Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 04 Maggio 2010

Bookmark and Share

Dal 9 maggio prende il via la seconda edizione del Festival di Musica per bambini

le Botteghe della Musica 2009

Trieste (TS) - La Casa della Musica / Scuola di Musica 55, dopo il successo dello scorso anno, promuove una nuova edizione del Festival di Musica per bambini, con la collaborazione delle principali istituzioni e strutture culturali triestine. Per tutto il mese di maggio il Festival offre una serie di appuntamenti musicali diversi, dedicati ai bambini e alla loro famiglie, pensati e strutturati appositamente a loro misura.

Il Festival di musica per bambini, che si svolge a Trieste da domenica 9 a lunedì 31 maggio, è quest’anno alla sua seconda edizione propone una serie coordinata di eventi realizzati con la collaborazione e l’impegno di vari enti culturali ed artistici della città: l’organizzazione del Festival è infatti una collaborazione tra Casa della Musica / Scuola di Musica 55 di Trieste
Comune di Trieste – Assessorato alla Cultura – Direzione Area Cultura, i Civici Musei di Storia ed Arte, il Civico Museo Sartorio, il Servizio Bibliotecario Biblioteca comunale S. Mattioni, il Servizio Bibliotecario Biblioteca comunale P.A. Quarantotti Gambini, l’Orchestra da camera del Friuli Venezia Giulia, l’Associazione musicale Aurora Ensemble con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Il Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, il Science Centre Immaginario Scientifico, l’Accademia di Musica e Canto corale di Trieste e Comunicarte Edizioni.

Idea principale del Festival è di presentare la musica nelle sue diverse forme espressive e nei suoi vari generi, rispettando i bisogni, le curiosità e le modalità di ascolto dei bambini nelle varie fasce d’età. Gli appuntamenti rappresentano un’esperienza di ascolto per tutta la famiglia, un’occasione per portare i bambini fuori delle mura domestiche, per incontrare e vivere l’arte in maniera diretta a contatto con i musicisti e gli strumenti.

Primo degli appuntamenti è Pim Pum Pam, con Fabio Calabrò (per i bambini a partire dai 3 anni) che si svolge al Museo Sartorio, domenica 9 maggio alle ore 10.30, nell’ambito di “Il museo è vivo… evviva il museo”: un esilarante “one man show” per aiutare i piccoli spettatori a “imparare a cantare e a cantare per imparare”, naturalmente divertendosi. A seguire I biscotti della “Coga Armida”, con Ornella Serafini (anche questo per i bambini a partire dai 3 anni) che racconta cantando le storie segrete della cucina di Casa Sartorio, tra profumi e atmosfere di antiche ricette, da gustare.

Giovedì 13 maggio, alle ore 17, alla Biblioteca Comunale S. Mattioni, l’Aurora Ensemble presenta Il suono si fa in quattro, che rivisita alcuni dei capolavori di Mozart e Haydn e restituisce l’idea gioiosa di fare musica insieme con i suoni che si rincorrono, si imitano e ci sorprendono, in uno straordinario gioco sul pentagramma.

Sabato 15 maggio, in due repliche (alle ore 16.30 e alle ore 18.00) all’Auditorium di Casa della Musica, va in scena Una piccola storia di jazz (per bambini dai 5 anni in su). Il blues, lo swing, il jazz raccontati ai più piccoli: un racconto sonoro, visivo, musicale fatto di temi ed improvvisazioni, attraverso gli strumenti che lo caratterizzano e con musicisti d’eccezione.

Sabato 22 maggio, alle ore 18.00, sempre a Casa della Musica: I bambini per i bambini, con il Coro de “I Minicantori” dell’Accademia di Musica e Canto Corale di Trieste, diretto da Alessandro Pace, e la partecipazione di Teresa Pace al pianoforte (per bambini dai 3 anni in su). Trenta giovanissimi coristi uniti dalla passione per il canto, eseguono per un pubblico di loro coetanei brani che vanno dal repertorio popolare infantile alla musica classica, dalle colonne sonore di film musicali alla musica “leggera”.

Domenica 23 maggio, alle ore 10.30, al Museo Sartorio, ancora nell’ambito di “Il museo e’ vivo….evviva il museo”, l’Aurora Ensemble replica Il suono si fa in quattro.

Lunedì 24 maggio, alle ore 16.30 e alle ore 18.00, presso Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, va in scena l’attesissimo spettacolo Nella pancia del teatro con l’orchestra! Con l’Orchestra da camera del Friuli Venezia Giulia diretta da Romolo Gessi e le animazioni di Andrea Binetti. (consigliato dai 4 anni in su). Dopo il grande successo della prima edizione, anche quest’anno il palcoscenico del teatro si apre ai più piccoli che diventano i veri protagonisti: i bambini possono infatti osservare direttamente da vicino gli strumenti, i musicisti, i
loro gesti e vivere con la totalità dei sensi l’atmosfera musicale creata dagli artisti.

