Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 01 Agosto 2009

Bookmark and Share

Patrizia Laquidara, Hotel Rif e Alessandro Simonetto: a Muggia va in scena la musica mediterranea

Patrizia Laquidara

Muggia (TS) - Domenica 2 agosto, in piazza Marconi a Muggia (con ingresso libero), appuntamento con il concerto di Patrizia Laquidara (Premio della Critica al Festival di Sanremo 2003) e Hotel Rif (guest star Alessandro Simonetto). In programma, musiche popolari mediterranee: dalle melodie orientali turche e balcaniche, alle ballate klezmer, dai canti sefarditi ai canti popolari veneti riarrangiati, fino al repertorio mediorientale e quello più celtico della Galizia spagnola.
L'evento si inserisce nell'ambito di "Aspettando l’Euromarathon" (competizione in programma dal 12 al 20 settembre compresa nel cartellone di "Muggia sotto le Stelle") ed è curato dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Envirude. Il violinista triestino Alessandro Simonetto eseguirà in apertura tre brani con il fisarmonicista Stefano Bembi e quindi si unirà alla band come ospite per il resto dell'esibizione.

Nata a Catania, ma residente in Veneto, Patrizia Laquidara è cantante, autrice e in piu’ occasioni ha lavorato come performer.
Nel 1998 vince una borsa di studio presso il CET, Centro Europa di Toscolano, di Mogol, per il corso autori ed interpreti sulla musica popolare veneta e lombarda e si classifica prima tra i selezionati.
Nel 2002 riceve tre riconoscimenti al Premio Città di Recanati : "premio della critica, migliore interpretazione e migliore musica".
Nel 2003 vince il premio della critica e il premio per la migliore interpretazione al Festival di Sanremo.

Nel 2006 viene invitata come ospite alla Rassegna Premio Tenco. Rappresenta la Voce femminile italiana alla rassegna internazionale di musica etnica e contemporanea “Suoni dell’altro mondo” , dove collabora con musicisti di fama internazionale quali , tra gli altri, Ben Mandelson, Guo Yue, Wu Fei, Nikola Parov, Umberto Petrin, ecc.

Nel 2007 vince il premio Maschera D’oro come “Cantante di musica popolare” consegnato dal Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna , la cooperativa Primafila e Imae per la valorizzazione del patrimonio musicale nazionale. Sempre nel 2007 il suo album “Funambola” si e’ classificato tra i primi cinque candidati per l’album piu’ bello dell’anno al Premio Tenco.

Patrizia ha inciso tre album: ”Para voce querido Cae” (anno 2000, etichetta Velut Luna) in lingua portoghese l’album “Indirizzo Portoghese” (anno 2003 prodotto da Pasquale Minieri) che contiene anche “per causa d’amore” cantata con Mario Venuti e l’album “Funambola” (anno 2006, produttori artistici Arto Lindsay e Patrick Dillet). Quest’ultimo contiene anche la canzone “ Noite e luar”, di cui è co-autrice, che è parte della colonna sonora del film "Manuale d’amore" di Veronesi.
Ai dischi hanno partecipato musicisti quali Rita Marcotulli, Fausto Mesolella, Marco Siniscalco Michele Rabbia e Javier Girotto, Ben Perowsky, Mauro Refosco, Thomas Bartlett, Smokey Horlem, Paolo Buonvino, Arancia Sonora.

E’ cantante e attrice nelle commedie musicali “Storia di Milonga” e “L’Orco” dove si esibisce insieme ad Antonella Ruggiero e Gio’ di Tonno accompagnata dall’orchestra del teatro olimpico di Vicenza..
Si è esibita in importanti festival in Italia e all’estero (Manchester, Lussemburgo, Polonia, Ecuador, Brasile, Spagna, Francia) .
Si esibisce anche col gruppo Hotel Rif, ricercando, rielaborando e poi riproponendo il repertorio tradizionale di vari paesi del bacino del mediterraneo.
Collabora con lo storico e scrittore Emilio Franzina in due conferenze-spettacolo: “Veneto Transformer”(riflessioni in parole e musica sulle migrazioni e sulle metamorfosi del nordest) e “Storie di storia” .
Propone insieme a Debora Petrina lo spettacolo “Come Nuove”, lavoro di ricerca e di rielaborazione vocale e musicale di canzoni soprattutto della tradizione veneta.

