Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 07 Maggio 2010

Bookmark and Share

Domenica 9 maggio, anche a Trieste, si celebra la "Festa d'Europa"

un momento della presentazione al Revoltella

Trieste (TS) - Anche Trieste celebrerà, domenica 9 maggio, nel “prezioso” e significativo scenario del Parco di Miramare, la “Festa dell'Europa”, la giornata prescelta nel 1985 dall’Unione Europea per sottolineare l’unità dei popoli del Continente e i comuni obiettivi di equilibrio, pace e prosperità, nella ricorrenza della storica Dichiarazione del 9 maggio 1950, pronunciata da Robert Schuman, allora Ministro degli Esteri francese, e considerata quale primo “atto di nascita” della Comunità - cui seguì il 18 aprile 1951, la stipula a Parigi del primo concreto atto dell’Europa allora “dei Sei”, il Trattato istitutivo della CECA (Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio, cui aderivano Francia, Germania Occidentale, Italia, Belgio, Olanda e Lussemburgo), precursore a sua volta del Trattato di Roma del 1957, istitutivo della CEE (Comunità Economica Europea), che divenne Unione Europea nel 1992 - .

“Il discorso di Schuman, in quel lontano 9 maggio, fu un “passaggio” fondamentale per tutti i successivi sviluppi verso l’unità del nostro Continente – ha spiegato oggi l'assessore alla Cultura e Comunicazione Massimo Greco, illustrando al “Revoltella” le iniziative organizzate per questa domenica dal Comune -; fu un intervento di grande importanza, anche perché interveniva a soli 5 anni dalla fine della terribile Seconda guerra mondiale, e con l’intento di superare innanzitutto e per sempre – così disse allora Schuman – “il secolare contrasto tra la Francia e la Germania”. Intendimenti e sforzi che risultarono poi vincenti e basilari per il futuro di noi tutti. Da quei giorni – ha concluso l’assessore Greco – sono trascorsi oggi esattamente 60 anni, una lunga strada di lavoro comune dei nostri Paesi che non possiamo non mettere in luce.”
Per la ricorrenza del 9 maggio, “Festa dell'Europa”, sarà dunque organizzata un’intera giornata di festa e allegria, “allo scopo – è stato detto - di far ricordare alle persone la loro cittadinanza europea”.

E, come detto, la splendida cornice del Parco del Castello di Miramare sarà il contesto ideale per questo evento, e non solo per la bellezza del luogo, ma anche per la sua importante valenza simbolica “internazionale”, data anche dalla presenza di centinaia di turisti provenienti da tutti i paesi europei e del mondo.
“Primo attore” della Giornata sarà l'Ufficio Europe Direct, istituito quale ufficiale Centro d’Informazione dell’Unione Europea presso il Comune di Trieste, che allestirà due "gazebo" nel piazzale del Castello, con la distribuzione di vario materiale "europeo" (interessanti pubblicazioni, gadget, poster sull’Europa ecc.).

Non mancherà una qualificata “presenza” musicale, con il Quartetto di musicisti ”Gypsy quartet remarker” della Scuola 55 che contribuirà a creare un piacevole sottofondo alle passeggiate dei turisti, interpretando sia dell'Inno alla Gioia, uno dei principali simboli della UE, sia brani tipici dei diversi Paesi europei. E per non trascurare i più piccoli… e per i bambini di tutte le età, ci saranno pure maghi e clown del gruppo “Ciao Ciao”, con simpatiche esibizioni !

Nel dettaglio, questo il programma della giornata:
- ore 8.45 Apertura dei gazebo
- ore 11.45 Primo intermezzo musicale dei ”Gypsy quartet remarker”
- nel corso del pomeriggio esibizioni dei clown dell’Associazione “Ciao Ciao”
- ore 17.45 Secondo intermezzo musicale dei ”Gypsy quartet remarker”
- ore 19 chiusura.

Da rilevare che l'Ufficio Europe Direct di Trieste sarà presente, con il proprio banchetto e materiali “europei” anche ad alcuni eventi e manifestazioni organizzate in altre località della Regione.

Sempre oggi al “Revoltella” è stata anche annunciata l’altra importante iniziativa seguita dall'Ufficio Europe Direct triestino, e cioè la prossima partenza di sei giovani della nostra Regione (di cui quattro triestini) verso cinque Paesi della UE, per la realizzazione di altrettanti “stage-progetti”, finanziati dall’Unione Europea, che porteranno questi ragazzi a vivere all’estero per un notevole periodo di tempo, tra i 9 e i 12 mesi.

Con tale Programma denominato “Gioventù In Azione”, o Servizio Volontario Europeo (SVE), si recheranno, nel dettaglio: Anna Felician (presente oggi al Revoltella) per 12 mesi in Estonia, Giulia per 12 mesi in Germania, Massimo per 12 mesi in Slovenia, Sofia per 9 mesi in Irlanda del Nord, Anna per 10 mesi in Germania e Valeria per 10 mesi in Belgio.

E mentre Anna Felician (vedi anche foto qui sotto) ha manifestato tutto il suo pieno entusiasmo per questa bella e imminente avventura nel Paese baltico, la dirigente del Servizio Comunicazione del Comune di Trieste Maila Zarattini e Andrea Brunetti dell’Ufficio Europe Direct hanno sottolineato con soddisfazione come questo importante incarico riguardante i giovani volontari venga svolto a Trieste fin dal 2000, prima come organizzazione d’invio dei ragazzi e poi anche come centro di coordinamento.

Per i sei volontari di prossima partenza l’Ufficio organizzerà intanto per giovedì 13 maggio una giornata specifica di formazione pre-departure, con la mattinata riservata ai volontari e il pomeriggio a Anna Felicianperto, previa iscrizione, a tutti gli aspiranti volontari e agli amici dell’EuD Trieste.

Ulteriori informazioni su queste iniziative all'Ufficio Europe Direct, via della Procureria 2/a, 34121 Trieste, tel. 040-675.4141, fax 040-675.41.42, europedirect@comune.trieste.it www.retecivica.trieste.it/eud.

INFO/FONTE: COMTS – FS (Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Leggi le Ultime Notizie >>>