Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 29 Agosto 2010

Bookmark and Share

Musei di Sera 2010: martedì 31 agosto gran finale con la BandOrkestra.55

La BandOrkestra.55 diretta da Marco Castelli

Trieste (TS) - Gran finale, martedì 31 agosto, della 17ª edizione di Musei di Sera. Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e realizzata dai Civici Musei di Storia ed Arte-Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” in collaborazione con Casa della Musica–Scuola di Musica 55, la manifestazione ha riproposto, per la prima volta a Palazzo Gopcevic, la formula delle aperture serali tutti i martedì e i mercoledì di agosto (dalle 20 alle 24), con un articolato programma di concerti e spettacoli, proiezioni, letture e conferenze, itinerari dedicati ai bambini e installazioni musicali.

A suggellare il successo dell’iniziativa, che nel corso di otto serate ha finora fatto registrare quasi 7.000 presenze, con una media netta di 850 visitatori a sera (quasi il doppio rispetto alla precedente edizione al Civico Museo Sartorio), martedì 31 sarà in programma, con inizio alle ore 21, l’atteso concerto della BandOrkestra.55 diretta da Marco Castelli.

La BandOrkestra.55 non è una big band e nemmeno un’orchestra popolare: è un gruppo costituito da sedici elementi e un “conduttore” che suona spaziando tra stili e suggestioni musicali diverse; un organico numeroso, ma gestito come uno strumento flessibile e malleabile, a cui piace definirsi “Banda Moderna”. BandOrkestra.55 ritorna a Musei di Sera con le sonorità del suo nuovo progetto discografico, intitolato Bandando, che non sono legate a un territorio musicale circoscritto. Afro, ska, boogie, latin, reggae, funk: citazioni e differenti linguaggi si alternano e si intrecciano. I suoni e le soluzioni musicali, sempre imprevedibili e originali, conferiscono a Bandando i connotati di un ulteriore viaggio all’interno del “libero mondo musicale” che Marco Castelli ha creato con il progetto BandOrkestra.

Alle 22.30, il ciclo di Notturni si concluderà con una sorpresa in chiave ‘musical-marinaresca’ sullo specchio d’acqua del Canal Grande, affidata alla voce recitante di Adriano Giraldi e alla fisarmonica di Carlo Moser.

Quattro sono inoltre gli appuntamenti, anche martedì 31, con il ciclo Dietro le quinte, all’Aula Didattica dello “Schmidl”, al 1° piano di Palazzo Gopcevic:
- Gli strumenti e i loro suoni: fantasmagorie musicali e strategie costruttive a cura di Antenore Schiavon (ore 20.15);
- Strehler privato: il Fondo “Giorgio Strehler” dello “Schmidl”, a cura di Franca Tissi (ore 21.15);
- Sorrida prego! Ritratti d’artista nella fototeca dello “Schmidl”, a cura di Adriana Casertano e Elisa Vecchione (ore 22.15);
- I volti della musica: la pinacoteca dello “Schmidl”, a cura di Beatrice Malusà (ore 23.15).

A completare l’offerta della serata la presentazione di un video sulla storia e le collezioni del Museo; la doppia performance (ore 21.30 e 23) di Ornella Serafini nelle vesti di una cantante che si racconta in camerino pochi minuti prima dell’apertura del sipario dal titolo Chi è di scena; il laboratorio permanente Dal legno al suono, all’interno del quale il liutaio Walter Macovaz costruisce un contrabbasso sotto gli occhi dei visitatori; il laboratorio per i bambini dai 7 agli 11 anni I suoni ritrovati, a cura di Caterina Fiorentini e Vincenzo Stera, con inizio alle 20.30.

Musei di Sera 2010 sono realizzati con il sostegno di Fulvia Costantinides, Fondazione CRTrieste, Assicurazioni Generali, Impresa Musei di sera - logoCostruzioni Edili G. Cramer e Figli, Cooperativa Arianna, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, Trieste Trasporti, Officine Barnobi, Stella Arti Grafiche e Seboflex Segulin.

L’ingresso è libero.

INFO/FONTE:
Ufficio Stampa Comune di Trieste
Direzione Area Cultura - Civici Musei di Storia ed Arte e Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”

Leggi le Ultime Notizie >>>