Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
A SACILE GLI EX-ALLIEVI DEL TOTI DI TRIESTE CON LA NUOVA ESILARANTE COMMEDIA “LE NOZE DE VIRGINIA”
Teatro Ruffo
Sacile
Il 01/02/20
Scenario_Le noze de Virginia

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Notizie > Manifestazioni > 09 Luglio 2010

Bookmark and Share

"Lagunamovies 2010": dal 6 all'11 agosto a Grado si indaga sui mestieri del cinema

Dante Spinotti

Grado (GO) - Dopo l'avvincente indagine dedicata a "Glocal. Piccoli schermi globali" nel 2009, ritorna all'essenza stessa del cinema l'edizione 2010 del festival Lagunamovies, per indagare le arti e le professionalità che fanno grande un film, una fiction o un documentario, ma che spesso risultano meno evidenti agli spettatori, meno appariscenti del carismatico protagonismo di registi e attori.

"I mestieri del cinema" è dunque il nuovo focus tematico che la manifestazione di Grado si propone di percorrere nell'arco di due edizioni, per valorizzare le professionalità intimamente connesse al grande o al piccolo schermo, e alle sue produzioni: dalla fotografia alla colonna sonora, dal doppiaggio alla produzione, al montaggio, alla distribuzione.

Dal 6 all'11 agosto, i riflettori di Lagunamovies si riaccenderanno fra il centro storico di Grado, dove il festival trova ospitalità nella splendida location della Diga Nazario Sauro, e le isole della Laguna, cifra caratterizzante di un festival che si propone, da sempre, come trait d'union fra il patrimonio cinematografico, artistico e culturale che ruota intorno al territorio, e l'approfondimento di personaggi e artisti sbocciati proprio da questo humus.

Promosso come sempre dal Comune di Grado in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, su progetto di Sergio Naitza, Daniela Volpe e Paola Sain, sostenuto da Banca di Cividale, Lagunamovies 2010 sarà inaugurato, venerdì 6 agosto, da una serata omaggio per il musicista e compositore friulano Teho Teardo, affermatosi in Italia e a sul piano internazionale come uno dei riferimenti nel panorama delle colonne sonore d'autore.

Premio David Donatello per le musiche del film "Il divo" di Paolo Sorrentino, Teho Teardo si è affermato con una filmografia incisiva, firmando le musiche di film come "La ragazza del lago", "Il fuggiasco", "L'amico di famiglia", "Lavorare con lentezza". Con il pubblico di Grado, in occasione dell'incontro "Soundtrack, musiche di celluloide", Teardo ripercorrerà i suoi lavori, e le fascinose alchimie che regolano gli equilibri fra immagine e suono nell'opera cinematografica.

E procedendo sul filo rosso dei "mestieri del cinema", Lagunamovies dedicherà un'ulteriore serata, mercoledì 11 agosto, al grande maestro internazionale della fotografia Dante Spinotti, partito dalla sua Tolmezzo per approdare sui set nazionali, europei, e soprattutto statunitensi, dove proprio a Hollywood, sin dal 1986, ha curato la fotografia di pellicole come "Manhunter-Frammenti di un omicidio", "L'ultimo dei Mohicani", "L.A. Confidential", "Pinocchio", "Red Dragon", "X-Men: Conflitto finale", e proprio recentemente "Nemico pubblico-Public Enemies" di Michael Mann. Per il suo lavoro in "L.A. Confidential" e "Insider - Dietro la verità", Spinotti è stato candidato al Premio Oscar.

Lagunamovies, nell'incontro dedicato a "L'occhio in camera, e fuori. Fotografare il set: Dante Spinotti racconta", approfondirà i rapporti fra fotografia e regia nel cinema, con un occhio già proiettato verso le innovative tecniche del cinema digitale.

L'edizione 2010 del festival non rinuncerà al viaggio nel cuore della Laguna, per addentrarsi ancora una volta nel meraviglioso microcosmo terracqueo di isole, barene e casoni: domenica 8 agosto, il festival salperà per l'isola di Ravaiarina, dove si parlerà della "Trieste dei set e degli attori", a partire dal fascinoso documentario prodotto dalla Cineteca del Friuli, "La città di Angiolina", un film di e con Gloria De Antoni e Oreste De Fornari, sulle tracce e sulle atmosfere della "Senilità" di Mauro Bolognini e naturalmente di Italo Svevo.

Fra i protagonisti, ospite della serata anche l'attrice triestina Ariella Reggio. L'escursione sull'isola è prevista dietro prenotazione, a numero limitato di posti: info@lagunamovies.com

Fra le proposte di Lagunamovies 2010, che si presenterà nei prossimi giorni con il calendario dettagliato, spicca certamente lo spettacolo "Spr+Eco. Formule per non alimentare lo spreco", illustrato dal grande disegnatore e cartoonist Altan: una produzione nata proprio in occasione dell'edizione 2009 del festival, e dal fitto dialogo sui temi della sostenibilità che avevano intrecciato sull'isola di Anfora il conduttore di Caterpillar Massimo Cirri e l'economista triestino Andrea Segrè, ideatore del Last Minute Market. Quella serata è diventata uno spettacolo prodotto da Promomusic, con i due protagonisti in scena, e con il cantautore Mirco Menna impegnato dal vivo su musiche originali, insieme al musicista Max Tagliata.

L'allestimento sarà presentato in prima regionale a Grado, martedì 10 agosto: davvero imperdibile l'appuntamento con questa conferenza scenica appassionante e al tempo stesso divertente. Un modo per guardare lo spreco "allo specchio", scomporlo in una formula semplice e rifletterne, come in un gioco del rovescio,Gloria De Antoni un pubblico elogio. Perché lo spreco, a determinate condizioni, può convertire la sua valenza negativa, schiudendo insospettabili sentieri verso la strada maestra dello sviluppo sostenibile e solidale, della sobrietà e della reciprocità, della gratuità.

Nei prossimi giorni il programma del festival sarà on line sul sito www.lagunamovies.com

Leggi le Ultime Notizie >>>