Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
A SACILE GLI EX-ALLIEVI DEL TOTI DI TRIESTE CON LA NUOVA ESILARANTE COMMEDIA “LE NOZE DE VIRGINIA”
Teatro Ruffo
Sacile
Il 01/02/20
Scenario_Le noze de Virginia

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

 

Notizie > Manifestazioni > 20 Novembre 2009

Bookmark and Share

Anteprime, retrospettive e grandi ospiti internazionali nell’edizione zero/nove di "Science+Fiction"

di Claudio Bisiani

scena tratta dal film “Moon”, di Duncan Jones

Trieste (TS) - L’incontro pubblico con il regista statunitense Roger Corman - domenica 22 novembre, alle ore 17, al Teatro Miela - e la proiezione di “X-The Man With The X-Ray Eyes” (L’uomo dalla vista a raggi x) inaugureranno l’edizione zero/nove di “Science+Fiction”, il festival internazionale della fantascienza di Trieste dedicato alle produzioni fantasy cinematografiche e televisive, ma anche all’esplorazione dei nuovi linguaggi e delle ultime, rivoluzionarie tecnologie nel campo delle arti visive e dello spettacolo. A seguire, sempre nella giornata d’esordio, alle ore 21.30, appuntamento con la sonorizzazione realizzata dai Massimo Volume del film “La caduta della casa Usher”, pellicola francese in bianco e nero del 1928.

Da domenica prossima, quindi, parte l’attesa nuova edizione di “Science+Fiction”, in programma fino a sabato 28 novembre nelle sale del Multiplex Cinecity di Trieste, presso il Centro Commerciale Torri d’Europa. Il festival è promosso da La Cappella Underground, con il patrocinio, la collaborazione e il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia, del Comune, della Camera di Commercio e dell’Università degli Studi di Trieste.

La manifestazione è stata illustrata stamattina, al Caffè Tommaseo, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato Daniele Terzoli, presidente de La Cappella Underground di Trieste, assieme a Chiara Barbo e Lorenzo Bertuzzi.
«Un’edizione ambiziosa e importante - ha messo in evidenza Daniele Terzoli - per due motivi principali: il 40° anniversario del nostro Cine Club (La Cappella Underground è nata infatti nel 1969 - ndr) e la presenza di ospiti prestigiosi e di livello internazionale».

Accanto al già citato Roger Corman – regista, sceneggiatore e produttore di B-movies che hanno lanciato personaggi del calibro di Francis Ford Coppola e Jack Nicholson - “Science+Fiction” zero/nove porterà nella nostra città uno fra i più noti interpreti del cinema fantasy contemporaneo: Christopher Lee. Il famoso attore inglese sarà a Trieste nella veste di testimonial dell’ultima pellicola di Danis Tanovic, dal titolo “Triage”, in uscita nelle sale italiane a fine novembre, in cui è protagonista accanto a Colin Farrell. Roger Corman e Christopher Lee ritireranno il Premio Urania d’Argento alla Carriera al Cinecity, rispettivamente lunedì 23 novembre, alle ore 20.30, e giovedì 26 novembre, alle ore 20. Il premio viene assegnato ogni anno a personalità di spicco del genere fantastico ed è promosso in collaborazione con il periodico “Urania” della Mondatori. Christopher Lee incontrerà il pubblico del festival anche venerdì 27, alle ore 15 all’Auditorium del Museo Revoltella, e sabato 28 al termine della proiezione del film “The Lord of The Ring: The Fellowship of The Ring” che inizierà alle ore 15, sempre al Cinecity.

Il nutrito programma di “Science+Fiction” offrirà, anche in questa edizione, numerose anteprime cinematografiche, dedicate nello specifico al genere fanta-horror. E ancora retrospettive, dibattiti e incontri con autori, registi e attori, a cui si aggiungerà il nuovo concorso per il Méliès d’Argento (premio per il miglior lungometraggio fantastico europeo, organizzato in collaborazione con la European Fantastic Film Festivals Federation) che segna l’entrata della kermesse triestina nelle sette più importanti manifestazioni in campo cinematografico.

Fra i tanti eventi in cartellone, nell’ambito della storica sezione “Fant’America”, verrà reso omaggio allo scrittore Edgar Allan Poe, a 200 anni dalla nascita, con un focus che comprenderà la proiezione di alcuni film tratti dai suoi celebri romanzi.
Passando alle anteprime, grande attesa per “Moon” di Duncan Jones, figlio del cantante David Bowie, pellicola che ha trionfato al Festival di Sitges (Spagna) e che chiuderà l’edizione 2009 di “Science+Fiction”.

La sezione “Nocturno Cinema” presenterà invece, in prima assoluta, il film “Shadows”, horror “atmosferico e disturbante” di Federico Zampaglione, cantante dei Tiromancino, che sarà nella nostra città per ritirare il Premio Nocturno Cinema, assegnato al miglior giovane cineasta. Tra gli altri ospiti, il regista Enzo G. Castellari (“Quel maledetto treno blindato”, cult movie ispiratore del recente “Inglorious Bastards” di Quentin Tarantino) e lo scrittore cyberpunk Bruce Sterling, che presiederà la giuria per la nomination del Méliès d’Oro (concorso per cortometraggi europei) e per l’assegnazione del Premio Asteroide. Quest’ultimo riconoscimento, come tradizione, verrà attribuito al miglior lungometraggio di fantascienza, scelto tra pellicole provenienti da tutto il mondo e dirette da registi emergenti.

Molti anche i titoli della sezione “Neon”, tra cui si segnalano “Goemon” (fuori concorso) di Kazuaki Kiriya, il film d’animazione “Metropia”, il roboante “Banlieue 13” scritto da Luc Besson, “2033” di Francisco Laresgoiti, “Salvage” del britannico Lawrence Gough e “Timer” della statunitense Jac Schaeffer. E ancora il cruento “Valhalla Rising” di Nicolas Winding Refn, gli apocalittici “Carriers” e “Infestation”, i nipponici “20th Century Boys” (fuori concorso) e “The Clone Returns Home”, e infine “One” del regista Pater Sparrow, “Amer”, “The Children” e “First Squad: The Moment Of Truth”, co-produzione tra Canada, Russia e Giappone.

Decisamente ricco anche il cartellone delle proposte della sezione “Marx Attacks!”, che dopo il cinema sovietico si dedicherà alle produzioni di fantascienza dell’Est Europa. Tra le altre novità dell’edizione zero/nove del festival, “Art&Scienza”, un ciclo di incontri, dibattiti e conferenze che - alle ore 17, nell’Auditorium del Museo Revoltella - approfondirà i legami tra arte, scienza e fantascienza I temi trattati spazieranno da Martinetti e il Futurismo al 40° anniversario del primo sbarco dell’uomo sulla Luna, da “Cyberpunk e oltre: scienza e tecnoscienza” a “Vita e morte delle stelle. Nane bianche e buchi neri nello spazio-tempo”.

Tutte le proiezioni dei film avranno luogo al Cinecity, Science+Fiction zero/nove (locandina)mentre alcuni appuntamenti con scrittori, registi e artisti ospiti del festival si svolgeranno alla mattina (ore 11.30) al Caffè Tommaseo, nell’ambito di “Science Fiction Café”.

Per ulteriori informazioni e per il programma dettagliato di “Science+Fiction” 2009, è visitabile il sito internet www.scienceplusfiction.org.



Leggi le Ultime Notizie >>>