Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 30 Ottobre 2009

Bookmark and Share

Si parla di traduzione e di poesia femminile inglese nella seconda giornata di "Iperporti"

"Corporea - Il corpo nella poesia femminile contemporanea di lingua inglese" (copertina)

Trieste (TS) - Seconda giornata, ricca di appuntamenti, per "Iperporti, scali internazionali di letteratura", festa della traduzione e della letteratura organizzata dall'associazione Casa della Letteratura di Trieste e realizzata con il contributo dell’ Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Si parte al mattino con una serie di incontri dedicati alla traduzione.
Primo incontro alle 9.30, alla Scuola superiore di lingue moderne per interpreti e traduttori, per discutere della traduzione di Calvino in sloveno. Ne parlerà Alenka Jovanoski per “Palomar”, opera tradotta in sloveno per la prima volta e la curatrice dell’incontro Darja Batocchi.

Alle 10.30 si proseguirà con “Traducendo… Corporea, il corpo nella poesia femminile contemporanea di lingua inglese”, conversazione con Loredana Magazzeni e Brenda Porster, poetesse, saggiste e traduttrici che in questo testo raccolgono alcune tra le maggiori scrittrici di poesie in lingua inglese nel mondo.

Alle 11.30, infine, appuntamento con l’analisi della traduzione in romeno di alcuni libri di Claudio Magris, insieme ad Afrodita Cionchin, traduttrice d‘innumerevoli scrittori italiani del Novecento tra cui Umberto Eco, Umberto Saba, Italo Svevo, Scipio Slataper, Carolus Cergoly e Primo Levi, ed insieme ad Edvige Ackermann.

Nel pomeriggio, all’Antico Caffè San Marco, ampio spazio sarà dedicato a una sezione molto particolare, dedicata alle “Città della santità, città della perdizione”: attraverso la presentazione di alcuni libri il pubblico di Iperporti avrà la possibilità di compiere un viaggio virtuale intorno al mondo. Si partirà alle 16 da Varsavia, città protagonista di “Via Zamenhof”, di Roman Dobrzyński, che verrà presentato in anteprima italiana (edizioni Giuntina di Firenze) alle 17 si passerà a Shanghai e Medellin, raccontate in “Nuvole di drago. Otto itinerari asiatici” di Luciano Troisio e “Non è un gioco” di Carlo Bordini. Alle 18, infine, tappa a Gerusalemme, narrata in “A piedi a Gerusalemme”, di Sebastien de Fooz, un’ulteriore anteprima edita Scheiwiller; modera l’incontro Luigi Nacci.

La giornata si concluderà alle 21 dalla sezione Porti di arrivo e partenza, con un insolita presentazione di un romanzo. Lo scrittore e giornalista Pietro Spirito, autore di “Il bene che resta”(ed. Santi Quaranta), discuterà infatti con il personaggio del suo libro, impersonato da Alessandro Mizzi.

Il libro narra la storia di due sconfitti, un repubblichino di Salò, processato per crimini di guerra, e un anziano professore che si rovina la vita per un amore con una ventenne. Verrà presentato sotto forma di pièce teatrale, con Mizzi nel rIperporti, scali internazionali di letteraturauolo del repubblichino e l’autore che vestirà i suoi stessi panni. Sarà un siparietto in cui autore e personaggio discuteranno tra loro e, quando si troveranno in disaccordo, s’infervoreranno fino a litigare. L'idea è quella di parlare del libro divertendosi e facendo divertire il pubblico Tutti gli appuntamenti in programma a Iperporti sono a ingresso libero.

Leggi le Ultime Notizie >>>