Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 01 Giugno 2006

Bookmark and Share

Infinite Painting

() - Villa Manin (Ud) - Pittura Infinita è una mostra unica e spettacolare sul tema della pittura organizzata dall’Azienda Speciale Villa Manin per conto della Regione Friuli Venezia Giulia. Le opere esposte si concentrano sulla pittura dagli anni ’90 ad oggi, dal figurativo all’astratto, dalla tela al murales, presentando una panoramica del contemporaneo con opere recenti, nuove o, in alcuni casi, create specificatamente per questa esposizione. Attraverso i capolavori di 61 artisti provenienti da 22 paesi, Pittura Infinita affronta questo linguaggio nella sua complessità, anche attraverso opere di scultura, video e fotografia che con la pittura instaurano un dialogo e una relazione. Jeff Koons, Piotr Uklanski, Urs Fischer, Paul McCarthy, Damien Hirst, Takashi Murakami e molti altri artisti internazionali sono presenti in questa grande mostra che si propone di osservare la pittura contemporanea più come un’idea che come una tecnica, Le opere esprimono una visione della realtà odierna nei diversi approcci alla pittura: dai grandi murales astratti di Franz Ackermann alle riflessioni più intime di Marlene Dumas e Luc Tuymans, dall'autoritratto di Rudolf Stingel all'astrazione di Piotr Janas e Mary Heilmann, il linguaggio pittorico viene presentato come un percorso fatto di molte strade che s'intrecciano con l'attualità e con il mondo. Anche gli artisti riflettono sul loro ruolo, come Maurizio Cattelan che ripercorre e ironizza sul superamento dello spazio di Lucio Fontana, o Thomas Hirschhorn che restituisce l’importanza di quelle immagini invisibili in un’epoca di sovraesposizione mediatica. Le opere presentate in mostra raccontano tutte un’interpretazione personale della pittura oggi. Video, scultura, stampe digitali e fotografia dialogano con espressioni più tradizionali come tele, incisioni, tessuti ricamati. Artisti come Wangechi Mutu, Trenton Doyle Hancock, Felix Gmelin e i fratelli Jake e Dinos Chapman rileggono il mondo contemporaneo passando attraverso la storia dell'arte stravolgendola. I ritratti di Dinh Q. Le e le lande desolate della Russia di Konstantin Zvezdochetov descrivono mondi lontani e diversi ma ormai conosciuti. Pittura Infinita quindi nell’era del Realismo Globale, termine coniato per riflettere la visione odierna della realtà e come il reale è influenzato da un mondo universalmente condiviso. Pittura ‘infinita’, intesa come specchio di un'unica realtà e visione di una condizione contemporanea che, nel bene e nel male, è globalizzata e massificata ma tuttavia completamente aperta e, da sempre, fondamentalmente libera.

Leggi le Ultime Notizie >>>