobilitazione “civile” che parte da operatori e ricercatori, ma che si propone di coinvolgere i cittadini e di approdare nelle sedi decisionali e politiche europee.

-----------------

BRUXELLES, GIOVEDI’ 28 OTTOBRE 2010
Le prime Giornate europee contro lo Spreco si apriranno giovedì 28 ottobre a Bruxelles, con la Conferenza promossa nella sede del Parlamento Europeo, ““Transforming Food Waste into a Resource” (Trasformare lo Spreco Alimentare in Risorsa), alla presenza del Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo on. Paolo De Castro, e con la partecipazione di accademici ed esperti internazionali, quali Paul Connett (docente St. Lawrence University - New York), Jan Lundqvist (Stockholm International Waster Institute), Selina Juul (Stop Food Wasting Movement DK), Guillaume Bapst (cofondatore Andes), e Andrea Segrè, fondatore e presidente di Last Minute Market.

La conferenza sarà coordinata dal giornalista Claudio Pagliara, responsabile dell’ufficio Rai per il Medio Oriente, chiamato a illustrare alcune eccellenze attive in Israele nella lotta allo spreco alimentare. Proprio in quest’occasione sarà sottoscritta da Parlamentari, Accademici e rappresentanti di Organizzazioni della società civile la Dichiarazione congiunta sullo spreco alimentare che si prefigge di arrivare entro il 2025 a una riduzione di almeno il 50% della quantità di sprechi alimentari a livello globale..

BOLOGNA, SABATO 30 OTTOBRE 2010
La presentazione del Libro Nero dello spreco alimentare in Italia (il primo rapporto sugli sprechi lungo la catena agro-alimentare, dal campo alla tavola), l’assegnazione del Premio Non Sprecare all’iniziativa antispreco più originale di imprese, enti e istituzioni, e il Pranzo con cibo di recupero per 500 commensali in Piazza Maggiore scandiranno la Giornata contro lo Spreco di Bologna, sabato 30 ottobre.

Il Libro Nero si presenterà a Bologna in anteprima assoluta a Palazzo D’Accursio (ore 10, Cappella Farnese): si tratta di un dossier a cura di Luca Falasconi e Andrea Segrè per Last Minute Market, frutto di uno screening estremamente dettagliato nelle maglie che compongono la catena agroalimentare. La presentazione sarà coordinata dal giornalista Antonio Cianciullo, con interventi introduttivi di Andrea Segrè e Luca Falasconi, con la partecipazione di Pietro Raitano, direttore di Altreconomia, e Marco Frattodi, direttore de La Nuova Ecologia. Sarà presente il Commissario straordinario del Comune di Bologna Annamaria Cancellieri.

Alle 11.30, i riflettori saranno puntati sull’assegnazione del Premio Non Sprecare, ideato e curato dal giornalista e scrittore Antonio Galdo, riservato all’iniziativa antispreco più originale nelle sezioni: imprese, enti e istituzioni, scuole, personaggi. Un’iniziativa che sostanzia la sezione delle Giornate dedicata alle buone pratiche, e che vedrà protagoniste tutte quelle realtà piccole e grandi impegnate nel ridurre lo spreco con iniziative di particolare originalità e utilità.

La giuria del premio, coordinata da Antonio Galdo, è composta da Enrico Giovannini, Presidente ISTAT ed esperto di politiche sostenibili, da Mons. Vincenzo Paglia, Arcivescovo di Terni e fondatore della Comunità di S.Egidio, da Cristina Gabetti, giornalista e inviata di Striscia la Notizia, da Tristram Stuart, ricercatore inglese attivista contro gli sprechi, da Angelo Caridi, responsabile del progetto Eni “Un ponte per l’Innovazione”, da Lucio Cavazzoni, Presidente Alce Nero e Mielizia S.p.A e da Andrea Segrè, Preside della Facoltà di Agraria- , Alma Mater Studiorum- Università di Bologna e Presidente di Last Minute Market.

Alle 13, nel Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, grande attesa per un Pranzo contro lo spreco per 500, evento conclusivo delle Giornate, commentato in diretta da Massimo Cirri, ideatore e conduttore del programma cult di Radiodue Rai Caterpillar. Il pranzo sarà cucinato con i prodotti invenduti nella filiera agro-alimentare raccolti dalle organizzazioni che recuperano il cibo a favore degli indigenti (Last Minute Market ed altre), e sarà a beneficio di tutti i cittadini. Gran finale di giornata, sabato 30 ottobre, a Rimini,dove andrà in scena lo spettacolo – SPR+ECO. Formule per non alimentare lo spreco, con Andrea Segrè e Massimo Cirri, illustrato da Altan.

INFO UN ANNO CONTRO LO SPRECO 2010
www.unannocontrolospreco.org
www.lastminutemarket.it
www.nonsprecare.it

Leggi le Ultime Notizie >>>