Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 06 Agosto 2010

Bookmark and Share

A Lagunamovies va in scena "Boom: anni Cinquanta e Sessanta sull’isola del Sole"

Suso Cecchi D’Amico

Grado (GO) - “Boom: anni Cinquanta e Sessanta sull’isola del Sole”: dalla spiaggia alla città, passando per la laguna, e spaccati quotidiani di lavoro, giochi e sport. Per la prima volta domani sera, sabato 7 agosto, in occasione di Lagunamovies 2010 (ore 21, Diga Nazario Sauro), saranno proiettate le immagini inedite della Grado fra gli anni Cinquanta e Sessanta tratte dall’archivio privato di Giuseppe Caressa, appassionato cineasta dilettante che girò decine di documentari amatoriali in 8 mm sull’Isola del Sole.

Pellicole che oggi rappresentano eccezionali documenti filmati sulla vita quotidiana, la società e gli avvenimenti negli anni del boom economico a Grado, e che sono state selezionate e montate in quattro “clip” tematici dal regista Davide Del Degan. Lagunamovies 2010 le proporrà nella serata curata e coordinata dal giornalista e scrittore Pietro Spirito, affiancato da diversi ospiti: il custode dell’archivio Stefano “Nino” Caressa, lo storico Bruno Scaramuzza, lo scrittore gradese Marco Giovanetti, il regista Davide Del Degan.

La passeggiata del centro città, bagnanti e bellezze al sole, scenari terracquei fra casoni, gabbiani e barene, e persino gli esercizi giovanili di pattinaggio sull’Isola del Sole sfileranno in caleidoscopica sequenza, con il commento musicale live della Grande Orchestra del Club Zyp di Trieste, nata nel 2008 da una collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, nell’ottica dell’inclusione sociale e della promozione culturale sui temi di salute mentale, e tenuta a battesimo da Gino Paoli.

Questa la line up della formazione per la serata di Grado: Stefano Del Bello chitarre, Luca Carboni batteria, Sabrina Domanelli clarinetto, Carol Cruz sax tenore, Giorgio Pacorig tastiere, Gabriele Mazzucchin tastiere, Sebastiano Crepaldi flauto traverso, Alessia Iapelli voce, Roberto Marzari basso elettrico, dirigono l’Orchestra Giorgio Pacorig e Sebastiano Crepaldi.

L’orchestra è una formazione in continua evoluzione: un laboratorio creativo che valorizza le idee e diventa luogo di incontro tra persone attraverso una sinergia musicale. Imperdibile, a fine serata, l’appassionata dedica a Lelio Luttazzi, che proprio lo scorso anno fu indimenticato protagonista di Lagunamovies, con pezzi intramontabili del repertorio dell’artista, come “El can de Trieste” e “Vecchia America”. La serata è proposta in occasione di ‘Calici di stelle’, d’intesa con il Movimento Turismo del Vino Fvg, in caso di pioggia l’incontro sarà trasferito all’Auditorium Biagio Marin di Grado, sempre con ingresso libero.

E proprio domani sera, a conclusione del programma ufficiale di “Boom: anni Cinquanta e Sessanta sull’Isola del Sole”, Lagunamovies 2010, dedicato ai “mestieri del cinema”, offrirà un piccolo ma affettuoso omaggio alla grande sceneggiatrice Suso Cecchi D’Amico, scomparsa nei giorni scorsi: una vera icona del cinema nazionale, a partire dalla grande stagione neorealista a fianco di maestri come Antonioni, Rosi, Blasetti. Senza dimenticare, naturalmente, il sodalizio con Luchino Visconti, le collaborazioni con giovani autori, l’impegno di una vita suggellato nel 1994 alla Mostra di Venezia con il Leone d'oro alla carriera.

Particolarmente intensa la collaborazione di Suso Cecchi D’Amico con il regista Mario Monicelli: e infatti domani, a fine serata, sarà proiettato il film “Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno”, diretto da Mario MoniceGloria De Antonilli, su screenplay firmato da Suso Cecchi D’Amico. La pellicola è stata girata proprio nella Laguna di Grado, e sarà l’autrice Gloria De Antoni, da molti anni vicina a Suso Decchi D’Amico, a tracciarne il ricordo a Grado, anche attraverso il commento di alcune sequenze dal documentario intervista di Luca Zingaretti, “Suso racconta”.

Info: www.lagunamovies.com

Leggi le Ultime Notizie >>>