Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 16 Aprile 2010

Bookmark and Share

A “Le Voci dell’Inchiesta” si festeggia YouTube e si presenta "L'Italia ferita" di Corrado Stajano

Corrado Stajano

Pordenone (PN) - Particolarmente intensa la terza giornata del Festival di Cinemazero “Le Voci dell’Inchiesta” – in programma a Pordenone fino a domenica 18 aprile, che già dalla prima mattinata offre un pieno di iniziative tra incontri, presentazioni, tavole rotonde, proiezioni.

La giornata di venerdì 16 aprile sarà aperta alle 9.00 dalla tavola rotonda organizzata alla sede pordenonese dell’Università di Udine (Centro Polifunzionale di via Prasecco, Aula S4) in occasione del quindi compleanno di You Tube: “Clip Culture. Intrattenimento, informazione, scoperta, memoria” è il titolo del convegno che vedrà giornalisti, filmmakers e docenti universitari confrontarsi su uno dei più grandi fenomeni dell’ultimo decennio.

La Rete ha cambiato il nostro modo modo di pensare? Certamente ha modificato il rapporto delle giovani generazioni con il cinema e la televisione. Sono passati solo cinque anni dalla nascita di YouTube (il primo video vi fu caricato il 23 aprile 2005) e ogni mese più di venti milioni di nuovi filmati, per lo più autoprodotti, vengono caricati sul noto sito di video sharing.

A confrontarsi il direttore artistico del festival, docente dell’Università di Udine Marco Rossitti con Lorenzo Fenoglio della Banca della Memoria, Roberto Bonzio dell’Agenzia Reuters, Roberto Reale videdirettore di RaiNews24 e il filmmaker Francesco Paolucci. Conduce Sergio Maistrello, direttore di Apogeonline. Il Convegno sarà in diretta online su www.livestream.com/multimediapn

Molto ricca nella giornata di venerdì la sezione Donne con la macchina da presa: sguardi partecipati nel cuore delle cose del mondo, lavori che spesso partono dal proprio vissuto personale. Alle 14.30 “Vietato sognare”, di Barbara Cupisti, ci trasporta nella quotidianità senza futuro dei bambini palestinesi, mentre dalle 16.00 due coraggiosi lavori di Valentina Monti (“Radio La Colifata” e “Girls on the air”) ci mostrano, rispettivamente, la storia della radio argentina dell’ospedale neuropsichiatrico di Bueons Aires e delle redattrici di una radio afgana.

Tra gli eventi di punta della giornata di venerdì la presentazione del nuovo libro di Corrado Stajano “L'ITALIA FERITA - Storie di un popolo che vorrebbe vivere secondo le regole della democrazia”, curato da Riccardo Costantini e Fabio Francione: la sua penna inaugura la nuova collana editoriale “Cinemazero / Le voci dell'inchiesta” (ore 18.00 Sala Grande di Cinemazero con la presenza di Oliviero Ponte di Pino). A seguire verrà trasmesso il film “Le radici della libertà” film di Ermanno Olmi e Corrado Stajano prodotto dalla RAI per il 27° anniversario della liberazione.

Atteso evento di punta della giornata la proiezione, alle 21.00, del film scandalo – vero e proprio caso internazionale - “DÉCHETS: LE CAUCHEMAR DU NUCLEAIRE” (Francia 2009, 97') alla presenza dell’autore Eric Guérnet. Nella sezione Futuro Nucleare, un documentario d'effetto riguardante uno dei più grandi taboo della nostra società, ovvero le scorie radioattive, la faccia nascosta del nucleare. In un periodo caratterizzato dalla presa di coscienza sulle minacce del riscaldamento globale, mentre le industrie e taluni politici descrivono l'energia nucleare come un'energia pulita, monitorata e priva di impatto ambientale e sulla salute, gli autori partono alla volta di una verità scomoda. Le scorie sono il tallone d'Achille del nucleare, il suo incubo peggiore.

Sempre venerdì 16 aprile, alle 12.00, nella mediateca di Cinemazero (piazza della Motta) incontro stampa con la regista statunitense Nina Rosenblum (gia’ candidata all’Oscar) che presenta la prima nazionale di “In the name ofYouTube - logo democracy”, il film sulla vicenda del tenente Watada, primo ufficiale usa che ha rifiutato la destinazione in Iraq per ragioni morali. Figlia del noto fotografo Walter Rosenblum, la regista ha vinto numerosi premi in tutto il mondo, è produttrice internazionale di film-documentario oltre che attivista per i diritti umani.

Tutto il programma su www.voci-inchiesta.it

Leggi le Ultime Notizie >>>