Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 16 Marzo 2010

Bookmark and Share

"Per l'amico Tullio Kezich”: giovedì 18 marzo l'amarcord musicale per il grande critico triestino

Tullio Kezich

Trieste (TS) - Appuntamento davvero speciale giovedì 18 marzo, alle ore 18, nel Palazzo della Prefettura di Trieste: nell’ambito della Stagione Concertistica 2010 dell'Associazione Chamber Music, e in particolare della rassegna “Il 18 alle 18”, il direttore artistico Fedra Florit ha curato il “Concerto per Tullio Kezich”, partendo da uno spunto iniziale di Roberto Furcht, amico fraterno di Kezich dai tempi della lunga permanenza a Milano. Musiche tratte da repertori particolarmente amati da Tullio Kezich, eseguite da un trio di “all stars” - i pianisti Carlo Guaitoli e Roberto Cominati affiancati dal clarinettista Anton Dressler – si intrecceranno a letture dell’attore Omero Antonutti, scelte dal suo epistolario triestino “Una notte terribile e confusa”.

L'omaggio, con prolusione del critico musicale Angelo Foletto su Kezich e la Milano degli Anni '50, vuole offrire il ricordo affettuoso di un intellettuale molto sensibile a diversi versanti della creatività: una figura che ha lasciato il segno non solo sul versante cinematografico, ma anche narrativo. La musica poi è stata parte importante della sua vita, l'operistica come la Liederistica, la musica da camera come certo repertorio pianistico. In base a queste considerazioni è stata costruita una performance di parole e musica, che vedrà protagonisti i pianisti Roberto Cominati e Carlo Guaitoli, il clarinettista Anton Dressler e il noto attore Omero Antonutti.

Si partirà da due Improvvisi dell'op.90 di Schubert (con Guaitoli alla tastiera) per poi dispiegare un'improvvisazione per piano e clarinetto basata su temi di note colonne sonore cinematografiche: una piacevolissima fantasia, trapuntata dal talento di Dressler e Guaitoli. Dopo la lettura di alcuni stralci dall'epistolario di Kezich, verrà offerta una pagina schumanniana di indiscutibile impatto romantico, che si allaccia perfettamente agli scritti dedicati da Kezich al Maestro Raro e all'amore tra Robert e Clara Schumann, ovvero i tre Fantasiestücke op.73 per pianoforte e clarinetto. Interpreti eccellenti saranno Roberto Cominati e Anton Dressler.

La parte musicale avrà il suo epilogo con l'interpretazione coinvolgente di Cominati della “Parafrasi da concerto su Evgenij Onegin di Ciaikovsky” composta da Paul Pabst a fine Ottocento, una partitura che s'incentra sopra una delle opere liriche più amate da Kezich.Gli interventi di Omero Antonutti - da lui stesso selezionati, assieme alla moglie di Tullio Kezich, Alessandra Levantesi - sono mirati a ricreare l'atmosfera della Trieste che Kezich aveva portato nel cuore per tutta la vita: ricordi dei suoi anni giovanili, in una terra di grandi tradizioni letterarie, imbevute di quelle atmosfere mitteleuropee e di quelle inquietudini che il tratto della penna malinconica ed evocativa di Tullio ha ben disegnato tra le ril noto attore Omero Antonuttiighe del suo immaginario epistolario (ambientato nel 1947) con alcuni personaggi-amici di una Trieste ormai svanita.
Il concerto è di carattere benefico, l’incasso sarà interamente devoluto ad Airc Trieste.

Info: Ticket Point (c.so Italia 6C, tel 040.3498276 Associazione Chamber Music, tel. 040.3480598, sito Internet www.acmtrioditrieste.it

Leggi le Ultime Notizie >>>