Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
Luigi Merola - Eterogeneo susseguirsi di cementonatura
Spazio Espositivo EContemporary
Trieste
Dal 21/06/19
al 07/09/19
particolare

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Notizie > Incontri > 06 Giugno 2009

Bookmark and Share

“Ti amo ti odio Tv”: i vizi e le virtù del piccolo schermo nel secondo talk show di Antepremio 2009

Mauro Mazza, neodirettore di Rai1

Pordenone (PN) - «Odio la televisione – dichiarava Orson Welles -, la odio come le noccioline. Ma non riesco a smettere di mangiar noccioline… ». Sensazione che a chiunque sarà capitato di condividere, almeno una volta, davanti al piccolo schermo e alle sue ipnotiche seduzioni. Televisione cattiva maestra, dunque, come nelle analisi di Karl Popper e dei suoi apocalittici epigoni, a cominciare da Pier Paolo Pasolini, oppure “buona maestra Tv”, capace di unire gli italiani da Nord a Sud nel segno di un’unica lingua, come ha sostenuto autorevolmente il docente di linguistica Tullio De Mauro? E persino di consolidare - osserva in un saggio recente il critico Tv Aldo Grasso - dietro la presunta superficialità della produzione in serie, vere e proprie opere d'arte, che esaltano le regole dell'intrattenimento e trasportano lo spettatore in una dimensione emotiva ricca di risonanze metaforiche e letterarie…

Buona o cattiva maestra che sia, la televisione contemporanea è soprattutto informazione, e l’informazione contemporanea fa sempre più spesso “spettacolo”, rivaleggiando con film e realities nei riscontri dell’audience. Proprio intorno ai vizi ed alle virtù del piccolo schermo Antepremio Luchetta 2009 – l’anteprima del Premio giornalistico Marco Luchetta – ha chiamato a confrontarsi tre prestigiosi protagonisti dell’informazione del nostro tempo: il nuovo direttore di Raiuno Mauro Mazza, per anni direttore del Tg2 e membro della giuria del Premio giornalistico Marco Luchetta, il direttore del quotidiano Il Gazzettino Roberto Papetti, e Riccardo Bocca, caporedattore Inchieste e Servizi Speciali del settimanale L’Espresso, curatore del blog “Gli antennati”.

“Ti amo ti odio Tv” è appunto il titolo del talk show in programma giovedì 11 giugno, alle 18, nell’ex Convento di San Francesco a Pordenone, seconda tappa di Antepremio Luchetta 2009: una conversazione condotta e coordinata da Franco Del Campo, giornalista e docente di “comunicazione politica” all'Università di Trieste, promossa dalla Fondazione Luchetta, Ota, D'Angelo, Hrovatin per i bambini vittime della guerra in collaborazione con Corecom FVG e con Banca Friuladria Crédit Agricole.

Un dibattito che si preannuncia vivace e attualissimo, e che permetterà di intrecciare, attraverso lo sguardo esperto dei tre ospiti di Antepremio, le mille possibili contaminazioni, evoluzioni e reciproche interferenze fra informazione e Tv dei Antepremio - logonostri giorni. L’ingresso è libero.

Informazioni e aggiornamenti su Antepremio e sul Premio Giornalistico Marco Luchetta 2009 sono consultabili sui siti www.premioluchetta.it e www.fondazioneluchetta.org. Gli appuntamenti 2009 di Antepremio sono organizzati da Leonardo Servizi e Comunicazione, in sinergia con i Comuni di Trieste, Pordenone, Gorizia e Udine.

Leggi le Ultime Notizie >>>