Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 23 Settembre 2010

Bookmark and Share

Zouc, la follia e le istituzioni negate al festival “I mille occhi”

Scena dal film "Le Couple témoin" di William Klein

Trieste (TS) - Venerdì 24 settembre penultima giornata per “I mille occhi”: le proiezioni al Teatro Miela cominciano già la mattina, a partire dalle ore 11. Zouc, protagonista del teatro francofono degli anni Settanta e Ottanta, è al centro della prima parte di un percorso incentrato sul labile confine tra genialità e follia.

Alle ore 20.30, il discorso prosegue con “Corpi di donna nelle istituzioni negate” (ospedale psichiatrico e carcere), ovvero due film firmati da Brunello Rondi: "Valeria dentro e fuori" e "Prigione di donne".

Alle ore 16.15, per “Germania Anno Zero”, ecco "La paura" di Roberto Rossellini, dramma psicologico con Ingrid Bergman.

Alle ore 18 Cristina D’Osualdo (Ripley’s Home Video) presenta "Il moralista", satira di costume diretta da Giorgio Bianchi e interpretata da Alberto Sordi e Vittorio De Sica.

Chiude il programma della serata, alle ore 23.30 circa, "Nina" di Vincente Minnelli, commedia interpretata da Ingrid Bergman, Liza Minnelli e Isabella Rossellini.

------------------


TEATRO MIELA

11.00 Zouc, o della presenza
"Le Couple témoin" di William Klein, col, 101'
Lui e Lei formano una “coppia modello”, perfettamente nella norma: accettano di abitare in una casa artificiale, dove vengono studiati come insetti mentre la loro immagine viene trasmessa in televisione. Finché il giocattolo s’incrina...

"Commentaires" de William Klein, col, 18'

14.30 Zouc, o della presenza
"Zouc, c’est quoi?" di Claude Massot, col, 12'
"L’Alboum de Zouc" di Michel Dami, b/n, 62'
"Zouc chez elle" di Krassimira Rad, b/n, 21'


16.15 Germania anno zero
Presentazione di Olaf Möller
"La paura" di Roberto Rossellini, b/n, 82'
La moglie di un professore a Monaco di Baviera ha un amante. Accortasi che lui l'ha fatta spiare e ha scoperto il tradimento, decide di uccidersi, ma cambia idea.


18.00 Ombre Bianchi
Presentazione di Cristina D’Osualdo
"Il moralista" di Giorgio Bianchi, b/n, 98'
Agostino è l’integerrimo e irreprensibile segretario generale dell’Oimp. Rispettato e portato ad esempio per la levatura morale, dedica la sua vita al ruolo di censore a difesa del comune senso del pudore diventando così una persona temuta da tutti: dai proprietari di locali notturni, dalle attrici, dai produttori di film e persino da chi deve realizzare dei manifesti pubblicitari. Il suo presidente lo vorrebbe anche come genero, ed è per questo che cerca di affibbiargli la bruttina e molto “allupata” figlia Virginia appena rientrata dall’Inghilterra dove ha respirato aria di libertà e di permissivismo.


20.30 Brunello Rondi dentro e fuori + Moody’s Movie
"Valeria dentro e fuori" di Brunello Rondi, col, 99'
Valeria, moglie svedese di un musicista stufa di essere trattata come un oggetto erotico di lusso e frustrata dal fatto di non aver figli, è spesso preda di raptus sessuali. La rinchiudono in manicomio.

"Prigione di donne" di Brunello Rondi, col, 87'
Il film vuole essere una denuncia degli istituti di pena italiani e prende lo spunto dall'arresto per spaccio di droga di una donna innocente. La protagonista viene tradotta in un carcere femminile dove conosce la vita dura, la promiscuità, il sadismo delle secondine: ne uscirà sconvolta.

"Nina" di Vincente Minnelli, col, 97'
Nina è diventata una star e ricorda la sua vita. Nell'immediato dopoguerra, Nina, allora ragazza, approda dai Castelli Romani in un grande albergo dove viene assunta come cameriera. Qui conosce l'anziana contessa Sanziani. La nobildonna versa in condizioni di povertà e abbandono ma, in gioventù, era stata l'amante di famosi artisti e di principi. L'anziana donna dà alla giovane Nina alcuni preziosi consigli per sfondare nel mondo dello spettacolo.


“I mille occhi”, festival internazionale del cinema e delle arti, si tiene a Trieste dal 18 al 25 settembre presso la consueta sede del Teatro Miela. Novità di quest'anno, gli incontri antemeridiani presso l'Auditorium dell'ex Pescheria dal 20 al 23 settembre. Quest'edizione del festival, come sempre ideato e realizzato dall’Associazione Anno Uno, ha come titolo “Maschere e pugnali. Una sinfonia in nero”.

"I mille occhi - festival internazionale del cinema e delle arti" è ideato e realizzato dall’Associazione Anno Uno con Cineteca deScena dal film "Il moralista" di Giorgio Bianchil Friuli – Archivio cinema del Friuli Venezia Giulia, FIAF, con il contributo di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trieste, Comune di Trieste e Fondazione CRTrieste. Collaborano Cineteca Nazionale e Goethe- Institut Triest. Il festival è diretto da Sergio Grmek Germani con a fianco un prestigioso comitato artistico internazionale.

INFO: www.imilleocchi.it

Leggi le Ultime Notizie >>>