Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 09 Maggio 2010

Bookmark and Share

“Il letterato più odiato d’Italia. Il fondo Zajotti", conferenza alla Sala Bazlen del Gopcevich

Palazzo Gopcevich

Trieste (TS) - Martedì 11 maggio, con inizio alle ore 17.30 (ingresso libero), alla Sala “Bazlen” di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4), avrà luogo il quarto appuntamento con la manifestazione “Le sudate carte: viaggio tra i fondi archivistici della Biblioteca Civica ‘Attilio Hortis’”, con la conferenza “Il letterato più odiato d’Italia. Il fondo Zajotti ”, a cura di Riccardo Cepach e Gabriella Norio.

Come magistrato al servizio del governo austriaco, Paride Zajotti istruì a Milano l’indagine contro gli affiliati alla “Giovine Italia” di Mazzini e quindi formalizzò contro di loro l'accusa di alto tradimento.

Come letterato collaborò molto attivamente alla “Biblioteca Italiana” – la rivista letteraria filo-austriaca che si opponeva al “Conciliatore” dei patrioti risorgimentali – dalle cui pagine si oppose alla letteratura romantica e allo stesso Manzoni. Infine scrisse un trattato ispirato da ambienti governativi austriaci in cui magnificava lo Spielberg contro le “esagerazioni” di Silvio Pellico.

E mentre nel suo archivio personale si accumulavano le tracce di tanta attività e del tentato avvelenamento con cui avevano provato a farlo fuori, la collezione di autografi della moglie Catina si arricchiva delle firme dei più autorevoli uomini del suo tempo.
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

INFO/FONTE: COMTS (Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Leggi le Ultime Notizie >>>