Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 22 Novembre 2009

“Lettere impossibili da Ibsen a Pasolini”: monologhi teatrali di Paolo Puppa al Cca

Paolo Puppa

Trieste (TS) - Sotto il titolo di “Lettere impossibili da Ibsen a Pasolini”, il Circolo della Cultura e delle Arti presenta martedì 24 novembre, con inizio alle ore 17 alla Sala Conferenze della Biblioteca Statale (Largo Papa Giovanni XXIII n. 6 – 2° piano) una serata a cura del prof. Elvio Guagnini con al centro una serie di monologhi teatrali che hanno come autore e realizzatore il prof. Paolo Puppa, ordinario di storia del teatro e dello spettacolo alla Facoltà di Lingue e di Letterature dell'Università di Venezia e docente in varie università straniere, autore di numerosi volumi di storia dello spettacolo, monografie e saggi vari, oltre che impegnato direttamente in performance su testi propri.

Queste “Lettere impossibili”, tratte dall’omonima opera edita nel 2009 presso l’editore romano Gremese costituiscono una serie di invenzioni verosimili, poiché appaiono scritte da personaggi celebri ad altri, più o meno della medesima rinomanza, ma vengono prevalentemente siglate da raggelanti risposte, sempre sfasate e per lo più indirizzate a terzi.

Si tratta in sostanza di lettere inventate, ma nondimeno tutte costruite dall'autore su basi rigorosamente filologiche, ovvero attingendo ad episodi documentati e a materiali rispettosi della vita e della carriera dei protagonisti.

Vi sono coinvolti alcuni dei più notevoli autori, colossi della cultura tardo ottocentesca e novecentesca. Sfilano così Henrik Ibsen e August Strindberg, Corrado Govoni e Eleonora Duse, Italo Svevo e Lettere impossibili da Ibsen a Pasolini (copertina libro)Luigi Pirandello, Dino Campana e Sibilla Aleramo, Carlo Emilio Gadda e Ugo Betti, Anna Lucia Joyce e Samuel Beckett, Gabriele D'Annunzio e le sue badesse-badanti al Vittoriale, fino a Pier Paolo Pasolini. Ciascuno desideroso, a proprio modo, di raccontarsi, confidarsi, nell'attesa smaniosa e impotente di un segnale dell'altro che non può o non vuole arrivare.

Leggi le Ultime Notizie >>>