Patrizia Laquidara e gli Hotel Rif
Il matrimonio artistico tra Patrizia Laquidara e gli Hotel Rif nasce nell’Aprile '99, dalla passione che accomuna alcuni musicisti per la ricerca, la riproposta e la divulgazione di quel vastissimo repertorio di musica popolare e tradizionale che è patrimonio comune delle culture dei popoli del mediterraneo e del nord Europa.

Il loro repertorio viaggia attraverso le musiche dei vari popoli dove più radicata è la tradizione musicale popolare, siano essi mediterranei o atlantici, con un orecchio attento alla storia ed alla tradizione, senza fossilizzarci nell’etnomusicologia accademica, attualizzando e riarrangiando questi elementi in un ottica di multiculturalità, dove la curiosità per le differenze e le comunanze culturali esalta l’approccio alla musica e spaziando dalle melodie orientali turche e balcaniche alle ballate klezmer, dai canti sefarditi ai canti popolari veneti, fino alla musica mediorientale e a quella celtica della Galizia spagnola.

Patrizia Laquidara e gli Hotel Rif nel 2000 partono come artisti di strada e si esibiscono in Francia e Spagna per approdare poi ad importanti eventi musicali quali:
Vicenza Jazz, Festival de Pardinas Guitiriz - Spagna, Euromeet jazz festival - Loria e Montegrotto Terme, Festival de San Froilan - Lugo (Spagna), Meeting dell’integrazione dei popoli - Loreto Musica delle radici - Nogara, Sant’Arcangelo dei teatri, Festival Nazionale dell’Unita ’- Modena, Meeting dell’integrazione dei popoli - Loreto, Azioni Inclementi – Malo, Festival musica d’autore - Recanati, Villa Celimontana - Roma, Fontisonore - Tivoli, Politeama Rossetti - Trieste e Auditorium Cultura friulana - Gorizia con Alessandro Simonetto, Marostica Jazz, Rassegna Am’arcord – Nonantola, Salumeria della Musica (MI), Elleguà (PD), The Place (Roma), Comunità italiana autogestita Izola (Slovenia), Notte Bianca Pavia.

Oltre a brani di propria composizione il lavoro degli Hotel Rif e Patrizia Laquidara sta anche nel raccogliere , rivedere riproporre attualizzare brani di musica popolare veneta andando a pescare in un repertorio spesso dimenticato ma prezioso. Spesso avvalendosi anche della consulenza di autori Veneti come Mario Rigoni Stern, Luigi Meneghello , lo storico Emilio Franzina.
Non si tratta di un’operazione nostalgica perchè la ricerca vocale di Patrizia spinge le interpretazioni verso lidi ben più lontani di quelli della terra veneta e cosi è anche nell’uso che i musicisti fanno dei loro strumenti soprattutto per quanto riguarda la scelta delle sonorità e il riarrangiamneto armonico.

Alessandro Simonetto, musicista polistrumentista, compositore e arrangiatore, oltre al violino, suo primo strumento, suona una decina di strumenti diversi. Si forma presso il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste. Simonetto ha inciso e collaborato con numerosi artisti italiani e stranieri.

Ha composto ed eseguito brani musicali per:
Alba Parietti
Gianfranco Manfredi
Grazia Di Michele
Irene Fargo
Kaballà
Massimo Bubola
Massimo Priviero
Massimo Ranieri
Ornella Vanoni
Pierangelo Bertoli
Renzo Zenobi
Richi Gianco
Ron
Shell Shapiro
Vinicio Capossela

TOURNÉE:
Francesco Guccini ('94)
Fiorella Mannoia
Ron
Paolo Rossi
Shell Shapiro

TRASMISSIONI TELEVISIVE:
Festivalbar '90 (Mango)
Festival Sanremo '92 (Bertoli)
Maunzio Costanzo Show (Paolo Rossi)
Telethon (Teresa De Sio)
Festivalbar '93 (Ron)
La Corrida
Azzurro (Mannoia)
Roxy Bar '96 (Shell Shapiro)
La vita in diretta Alessandro Simonetto('04)

VIDEO MUSICALI;
- "La domenca delle salme", di Fabrizio De Andrè
- "Fuochi", di Angelo Baiguera.

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno con il medesimo orario presso il Teatro Verdi di Via San Giovanni, 4 o saranno recuperati in altra data. Tali precisazioni saranno comunicate a mezzo stampa.

Leggi le Ultime Notizie >>>