Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 23 Agosto 2010

Bookmark and Share

Serata in onore di Graziella Semacchi Gliubich allo Stabilimento balneare "Lanterna"

"Zogar co’ le parole…", di Graziella Semacchi Gliubich (Luglio Editore)

Trieste (TS) - Venerdì 27 agosto, alle ore 21, nell’ambito del Pedocin Festival-Estate 2010, allo Stabilimento Balneare "Alla Lanterna", l’AIRSAC organizza una serata, ideata e condotta dalla giornalista e regista Liliana Ulessi, in onore di Graziella Semacchi Gliubich, pubblicista, poetessa e scrittrice triestina.

Autrice di oltre una quindicina di pubblicazioni in dialetto e in italiano, sia in prosa che in versi, la Semacchi ha collaborato – oltre che con il PICCOLO, (1994/1995) nella "Pagina della donna" – dal 1983 al 2010 con il settimanale VITA NUOVA, curando la pagina della cultura, l’angolo del dialetto ed altri argomenti di attualità.

Dal 1991 al 1996 ha partecipato alle trasmissioni della RAI regionale nel programma "VOCI E VOLTI DELL’ISTRIA". Vincitrice di numerosi premi per la prosa e la poesia, tra cui il Premio “Leone di Muggia” nel 2000, è anche autrice di un testo teatrale in dialetto, più volte rappresentato. Ha partecipato, con un saggio, al Convegno sul cinquantenario della morte di Saba, organizzato al Museo Revoltella dall’Università Cattolica di Milano.

Originalissimi i titoli della sue opere che abbracciano i più svariati temi: da "Umberto Saba, sei donne per un poeta", a "Coss’ te me conti, nona", "La vita xe un omlèt", "Falische", "Ciacole fra le pignate", "Sui scoi de la veciaia", "Parole lontane". Fra i più recenti, appunto quello che intitola la serata: "Zogar co’ le parole…" (Luglio Editore). In rima e in prosa…
Ingresso libero.

Leggi le Ultime Notizie >>>