Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 04 Aprile 2010

Bookmark and Share

Conclusa la sesta edizione del concorso internazionale di poesia “Castello di Duino”

di Claudio Bisiani

concorso di poesia Castello di Duino

Duino Aurisina (TS) - Lo scrittore camerunense Patrice Major Asse Eloundou si è aggiudicato la sesta edizione concorso internazionale di poesia “Castello di Duino”, promosso dall’associazione onlus Poesia e Solidarietà di Trieste. Il giovane artista africano, apprezzato nel suo paese e all'estero in ambito teatrale e per l'impegno civile profuso per l'emancipazione del suo popolo, era presente domenica 21 marzo, al Castello di Duino, alla cerimonia finale di premiazione, accanto agli altri vincitori della kermesse.

L'edizione 2010 del prestigioso evento letterario, riservato a giovani autori fino ai 30 anni d'età, ha registrato oltre 1600 poesie pervenute e ben 65 progetti collettivi elaborati da istituti scolastici di tutto il mondo.

«Un significativo aumento di partecipanti - ha detto Gabriella Valera Gruber, presidente dell'associazione Poesia e Solidarietà - per una manifestazione che è ormai diventata un vero osservatorio sulla cultura giovanile in Italia e all'estero, grazie ad un progetto fondato sul dialogo, sullo scambio e sull'incontro interculturale tra i popoli». Un progetto di grande qualità e rilevanza sociale, che ha ottenuto il patrocinio della Presidenza della Repubblica, dei Ministeri degli Esteri, della Gioventù e dei Beni Culturali, accanto al sostegno dell'Unesco.

Fra gli sponsor della manifestazione molti enti pubblici - fra cui Regione Fvg, Provincia e Comune di Trieste - e privati che hanno permesso la realizzazione di un’intensa tre giorni (dal 19 al 21 marzo) che ha portato nel capoluogo giuliano un'invasione di giovani poeti di tutti e cinque i continenti. A livello locale, il concorso ha coinvolto il Liceo Oberdan, l'Istituto Carducci e alcune componenti culturali della nostra città: la Fondazione Ellenica e la Comunità greco-orientale, la Comunità croata, l'Unione dei circoli sloveni, l'associazione Russkij Dom, gli esperantisti, l'associazione Schiller, quella bosniaca Most e serba Pontes, accanto all'Alliance francaise.

Tanti i ragazzi giunti a Trieste, quindi, che hanno preso parte ad una fitta serie di eventi, fra incontri, workshop e readings poetici, confrontandosi sul tema “Luci/Ombre, terra e cielo, solidità di spazi vissuti e vuote luminose distanze”. «Luci e ombre - ha sottolineato ancora Valera Gruber - che sono state percepite poeticamente come metafora delle contraddizioni sociali o, più intimamente, del fluido reciproco implicarsi fra sguardo al futuro e silenziosa memoria».

A margine del concorso, inoltre, è stata allestita una mostra collettiva che raccoglie le fotografie ispirate alle liriche in gara, visitabile fino al 30 marzo alla Sala Fittke di piazza Piccola.
Da segnalare, fra i premiati al Castello di Duino, il pakistano Omer Masood Quereshi, insignito della Medaglia della Presidenza della Repubblica Italiana. Il concorso, inserito nel progetto “Poesia e solidarietà dei popoli”, è nato per celebrare la Giornata mondiale della poesia promossa dall'Unesco e ha dato vita ad un network culminato nel Forum Mondiale dei Giovani “DirittoCastello di Duino di Dialogo” la cui terza edizione avrà luogo il prossimo ottobre.

Tutte le liriche premiate e quelle segnalate dalla giuria verranno pubblicate gratuitamente, in edizione bilingue, dalla Ibiskos editrice Risolo, mentre il ricavato delle vendite del libro sarà devoluto in beneficenza alla Fondazione Luchetta per i bambini vittime delle guerre.


Leggi le Ultime Notizie >>>