Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 11 Maggio 2010

Bookmark and Share

Il regista Krzysztof Zanussi in Friuli per presentare il suo ultimo libro "Tempo di morire"

KRZYSZTOF ZANUSSI

Pordenone - Udine (--) - Fa tappa anche a Pordenone e Udine la “tournée” italiana del grande cineasta polacco Krzysztof Zanussi, uno dei più noti registi internazionali, ambasciatore di cultura e del cinema in tutto il pianeta, che venerdì 14 maggio sarà a Cinemazero, alle ore 20.45 in SalaGrande, e lunedì 17 maggio al Visionario di Udine, sempre alle ore 20.45, per presentare il suo ultimo libro "Tempo di morire. Ricordi, riflessioni, aneddoti" (Spirali, 2009), in cui per la prima volta affida alla parola scritta le sue memorie, in un diario d'artista e al tempo stesso giornale di bordo di un'intera epoca.

Sia a Udine che a Pordenone la presentazione del libro sarà seguita dalla proiezione del suo ultimo film "Revisited", presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma lo scorso ottobre e non ancora uscito nelle sale italiane. Zanussi, inoltre, venerdì 14 maggio alle ore 16.00 incontrerà a Pordenone gli studenti del corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Multimediali dell'Università di Udine, sede di Pordenone, in un incontro organizzato dal professor Marco Rossitti nell’Aula S1 di via Prasecco.

Gli appuntamenti a Udine e Pordenone sono stati organizzati dall'associazione “la cifra” di Pordenone, in collaborazione con Cinemazero, Cec e la Banca Popolare FriulAdria Crédit Agricole.

Krzysztof Zanussi, regista polacco, è autore di film che lo hanno reso noto in tutto il pianeta e che gli sono valsi innumerevoli premi e riconoscimenti internazionali (tra questi "Da un paese lontano", pellicola biografica dell’ ‘81 che il regista ha realizzato sulla vita di Karol Wojtyla, e "L’anno del sole quieto", 1984, che ha vinto il Leone d’oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia). Nato a Varsavia nel 1939, brillante cineasta, intellettuale europeo, regista, produttore, sceneggiatore, ha attraversato la storia dell’Europa.

Il libro "Tempo di morire. Ricordi, riflessioni, aneddoti", corredato da molte immagini e fotografie, è una ricca rassegna di aneddoti, di ricordi di viaggio e di incontri con i protagonisti della cultura e della politica internazionale. Il suo modo di affrontare la vita e il suo itinerario artistico risaltano in queste pagine, autentica testimonianza dei cambiamenti della nostra epoca, lezione di vita, di cinema e racconto di fede.

Tra gli aneddoti raccontati nel libro, non mancano quelli legati all’Italia e in particolare a Pordenone, dedicati al suo legame con la famiglia Zanussi (celebre in tutto il mondo per aver fondato la nota azienda produttrice di elettrodomestici), con cui il regista polacco condivide il nome per lontana parentela. Krzysztof Zanussi racconta dell’amicizia con Paola Zanussi Mondadori, che lo porta spesso a trascorrere del tempo in Italia, a Cortina D’Ampezzo, e di ripetuti e divertenti equivoci, come le telefonate ricevute da sconosciuti che si lamentano per un frigorifero guasto.

A Pordenone e Udine, dopo la presentazione del libro, verrà proiettato l’ultimo film di Zanussi, "Revisited", esperimento cinematografico senza precedenti in cui i film del passato riprendono vita in un nuova pellicola. Zanussi affida a Stefan, il protagonista di "With a Warm Heart" (Bogdan Stupka, premiato nel 2008 a Roma come miglior attore) il compito di intervistare i personaggi dei suoi film, interpretati dagli attori Zbigniew Zapasiewicz, Małgorzata Zajaczkowska, Daniel Olbrychski.

Krzysztof Zanussi nasce a Varsavia il 17 giugno del 1939, quarantaquattro giorni prima dell’invasione hitleriana della Polonia, da una famiglia borghese di lontane origini italiane. Dopo aver studiato fisica all’università di Varsavia, si iscrive nel 1960 alla Scuola Superiore di Cinema di Lódź, dove si diploma nel 1966, mettendosi in evidenza già con il suo film di fine corso come uno dei maggiori esponenti della cosiddetta “terza generazione” del cinema polacco.

Da allora ha diretto un gran numero di documentari e film a soggetto per il cinema e la televisione, sia in Polonia che all’estero. Con il suo film d’esordio, La struttura del cristallo (1969), il regista si distingue come un autore di grande impegno morale e di misurata eleganza formale.

Nel 1973 si impone definitivamente all’attenzione della critica internazionale grazie al film Illuminazione, premiato con il Pardo d’oro al Festival di Locarno. Negli anni ’70 e ’80 i suoi film sono selezionati in importanti festival internazionali (tra i quali Cannes e Berlino), dove ottiene numerosi riconoscimenti. Nel 1981 realizza un film sulla vita del Papa, Da un paese lontano - Giovanni Paolo II, in cui il regista coglie l’occasione di presentare una sorta di epopea della Polonia.

Nel 1984, con il film L’anno del sole quieto, Zanussi ottiene il Leone d’oro alla Mostra di Venezia, dove torna a presentare con successo, nel 2005, Persona non grata. Dal 1994, Zanussi è membro della commissione della Cultura Pontificia in Vaticano, vicepresidente del Programme Council della Tv polacca e presidente dell’associazione Eurovisioni. Il regista ha diretto anche opere musicali e regie teatrali, molte delle quali in città italiane. In Italia ha realizzato anche il suo ultimo film, Il sole nero: girato tra l’Umbria e la Sicilia, è tratto da un’opera teatrale di Rocco Familiari ed è interpretato da Valeria Golino.

INFO: http://www.cinemazero.it



Leggi le Ultime Notizie >>>