Mercoledì 26 maggio, alle ore 17, al Science Centre Immaginario Scientifico, un appuntamento con musica e tecnologia, affascinante e sorprendente, per i bambini dagli 8 anni in su: si tratta di Bluetooth Orchestra, con gli animatori dell’Immaginario Scientifico e Tiziano Bole (direttore). Un ambiente interattivo che mescola video e musica: le proiezioni su maxischermi e la facilità d'uso dei controller wii, impiegati per esplorare paesaggi sonori, sono gli elementi base di sessioni di gioco cooperativo durante le quali i partecipanti, anche privi di pregresse abilità musicali, potranno dare vita a una sorta di band estemporanea.

Sabato 29 maggio, alle ore 16.30 e alle ore 18.00, all’Auditorium di Casa della Musica, il Festival propone Impronte sonore, con Ornella Serafini (voce), Angelo Comisso (pianoforte) e Vincenzo Stera (fiati e percussioni): adatto ai piccolissimi (da zero a tre anni), lo spettacolo propone una varietà di “sorprese musicali” - fatte di voci, suoni delicati e misteriosi, piccole impronte sonore e ritmiche, sentimenti e improvvisazioni – che vogliono incuriosire, emozionare e invitare all’ascolto e al movimento il particolare “pubblico”.
Lo stesso giorno, alle ore 16.30, il Science Centre Immaginario Scientifico propone Pionieri musicanti: gli animatori della struttura triestina propongono ai bambini dai 4 agli 8 anni un divertente laboratorio: lo scopo è costruire un nuovo strumento musicale in cui sassolini, granaglie e cereali creano interessanti suggestioni sonore. Un'occasione per scoprire le insolite sfaccettature della musica in un viaggio collettivo tra manualità, ritmo e movimento.

Chiusura a ritmo di jazz, con il Gypsy Quartet Remake, domenica 30 maggio, alle ore 10.30 al Museo Sartorio (ancora nell’ambito di “Il museo è vivo….evviva il museo” e lunedì 31 maggio, alle ore 17.00 presso la Biblioteca comunale Quarantotti Gambini. Impossibile non farsi coinvolgere dalla musica dei quattro strumentisti (Antonio Kozina, violino; Marco Steffè e Amir Karalic, chitarre; Giovanni Toffoloni, basso), veri virtuosi dello strumento: improvvisazioni, cambi di ritmo, melodie irresistibili sono al centro del concerto, che presenta un repertorio originalissimo di “jazz manouche”, genere che trae origine dalla fusione tra l’antica tradizione musicale tzigana e il jazz americano.

Parte integrante del festival è la mostra fotografica allestita al Museo Sartorio a partire da sabato 8 maggio, fino a domenica 13 giugno (orari: dalle 9 alle 13 da martedì a domenica), intitolata Il bambino, il gesto, il suono: le fotografie esposte sono di Walter Böhm, mentre il progetto e i testi sono di Vincenzo Stera.

L’esposizione nasce contestualmente al libro che porta lo stesso titolo, pubblicato da Comunicarte edizioni. Attraverso la valorizzazione artistica dell’immagine, gli autori documentano un percorso educativo (descritto anche nel volume) e raccontano in maniera diretta il rapporto che i bambini hanno con i suoni e la musica. Una mostra dedicata a genitori, educatori, insegnanti e a tutti coloro che quotidianamente si occupano della crescita e della formazione dei bambini.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
presso la segreteria di Casa della Musica
via Capitelli, 3 Trieste {Piazza Cavana}
tel. 040 307309
da lunedì a venerdì, dalle 15.00 alle 19.00
lunedì, martedì e giovedì, dalle 10.00 alle 12.00

www.scuoladimusica55.it
info@scuoladimusica55.it
www.festivaldimusicaperbambini.com

--------------------------

IL FESTIVAL DI MUSICA PER BAMBINI
è una collaborazione tra:
Casa della Musica / Scuola di Musica 55 di Trieste
Comune di Trieste
Assessorato alla Cultura – Direzione Area Cultura
Civici Musei di Storia ed Arte
Civico Museo Sartorio
Servizio Bibliotecario Biblioteca comunale S. Mattioni
Servizio Bibliotecario Biblioteca comunale P.A. Quarantotti Gambini
Orchestra da camera del Friuli Venezia Giulia
Associazione musicale Aurora Ensemble
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Il Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Science Centre Immaginario Scientifico
Accademia di Musica e Canto corale di Trieste
Comunicarte Edizioni.

Ideazione, progettazione e coordinamento: Gabriele Centis, Katia Naro, Vincenzo Stera;
Segreteria: Rita Verh;
Progetto grafico: Carlo Apostoli, Comunicarte.

Leggi le Ultime Notizie >>>