Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 19 Giugno 2009

Bookmark and Share

“Blues in Villa”: dal 2 luglio al via l’11ª edizione della rassegna di musica blues e jazz

Larry Carlton

Brugnera (PN) - Oltrepassato il traguardo della decima edizione, Blues In Villa consolida alcune prerogative che hanno consentito al festival di raggiungere in ottime condizioni di salute il primo giro di boa. L’11ª edizione, che si terrà a Brugnera (Pn) dal 2 al 5 luglio prossimi, sottolinea l’accento posto dalla direzione artistica nel trattare l’evento non come un mero blues festival, ma come un evento musicale a più ampio respiro, inserendo nel programma artisti che si discostano da una rigida etichettatura.

Questo in armonia con la caratterizzazione ormai nota di “blues & jazz festival”, ma anche debordando quest’anno con l’attesa apparizione sul palco di Tito & Tarantola - giovedì 2 luglio-, carismatica e piccante rock’n’roll band californiana, che dà alla kermesse un tocco di cinefilia, con i continui scatenati rimandi alle colonne sonore dei film di Tarantino (“Dal Tramonto all’Alba”) a cui Tito & Tarantula hanno dato il loro importante contributo con gioiellini come Afterdark.

A seguire Larry Carlton, venerdì 3 luglio, che sposta l’orizzonte verso un jazz chitarristico influenzato da una serie di stimoli musicali, dal blues al pop, che in qualche modo ben definiscono il desiderio del direttore artistico, Vincenzo Barattin, di piegarsi a un prefissato indirizzo musicale. “Tutti i festival di cui si parla maggiormente hanno da tempo abbandonato la discussione su ciò che è blues o no. A “Blues In Villa” abbiamo cercato la matrice comune della musica e da lì abbiamo tentato di offrire spettacoli che conservassero legami precisi con il blues, ma che da lì potessero muoversi. Tenendo sempre d’occhio l’elevato livello artistico dei musicisti”. Larry Carlton e, con un’autentica immersione nella leggenda del jazz, Roy Haynes, testimoniano questa visione allargata della cultura musicale.

Sarà probabilmente l’esibizione di Roy Haynes, il 5 luglio, a costituire la “summa” artistica di “Blues In Villa 2009”. Batterista ottantaquattrenne, già nelle fila delle band di Charlie Parker, Bud Powell, Thelonius Monk e Miles Davis, approderà sul palco di Villa Varda grazie alla pluriennale e sperimentata collaborazione con Veneto Jazz. Il punto di ritorno al blues sarà affidato a due artisti importanti come Ian Siegal e John Lee Sanders (sabato 4), che offriranno due spettacoli completamente diversi come impostazione, sottolineando, se ce ne fosse bisogno, come anche rimanendo nel più appropriato ambito blues, i possibili accenti di questa musica possano risultare ampiamente differenti.

Aldilà delle considerazioni meramente artistiche, “Blues In Villa”, consolida pure gli approcci “a latere” della musica, come ci spiega Giorgio Ivan: “Blues In Villa è una manifestazione importante per il comprensorio pordenonese e regionale. Vorremmo che fosse sempre così perché un appuntamento di questo genere costituisca un polo d’attrazione per ciò che ci sta più a cuore: l’appetibilità turistica di questa zona per un pubblico appassionato, sì, di musica, ma anRoy Haynesche di cultura in senso lato. E’ probabilmente questa la scommessa più importante che Blues In Villa sottende. Credo che nessuna manifestazione, considerato il particolare momento in cui viviamo, possa permettersi il lusso di considerare la musica come qualcosa di fine a se stesso”. Una manifestazione, quindi, solo in apparenza musicale.

Info: www.bluesinvilla.com

Leggi le Ultime Notizie >>>