Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
Luigi Merola - Eterogeneo susseguirsi di cementonatura
Spazio Espositivo EContemporary
Trieste
Dal 21/06/19
al 07/09/19
particolare

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

 

Cultura > Arte > 16 Gennaio 2006

Bookmark and Share

Da Degas a Jan Fabre: l’arte danza al Mart di Rovereto

di I.O.

Degas - Ballerina, 1881

Trento (TN) - La Danza delle Avanguardie è il titolo della grande mostra collettiva in corso al Mart di Rovereto fino a maggio 2006.
L’esposizione è interamente incentrata sul tema dell’arte tersicorea e si propone di evidenziare il ruolo di primo piano che la danza ha avuto come espressione artistica d’avanguardia e la sua influenza sulla cultura del secolo scorso.
La mostra consente al visitatore di ammirare oltre 700 opere d’arte provenienti da 200 musei nel mondo: il percorso espositivo si snoda attraverso dipinti, disegni e sculture, includendo rari costumi e sipari decorati, tutto per mettere in risalto la stretta relazione tra danza, teatro e ricerca artistica nei diversi periodi.
Protagonisti nella storia della danza due grandi nomi del Novecento: quello di Sergei Diaghilev, impresario dei Ballets Russes che collaborò con artisti come Picasso, Matisse, Malevic, Balla, e quello di Rolf de Maré, dei Ballets Suédois, attorno al quale gravitavano Fernand Léger, Bonnard, Picabia e de Chirico.
L’indagine non dimentica l’avanguardia russa con la ricerca artistica di Malevic, Alexandra Exter e Kandinskij, si estende poi al lavoro di Isamu Noguchi, unico nella capacità di amplificare l’impatto psicologico della danza di Martha Graham, e giunge quindi alle opere di Robert Rauschenberg, Fontana, Keith Haring e Jeff Koons, per approdare ai recenti lavori di Grazia Toderi, Jan Fabre e del grande scultore Anish Kapoor.

Leggi le Ultime Notizie >>>